^

Salute

A
A
A

Bagnare il letto in donne, uomini e bambini

 
, Editor medico
Ultima recensione: 18.10.2021
 
Fact-checked
х

Tutti i contenuti di iLive sono revisionati o verificati da un punto di vista medico per garantire la massima precisione possibile.

Abbiamo linee guida rigorose in materia di sourcing e colleghiamo solo a siti di media affidabili, istituti di ricerca accademici e, ove possibile, studi rivisti dal punto di vista medico. Nota che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili per questi studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri contenuti sia impreciso, scaduto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

Vari disturbi della minzione sono fenomeni abbastanza comuni, caratteristici sia per i bambini che per gli adulti. Particolarmente comune è l'umidificazione del letto: è un problema complesso che influenza, tra l'altro, lo stato psicologico di una persona.

Negli ambienti medici, l'enuresi si chiama enuresi. Un paziente che soffre di un tale disturbo non sente il bisogno di urinare durante il sonno notturno. Fino all'età di tre anni, una tale mancanza di controllo sul processo urinario può essere considerata la norma: un bambino prima dei 3 anni non può ancora rispondere correttamente e tempestivamente a un impulso, poiché il suo sistema nervoso è in fase di formazione. Tuttavia, i segni di incontinenza urinaria notturna in un bambino dopo 4-5 anni, o anche negli adulti, non possono essere fisiologici e indicare la presenza di patologia. [1]

Epidemiologia

Secondo le statistiche, gli adulti raramente soffrono di bagnare il letto. Più spesso viene diagnosticato durante l'infanzia:

  • nei bambini di sei anni, nel 15% dei casi;
  • nei bambini di otto anni - nel 12% dei casi;
  • nei bambini pretermine - nel 7% dei casