^

Piatti per la pancreatite: cosa può e cosa non può?

, Editor medico
Ultima recensione: 05.08.2022
Fact-checked
х

Tutti i contenuti di iLive sono revisionati o verificati da un punto di vista medico per garantire la massima precisione possibile.

Abbiamo linee guida rigorose in materia di sourcing e colleghiamo solo a siti di media affidabili, istituti di ricerca accademici e, ove possibile, studi rivisti dal punto di vista medico. Nota che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili per questi studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri contenuti sia impreciso, scaduto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

Il pancreas è l'anello più importante nella catena dei processi digestivi. L'infiammazione di questo organo provoca molti problemi di salute ed è anche accompagnata da un significativo deterioramento del benessere. Come alleviare le condizioni del paziente, migliorare il funzionamento del tubo digerente e cosa si può mangiare in caso di malattia? I piatti scelti correttamente per la pancreatite sono la chiave per una pronta guarigione: a volte è possibile ottenere la remissione anche senza l'uso di farmaci, solo seguendo una dieta che scarichi il corpo.

Cibi e piatti: cosa può e cosa non può?

La dieta standard che viene prescritta ai pazienti con pancreatite è la tabella di trattamento numero 5 , basata sulla protezione termica e meccanica del tubo digerente. L'alimentazione dovrebbe essere equilibrata, con un basso contenuto di grassi e carboidrati sullo sfondo di un'alta percentuale di proteine. Le regole di base per i pazienti sono le seguenti:

  • durante i primi due o tre giorni di un'esacerbazione, la fame è considerata il miglior "cibo";
  • in futuro i prodotti vengono schiacciati il più possibile, macinati, bolliti o cotti al vapore, ma in nessun caso fritti;
  • i piatti con pancreatite vengono consumati caldi (in media - circa 30-40 ° C);
  • non mangiare troppo: è meglio mangiare più spesso, ma in volumi minori;
  • non bere alcolici, cibi acidi e piccanti, fibre grossolane e cibi indigeribili.

Dei latticini non sono vietati solo la ricotta senza grassi e lo yogurt fresco naturale senza additivi. A volte è consentito fino a 1 cucchiaio. L. Panna acida a basso contenuto di grassi come parte di altri piatti.

Se consideriamo frutta e verdura, ecco un elenco di quelli più preferiti:

  • patate, carote;
  • zucca, zucchine;
  • broccoli, cavoli di Pechino;
  • banane, mele dolci.

La carne e il pesce vengono scelti, concentrandosi sul contenuto di grassi e privilegiando le varietà a basso contenuto di grassi. Può essere tacchino, filetto di pollo, nasello, merluzzo, merluzzo, eglefino, ecc.

Invece del pane per la pancreatite, si consiglia di mangiare cracker o biscotti fatti in casa. Tra gli altri prodotti a base di farina, puoi utilizzare pasta a base di farina integrale, cereali sotto forma di cereali e zuppe. Dolci, tutti i tipi di biscotti, torte, pasticcini, dolci sono vietati.

In generale, durante il periodo acuto della malattia - e questo è di circa 2-3 giorni - è meglio astenersi dal mangiare completamente. Il terzo o quarto giorno è consentita una graduale espansione del menu con zuppe viscide, purea di cereali, casseruole e polpette al vapore, purè di patate. A poco a poco, la dieta può essere arricchita con altri alimenti e pietanze che sono consentite durante il processo infiammatorio.

Fegato di pollo con pancreatite

Il fegato di pollo è uno dei prodotti dietetici più preziosi, tuttavia, sullo sfondo di una grande percentuale di proteine e di una piccola quantità di grassi, contiene un'alta percentuale di colesterolo. È questa sfumatura che mette in dubbio la possibilità di utilizzare il prodotto nella pancreatite.

I gastroenterologi spiegano: il fegato di pollo può essere aggiunto ai pasti se il paziente ha una diagnosi di pancreatite sullo sfondo di una carenza enzimatica. In questo caso, nel menu viene introdotto il fegato bollito o in umido, ma in piccole porzioni (fino a 100 g) e raramente (non più di una volta alla settimana). Se la pancreatite è infastidita da qualche sintomo, allora è meglio non mangiare piatti di fegato.

Il fegato di pollo non deve essere fritto, stufato in una grande quantità di olio, spezie piccanti e condimenti non devono essere aggiunti. I nutrizionisti consigliano di aggiungere gradualmente le frattaglie a patè, purè di patate, cotolette al vapore, polpette. In abbinamento alle verdure in umido si ottiene un pasto facile e salutare, senza appesantire il pancreas.

Insalate per pancreatite

Insalate: di solito sono associate a diete sane, perché contengono la percentuale massima di vitamine e altre sostanze preziose necessarie per il corpo. Ma i pazienti con un pancreas malato dovrebbero diffidare di frutta e verdura cruda. Tuttavia, questo non significa che le insalate dovranno essere abbandonate.

Quali ingredienti possono essere inclusi nelle insalate con un processo infiammatorio in diminuzione:

  • una piccola quantità di carne magra;
  • riso bollito;
  • verdure bollite;
  • formaggio scremato;
  • un po 'di olio vegetale, panna acida magra o yogurt naturale.

Non mettere in insalata con infiammazione del pancreas:

  • salsicce, parti grasse di carne o pesce;
  • panna acida grassa, panna, maionese;
  • formaggi grassi e salati;
  • semi e noci;
  • cibi in scatola e in salamoia;
  • verdure crude.

Ad esempio, la vinaigrette, amata da molti, può essere mangiata dai pazienti se non si aggiungono sottaceti o crauti. E “Olivier” diventa dietetico se la salsiccia viene sostituita con petto di pollo bollito, esclusi cetrioli e piselli e l'insalata stessa viene condita con yogurt greco.

E qualche altro buon abbinamento per le insalate:

  • carote e barbabietole grattugiate lessate condite con yogurt naturale;
  • riso con uovo ed erbe aromatiche, con un cucchiaio di olio vegetale;
  • zucca al vapore con mela e yogurt naturale.

Vareniki per la pancreatite

Come quasi tutti i prodotti a base di farina, gli gnocchi sono vietati durante un'esacerbazione dell'infiammazione pancreatica, indipendentemente da ciò che viene utilizzato come ripieno.

Iniziano ad aggiungere gnocchi alla dieta di un paziente con pancreatite solo quando si stabilisce una remissione stabile della malattia. Allo stesso tempo, i piatti con ricotta a basso contenuto di grassi o la loro versione più semplice - gnocchi "pigri", diventano più preferibili. Con una buona ulteriore salute, puoi espandere l'elenco dei piatti consentiti, usando le patate bollite come ripieno (senza cipolle fritte, funghi, carne, cavoli, ecc.). Vareniki con patate non deve essere condito con cipolle grasse e fritte: possono essere utilizzate con yogurt naturale magro o erbe aromatiche.

Non è consigliabile cucinare e mangiare gnocchi con frutti di bosco.

Quali altre restrizioni esistono per il paziente?

  • I pasti dovrebbero essere preparati solo a casa. Gli gnocchi "Shop" sono meglio esclusi dalla dieta.
  • Gli alimenti utilizzati non devono essere caldi e l'impasto deve essere morbido e ben cotto.
  • Non dovresti insaporire gli gnocchi con ketchup, maionese, panna acida grassa. La salsa migliore è lo yogurt magro.

Se tutto è fatto correttamente, gli gnocchi con pancreatite ne trarranno solo vantaggio.

Borsch con pancreatite

Il borscht familiare alla maggior parte di noi - su un osso di carne, con cavolo e arrosto di barbabietola e carota - è vietato per l'uso con la pancreatite. Un tale piatto, sebbene gustoso, può facilmente causare un'esacerbazione della malattia. Tuttavia, non dovresti essere triste per questo, perché è possibile cucinare il borsch secondo una ricetta dietetica diversa. Credimi, non sarà peggio del solito.

Invece del cavolo bianco, dovresti usarne uno più tenero: Pechino. Oltre a ciò, devi prendere patate, carote e pomodori (la salsa e la pasta non funzioneranno), peperoni, cipolle, un pezzetto di barbabietola grattugiata (meglio - succo, solo per il colore) e un po' di olio vegetale. Inoltre, avrai bisogno di sale e alcune verdure. Per prima cosa, le patate e il cavolo tagliati vengono calati nell'acqua in modo che bolliscano bene. Successivamente, la cipolla tritata, le carote, le barbabietole, i peperoni e i pomodori vengono fatti bollire a fuoco lento in una padella con olio vegetale e una piccola quantità di acqua. Aggiungere le verdure alle patate e al cavolo cappuccio già preparati, portare a ebollizione, salare, cospargere di erbe aromatiche e togliere dal fuoco. Se lo si desidera, è possibile aggiungere un po' di foglia di alloro.

Il borsch preparato in questo modo può essere mangiato non solo con l'infiammazione del pancreas, ma anche con altre malattie dell'apparato digerente. Al momento di servire, puoi mettere 1-2 cucchiaini di panna acida a basso contenuto di grassi o yogurt greco su un piatto.

Okroshka con pancreatite

L'okroshka è un antico piatto ben noto che veniva consumato principalmente nella stagione calda. Ma con le malattie degli organi digestivi - ad esempio con un'ulcera duodenale o con pancreatite - la possibilità di mangiare okroshka diventa discutibile. E questo non sorprende, perché la composizione del piatto include ingredienti indesiderabili per malattie gastroenterologiche, come ravanelli, kvas, brodo, funghi, ecc. Ma non dovresti disperare, perché puoi cucinare l'okroshka da quegli ingredienti che sono consentito dai nutrizionisti. Analizziamo la composizione tradizionale del piatto, determiniamo gli ingredienti desiderabili e indesiderabili.

  • Sottaceti, cibi salati e in salamoia sono vietati in caso di infiammazione del pancreas, quindi non possono essere aggiunti all'okroshka e ad altri piatti.
  • Carne: sono consentiti pezzi di tacchino o pollo a basso contenuto di grassi in piccole quantità.
  • Pesce - sono ammessi filetti di pesce tagliati a pezzi.
  • I funghi - per i pazienti con digestione ridotta sono vietati in qualsiasi forma.
  • Uova: bollite tritate, consentite per la preparazione di okroshka per l'infiammazione del pancreas.
  • Cetrioli: con la pancreatite, è consentito il consumo di quelli freschi e sono vietati quelli salati. Per il pancreas, è meglio rimuovere la pelle dai cetrioli freschi.
  • Le foglie verdi di aneto, prezzemolo, menta o giovane ortica sono benvenute nei piatti con pancreatite. Ma cipolle verdi, coriandolo, frecce all'aglio, aglio selvatico, spinaci non dovrebbero essere aggiunti all'okroshka.
  • Patate: è consentito aggiungere in piccole quantità.
  • Le salsicce sono vietate per essere aggiunte a piatti con malattie degli organi digestivi.
  • Ravanello, ravanello - sono vietati per l'alimentazione dietetica.
  • Carote: consentite per cucinare okroshka.
  • Kvas, acqua minerale - non dovrebbe essere usato come medicazione per un pancreas malato.
  • Anche l'ayran, il siero di latte acido, il latte cagliato, la panna e la panna acida grassa non sono adatti per condire l'okroshka. Ma lo yogurt greco, lo yogurt naturale senza riempitivi o 1-2 cucchiai di panna acida a basso contenuto di grassi sono un'ottima opzione per condire.
  • Sottaceti, birra, carne, pesce o brodi di funghi sono vietati ai pazienti con pancreatite. È ottimale riempire okroshka con acqua o brodo vegetale.

Anche senape, rafano, peperoncino, maionese, ketchup e concentrato di pomodoro, succo di limone, aceto, mele in salamoia, crauti erano vietati per essere aggiunti a piatti con pancreatite.

Peperoni ripieni per la pancreatite

Il pepe bulgaro è un magazzino di vitamine e, una volta farcito, questo ortaggio è particolarmente soddisfacente e nutriente. Ma con l'infiammazione del pancreas, ci sono restrizioni su questo piatto. È vero, tali restrizioni sono relative: puoi usare i peperoni ripieni in caso di malattia solo durante un periodo di sollievo persistente della condizione e devi farcirlo, seguendo rigorosamente alcune regole.

Per prima cosa, cerchiamo di capire cosa significa "un periodo di sollievo persistente"? Ciò significa che il paziente si è sbarazzato dei dolori acuti e di altri sintomi dolorosi associati alla pancreatite e il medico gli ha permesso di aggiungere una certa varietà alla dieta.

Quale opzione di mangiare peperone dolce è consentita ai pazienti con pancreatite cronica? I peperoni si consumano non crudi e non fritti, ma bolliti, al vapore o in umido. Non è necessario rimuovere la pelle dalla verdura. Inoltre, non aggiungere spezie piccanti, grassi animali, grandi quantità di sale al piatto.

Cosa si può aggiungere come ripieno ai peperoni? Il “trito” ottimale è il riso bollito con verdure (carote, cipolle, zucca, sedano, ecc.). È consentito aggiungere una piccola quantità di carne dietetica, ad esempio petto di pollo e tacchino sono perfetti. I peperoni raccolti vengono stufati con l'aggiunta di acqua e una piccola quantità di olio vegetale o (preferibilmente) al vapore.

Va immediatamente indicato che è impossibile utilizzare un piatto del genere spesso e in grandi volumi con pancreatite. Basta mangiare uno o due peperoni ripieni a settimana.

Crusca per la pancreatite

Tutte le varietà di crusca sono considerate non solo benefiche per la salute, ma anche in grado di curare alcune malattie. L'infiammazione del pancreas appartiene a queste malattie?

La crusca è un prodotto complesso. Ad esempio, è estremamente utile per l'intestino, ma allo stesso tempo crea un onere aggiuntivo per il pancreas. Pertanto, è consentito utilizzare piatti con crusca per la pancreatite, ma con alcune precisazioni.

Nel periodo acuto della malattia, l'uso di tali prodotti dovrebbe essere abbandonato: è consentito aggiungere un po' di crusca al cibo non prima di 1-2 settimane dopo l'esacerbazione. Tuttavia, ci saranno anche restrizioni qui: l'assunzione giornaliera massima consentita di crusca per la pancreatite non è superiore a 30 g Se questo tasso viene superato, si manifesterà un malfunzionamento del pancreas con sintomi come formazione eccessiva di gas, feci alterate, e digestione impropria del cibo.

È anche importante bere abbastanza acqua. Sullo sfondo dell'uso della crusca, dovresti bere liquidi più del solito.

Se gli attacchi di pancreatite si verificano frequentemente, non è desiderabile mangiare la crusca nella sua forma pura. È ottimale mescolarli con cereali, contorni, yogurt. E puoi fare una specie di bevanda alla crusca:

  • crusca macinata nella quantità di 1 cucchiaio. L. Versare 200 ml di acqua, portare a bollore e tenere a fuoco basso per 10 minuti;
  • togliere dal fuoco e insistere sotto il coperchio per tutta la notte;
  • al mattino si filtra la bevanda, si aggiunge un cucchiaio di miele e se ne beve un po' durante la giornata.

Se un paziente con pancreatite vuole diversificare il menu con il pane di crusca, allora dovresti scegliere un prodotto del genere, la cui quota di crusca non supera il 20%.

Sushi, panini per la pancreatite

La cucina giapponese attira molte persone: i piatti di questa cucina sono insoliti per noi, ma molto gustosi e salutari. Da un lato, i rotoli di sushi sono prodotti dietetici. Il loro componente di base è il riso combinato con i frutti di mare, quindi questo alimento è ipocalorico, povero di grassi, principalmente proteico, con una grande percentuale di sostanze utili.

Ma, sfortunatamente, sia il sushi che i panini sono severamente vietati ai pazienti che soffrono di disturbi del pancreas. Tale cibo è considerato dietetico solo in relazione alla nutrizione per eliminare il peso in eccesso. Ma con la pancreatite, tali piatti sono vietati, ed ecco perché:

  • in tali piatti ci sono frutti di mare che non hanno subito un trattamento termico, quindi il decorso della pancreatite può essere complicato;
  • il cibo viene servito con salse, sughi e condimenti piccanti e ricchi, il cui uso può causare sia esacerbazione della pancreatite che dolore addominale, vomito.

Se il paziente è un ardente fan della cucina giapponese, allora un'opzione di cottura speciale è adatta a lui: i frutti di mare marinati e affumicati vengono sostituiti con gamberi bolliti, carne di pollo o formaggio o persino verdure bollite. Non vengono utilizzati fogli di nori, così come zenzero, wasabi e altri condimenti speziati-piccanti. È consentito aggiungere una piccola quantità di vera salsa di soia durante la remissione della pancreatite.

Frittata con pancreatite

L'omelette - un piatto con latte e uova di gallina - appartiene alla categoria dei prodotti proteici dietetici. Ma spesso i medici insistono sull'esclusione delle uova - in particolare dei tuorli - con la pancreatite. Quindi è possibile utilizzare una frittata o è ancora indesiderabile?

L'omelette può essere inclusa nella dieta dei pazienti nelle seguenti condizioni:

  • i piatti contenenti uova non devono essere consumati nella fase di esacerbazione della malattia, ma solo quando ci si sente meglio;
  • si consiglia di non friggere la frittata, ma di cuocerla a vapore;
  • subito dopo la fine del periodo acuto, si consiglia di mangiare solo proteine e il tuorlo viene introdotto nella dieta poco dopo, dopo circa 7-10 giorni;
  • le uova crude sono un prodotto indesiderabile per la pancreatite, quindi è necessario monitorare attentamente la prontezza della frittata: deve essere completamente cotta;
  • all'inizio è meglio cuocere una frittata con acqua e si aggiunge il latte con remissione persistente;
  • i piatti a base di uova per la pancreatite possono includere non più di due uova: questa è la tariffa giornaliera di cui parlano i gastroenterologi.

Se il tasso di consumo di uova di gallina per i pazienti con pancreatite non supera i due pezzi, le uova di quaglia possono essere consumate in quantità fino a 6 pezzi al giorno. È consentito aggiungere alla frittata verdure, carote, un po 'di patate lesse, olio vegetale. Se lo si desidera, il piatto finito viene cosparso di formaggio grattugiato (dolce e non salato), erbe aromatiche o spalmato con panna acida o yogurt a basso contenuto di grassi.

Purè di patate per la pancreatite

Le patate sono considerate uno degli alimenti più preferiti per la pancreatite. Contiene vitamine, antiossidanti, minerali e una grande quantità di amido, che svolge il ruolo di una sorta di protezione per la mucosa del tubo digerente. Non ci sono così tante proteine nelle patate, ma la loro qualità è piuttosto elevata, principalmente a causa del corretto equilibrio degli aminoacidi.

Con un'esacerbazione della pancreatite, i medici di solito raccomandano di morire di fame fino a 2-3 giorni, quindi è meglio non mangiare patate durante questo periodo. Successivamente, puoi iniziare a introdurre il raccolto di radici nel menu, ma senza aggiungere latte: è consentito diluire le patate schiacciate con il brodo in cui è stato cotto e aggiungere anche un pezzetto di burro (o una goccia di olio vegetale ). Questa ricetta è adatta sia per adulti che per bambini: la purea è sostanziosa e gustosa, e il suo effetto sul pancreas è minimo e delicato.

Nel tempo, con il miglioramento delle condizioni, il purè di patate viene già preparato sulla base di patate con l'aggiunta di carote, una piccola quantità di latte scremato caldo.

Shchi con pancreatite

Shchi è uno dei tanti tipi di zuppe di verdure (in particolare di cavolo). Viene preparato principalmente nel brodo di carne, che già non parla a favore del suo utilizzo nella pancreatite. Un'altra controindicazione è la presenza di cavolo bianco nel piatto, che non può essere utilizzato anche per problemi al pancreas.

Ma c'è una via d'uscita: ai pazienti con pancreatite può essere offerta un'altra ricetta per un piatto familiare per evitare una riaggravamento della malattia.

In primo luogo, la zuppa di cavolo sarà vegetariana, senza brodo di carne. Se lo si desidera, è possibile aggiungere un po' di carne magra tritata a un piatto già cotto (è adatto il filetto di pollo bollito). In secondo luogo, il cavolo bianco dovrebbe essere sostituito con l'omologo di Pechino, o broccoli. In terzo luogo, le verdure non possono essere fritte, ma solo stufate con una piccola quantità di olio vegetale e acqua.

Questa opzione di zuppa di cavolo può essere inclusa nel menu durante il periodo di recupero della pancreatite, quando il dolore non dà più fastidio e il processo infiammatorio si è attenuato.

La pancreatite è una patologia complessa e grave, quando un pasto sbagliato può influire negativamente sul tuo benessere e vanificare tutti i precedenti tentativi di terapia e riabilitazione. Quando si scelgono i piatti per la pancreatite, è necessario studiarne attentamente la composizione, valutando il possibile impatto negativo sul pancreas. Allo stesso tempo, le condizioni principali sono un minimo di grassi, nessuna frittura di cibi, nessun eccesso di cibo e mangiare cibi caldi.

Cavolo ripieno con pancreatite

Involtini di cavolo - un piatto delizioso, che è carne macinata con riso e verdure, avvolta in foglie di cavolo e stufata con panna acida e salsa di verdure. Da un lato, il piatto è uno stufato - e quindi dietetico. E che dire dell'altro lato: condimento grasso, cavolo bianco, spezie. Quindi sono ammessi involtini di cavolo per la pancreatite?

Sì, sono ammessi se sono preparati in un certo modo.

  • condimenti, spezie non devono essere aggiunti al piatto;
  • non puoi fare la salsa di panna acida, aggiungere panna, maionese, concentrato di pomodoro e ketchup, aceto, acido citrico, grasso, farina fritta;
  • non puoi friggere le verdure per il ripieno;
  • dovresti scegliere solo carne magra e in piccole quantità, e non puoi aggiungere grasso;
  • è l'ideale per cucinare involtini di cavolo cappuccio in coppia, ma si può anche stufare senza panna acida e spezie, con una piccola quantità di olio vegetale;
  • al posto delle foglie di cavolo bianco, puoi usare le foglie di cavolo di Pechino;
  • è consentito mangiare non più di 4 involtini di cavolo cappuccio preparati secondo una ricetta dietetica a settimana;
  • in caso di dolore o disturbi digestivi, il piatto deve essere escluso dal menu.

Inoltre non bisogna dimenticare la temperatura dei prodotti utilizzati, che non deve essere né calda né fredda.

Aspic con pancreatite

L'aspic non può essere attribuito a piatti dietetici, quindi non dovrebbe essere offerto a un paziente con pancreatite. Ci sono molte ragioni per questo, ad esempio:

  • L'aspic ha un alto contenuto di grassi (oltre il 15%), quindi crea un inutile carico sugli organi digestivi. Per abbattere il grasso è necessaria la lipasi, che è prodotta dal pancreas: una maggiore produzione di enzimi può provocare un nuovo ciclo del processo infiammatorio. E nella pancreatite cronica, l'attività enzimatica della ghiandola è generalmente compromessa e la lipasi viene prodotta in quantità insufficienti.
  • L'aspic è costituito da un brodo concentrato di carne e ossa, che include molti estratti, oltre a basi di purine. Per digerire un tale brodo, il pancreas ha bisogno di sforzare in particolare la sua forza, il che comporterà sicuramente una nuova esacerbazione della malattia.
  • L'aspic viene consumato esclusivamente freddo, il che contraddice già tutte le raccomandazioni nutrizionali per la pancreatite.
  • È impossibile immaginare la gelatina senza grani di pepe, foglie di alloro e altre spezie indesiderabili per la pancreatite, nonché senza additivi tradizionali sotto forma di rafano grattugiato o senape. Tali integratori per il pancreas sono particolarmente pericolosi.

Diventa chiaro che questo piatto non dovrebbe essere offerto a pazienti con pancreatite, anche nella fase di sollievo dai sintomi e con remissione stabile.

Caviale di zucchine con pancreatite

Il caviale di zucchine economico e così gustoso è stato a lungo amato dalla maggior parte delle persone: puoi cucinarlo da solo o semplicemente acquistarlo in un negozio. Ma, nonostante il fatto che le zucchine siano ammesse per la pancreatite, non tutto è così semplice con il caviale di zucchine. Come mai?

Nel processo di cottura, alla massa di zucca vengono aggiunti concentrato di pomodoro, cipolle, aglio, spezie e alcune casalinghe aggiungono persino aceto. Il risultato è un piatto assolutamente proibito con la pancreatite, perché:

  • stimola l'attività enzimatica del pancreas;
  • migliora la motilità intestinale e può causare una maggiore formazione di gas;
  • contiene componenti indesiderabili e persino proibiti nella pancreatite.

Se il paziente non riesce a immaginare la cena senza il caviale di zucca sul tavolo, allora c'è un modo dietetico semplice per preparare il piatto per lui. Tutto viene cucinato come di consueto, proprio nel processo di cottura le verdure non vengono fritte, ma non vengono aggiunti solo stufati, concentrato di pomodoro, cipolle, aglio, spezie e aceto. Alle zucchine si possono aggiungere della purea di pomodori senza pelle, oltre a verdure e una piccola quantità di sale. Un tale piatto con pancreatite viene mangiato con cracker o un contorno (ad esempio purè di patate).

Plov con pancreatite

Per rispondere alla domanda sulla possibilità di mangiare pilaf con la pancreatite, ricordiamo gli ingredienti più comuni di questo piatto:

  • carne - agnello, manzo o maiale;
  • Riso;
  • carote, cipolle;
  • aglio;
  • spezie - zira, coriandolo, curcuma, crespino, pepe macinato, alloro, ecc.;
  • grasso, olio;
  • sale.

Inoltre, al pilaf vengono talvolta aggiunti pomodori o concentrato di pomodoro, peperoncino, erbe aromatiche, zafferano, ecc.. Una tale composizione non è affatto dietetica, giusto? Nonostante i benefici del riso per la pancreatite, il resto degli ingredienti è sinceramente discutibile.

Ma c'è una via d'uscita: è del tutto possibile cucinare pilaf, che è consentito per la pancreatite. Molto probabilmente, molti noteranno che un piatto del genere non può essere chiamato pilaf - forse avranno ragione. Tuttavia, per i pazienti affetti da pancreatite, l'opzione dietetica sarà un'eccellente varietà dietetica. Viene preparato come al solito, ma soggetto alle seguenti condizioni:

  • il riso è meglio prendere bianco lucido o cotto a vapore;
  • carne - solo filetto di pollo o tacchino, senza grasso, ossa e pelle;
  • le verdure non vengono fritte, ma semplicemente aggiunte al riso;
  • cipolle, aglio, spezie e condimenti, concentrato di pomodoro non vengono aggiunti e solo una piccola quantità di olio vegetale è consentita dai grassi.

Il piatto finito può essere cosparso di erbe, ad esempio prezzemolo. Il “pilaf” così ottenuto può essere inserito nel menù non più di un paio di volte a settimana: è bene ricordare che il riso in grandi volumi ha proprietà fissative.

Melanzane in umido per la pancreatite

Le melanzane per i pazienti con pancreatite sono consentite solo nella fase di remissione stabile. Il fatto è che queste verdure contengono componenti che stimolano il tripsinogeno, che può potenziare il processo infiammatorio. Stiamo parlando di componenti come gli alcaloidi - sostanze organiche azotate.

Nella fase di guarigione, quando il dolore e altri sintomi spiacevoli vengono lasciati alle spalle, è consentito diversificare la dieta con caviale di melanzane o melanzane in umido. Ricordiamo che queste verdure non vengono fritte per la pancreatite, ma solo al forno, in umido o bollite.

Le giovani melanzane sono adatte al consumo senza tracce di marciume e danni. Vengono lavati, tagliati a cubetti, messi a bagno in acqua salata, sbucciati, portati a cottura nel modo precedentemente scelto. Successivamente, le verdure possono essere tritate con un frullatore insieme a carote bollite, salate e consumate come piatto principale o con un contorno.

I nutrizionisti sconsigliano l'acquisto di melanzane in umido e caviale industriale per la pancreatite, poiché la composizione di un tale prodotto è fondamentalmente diversa da quella della cucina casalinga: spesso aceto, spezie varie, addensanti, acido citrico, aglio e altri componenti indesiderabili in caso di malattia sono presente nel caviale acquistato in negozio.

Vinaigrette per la pancreatite

La vinaigrette nella versione classica di cucinare con la pancreatite non è consigliata, perché contiene acidi (sotto forma di crauti o sottaceti), cipolle e una grande quantità di barbabietole. Ma se cucini questo piatto secondo una ricetta dietetica speciale, sarà del tutto possibile mangiarlo con pazienti con pancreatite.

Per un'insalata vinaigrette, dovresti prendere una piccola barbabietola bollita, un paio di patate, un cetriolo fresco, carote bollite, erbe aromatiche e un po' di olio vegetale. Le barbabietole, anche se piccole, devono essere bollite per un'ora e mezza. Prima della prontezza, anche le carote e le patate dovrebbero essere bollite. Tutte le verdure vengono tagliate a cubetti, condite con un paio di cucchiai di olio vegetale, vengono aggiunte le verdure e un po 'di sale. Questo è tutto: la vinaigrette dietetica è pronta.

Il piatto che ne risulta è un'ottima fonte di vitamine, è facilmente digeribile, digeribile con delicatezza e non appesantisce gli organi colpiti. Ma non puoi abusare e mangiare molta insalata in una volta. I gastroenterologi consigliano di mangiare la vinaigrette per la pancreatite in una quantità non superiore a 50-100 g alla volta, non più di un paio di volte a settimana e solo nella fase di attenuazione del processo infiammatorio.

È possibile avere manti con pancreatite?

I manti, così come gli gnocchi, sono una combinazione di pasta bollita e ripieno di carne. Un tale "tandem" è indesiderabile per la pancreatite, a causa della lenta digestione nel tratto digestivo. Per digerire completamente tali prodotti, è necessario aumentare l'attività enzimatica dell'intero tratto gastrointestinale e, in particolare, del pancreas. I nutrizionisti classificano i manti come cibi pesanti, anche per una persona sana.

Inoltre, è impossibile offrire manti a un paziente con pancreatite, che vengono venduti nei negozi sotto forma di semilavorati: contengono proteine vegetali indigeribili, grassi refrattari, esaltatori di sapidità artificiali, aromi e spezie.

Manti, gnocchi, khinkali sono tra i piatti indesiderabili per la pancreatite, anche se parliamo di prodotti fatti in casa.

È possibile mangiare la pizza con la pancreatite?

La pizza in nessuna variante di cottura non è mai stata classificata come pasto dietetico. Ricordiamo quali ingredienti si trovano più spesso nella pizza:

  • carne di maiale, manzo, salsiccia, pancetta;
  • frutti di mare;
  • pomodori, sottaceti, olive, peperoni, cipolle, aglio;
  • formaggi a pasta dura, mozzarella, cheddar, parmigiano, dor blue;
  • salse barbecue, maionese, ketchup;
  • funghi;
  • origano, basilico, peperoncino, ecc.

Inoltre la pizza è una pasta fresca, un impasto lievitato dalla composizione assolutamente non dietetica. Pensiamo a quali di questi componenti sono ammessi per la pancreatite? Forse non più di uno o due componenti.

I nutrizionisti sconsigliano di mangiare la pizza in nessuna fase della pancreatite: questo prodotto è difficile da digerire e può danneggiare significativamente un pancreas già malato.

Frittelle di zucchine per la pancreatite

Nonostante il fatto che le zucchine siano ammesse per la pancreatite, le frittelle di zucchine non sono raccomandate, così come i piatti fritti. Ma anche qui puoi trovare un compromesso, ad esempio i pancake al vapore. Avrai bisogno di prodotti come una zucchina media, un cucchiaio di farina, albume d'uovo e un po' di sale. Grattugiare le zucchine, spremere il liquido, aggiungere la farina, le proteine montate e il sale, impastare bene. Le frittelle sufficientemente spesse vengono poste a bagnomaria, coperte con un coperchio, cotte per 10-15 minuti. Servito con erbe aromatiche e yogurt naturale.

Ci sono molte ricette dietetiche con le zucchine. Solo qui nella versione fritta non vanno cotti. Ogni paziente con pancreatite deve ricordare i prodotti per lui consentiti e come sono preparati in modo da non nuocere alla sua salute e non aggravare la violazione.

Barbabietola con pancreatite

Uno dei primi piatti, spesso inserito nel menù delle varie tavole dietetiche, è la barbabietola. Un piatto di verdure facile da preparare, sostanzioso, sano e gustoso, ma non carica il pancreas?

Qualsiasi persona che soffre di pancreatite sceglie piatti non solo sani, ma anche facili da digerire. Nessuno vuole peggiorare la propria salute mangiando cibi proibiti. Fortunatamente, le barbabietole bollite non sono incluse nell'elenco dei prodotti proibiti. Inoltre, questo ortaggio a radice in molti modi favorisce anche l'assorbimento del cibo, migliora la motilità intestinale e ha un leggero effetto diuretico.

Nella fase di esacerbazione della pancreatite, i piatti di barbabietola non devono essere consumati, come la maggior parte degli altri prodotti. In generale, dopo un'esacerbazione, le verdure vengono introdotte nella dieta gradualmente, poco a poco, perché il tubo digerente deve “abituarsi” all'assorbimento delle fibre dopo lo stress. Circa 7-10 giorni dopo l'esacerbazione, è consentito includere piccole quantità di barbabietole bollite nel menu. Prima di fare ciò, è necessario prestare attenzione ai seguenti punti:

  • le barbabietole di media grandezza devono essere bollite per due ore e, se il tempo è breve, è meglio pretagliare la verdura in più parti;
  • Nella padella in cui vengono bollite le barbabietole non va aggiunto succo di limone o altro acido, per non provocare un nuovo attacco di pancreatite;
  • puoi lessare le barbabietole in una casseruola coperta con un coperchio, oppure cuocere a bagnomaria o infornare.

Se dovrebbe cuocere la barbabietola, allora deve essere vegetariano: questa è una condizione importante per la pancreatite, che deve essere osservata. Puoi aggiungere pomodori freschi, carote, patate, cipolle, verdure al piatto. È vietata l'aggiunta di carne, funghi, panna acida o panna grassa (non è consentito più di 1 cucchiaio di yogurt naturale o panna acida con un contenuto di grassi non superiore al 10%). La barbabietola preparata correttamente diversifica la dieta del paziente, aggiunge vitamine al corpo e non danneggia affatto il pancreas.

Zucchine al forno per la pancreatite

Le zucchine sono verdure ammesse per i pazienti con pancreatite: se ne consiglia l'uso bollite, in umido o al forno, da sole o con altre verdure.

Le zucchine vengono cotte fino a quando sono tenere, evitando la comparsa di una crosta rossastra, che crea ulteriori difficoltà per la digestione. È consentito cucinare casseruole con riso, pasta, grano saraceno, farina d'avena e altre verdure, come carote o broccoli.

Cospargere la parte superiore del piatto con una manciata di formaggio magro grattugiato o erbe aromatiche tritate.

Nella fase di remissione stabile, le zucchine vengono cotte, versandole sopra un uovo sbattuto con latte scremato. Un tale piatto si ottiene con successo non solo nel forno, ma anche a bagnomaria. La porzione media non deve superare i 100 g e puoi usarla 2-3 volte a settimana.

Aspic per la pancreatite

Piatti in gelatina a base di gelatina, con aggiunta di carne o polpa di pesce: cosa c'è di più gustoso e soddisfacente? Tuttavia, con le malattie dell'apparato digerente, tali piatti spesso non solo non sono raccomandati, ma anche proibiti. Questo divieto si applica alla pancreatite? Sfortunatamente sì.

I piatti di Aspic si distinguono per un alto contenuto di grassi e per la presenza di un brodo concentrato, che non è consentito utilizzare con l'infiammazione del pancreas. Per digerire questo prodotto, è necessaria una maggiore produzione di lipasi, ovvero l'organo malato dovrà lavorare sotto carico aggiuntivo. Di conseguenza, l'attività enzimatica della ghiandola può essere disturbata, anche la circolazione sanguigna locale cambierà, il che può causare una nuova esacerbazione della malattia.

Gastroenterologi e nutrizionisti si oppongono categoricamente all'uso di tali piatti per la pancreatite, anche se il paziente ha una remissione stabile a lungo termine. Quindi non vale la pena rischiare: d'accordo, perché la salute è ancora più cara.

Maccheroni e formaggio per la pancreatite

La pasta - vermicelli, tagliatelle, spaghetti, ecc. - non è considerata un prodotto proibito per la pancreatite, quindi puoi integrare la tua dieta senza paura.La pasta di alta qualità viene facilmente assorbita dall'apparato digerente senza appesantire il lavoro del pancreas. Ma attenzione: stiamo parlando di un prodotto di qualità realizzato a base di grano duro. Non sono consigliate varietà di pasta economiche per una dieta con pancreatite, a causa della loro lunga digestione e della creazione di un carico sull'organo malato.

La pasta può essere mangiata non appena i principali segni di pancreatite si attenuano, cioè bypassando il periodo acuto della malattia. Si fanno bollire fino a quando non si ammorbidiscono: di questo bisogna tenerne conto, poiché l'opzione “al dente” durante la dieta è sconsigliata. Come condimento, puoi usare una piccola quantità di olio vegetale o yogurt magro.

Per quanto riguarda un piatto di pancreatite come maccheroni e formaggio, può essere incluso nella dieta con remissione persistente, quando i periodi acuti e subacuti della malattia sono molto indietro. La pasta viene bollita, condita con una piccola quantità di burro e cosparsa di formaggio a pasta dura grattugiato, preferibilmente non salato e magro. Un tale piatto può essere consumato non più di una volta alla settimana.

Translation Disclaimer: The original language of this article is Russian. For the convenience of users of the iLive portal who do not speak Russian, this article has been translated into the current language, but has not yet been verified by a native speaker who has the necessary qualifications for this. In this regard, we warn you that the translation of this article may be incorrect, may contain lexical, syntactic and grammatical errors.

You are reporting a typo in the following text:
Simply click the "Send typo report" button to complete the report. You can also include a comment.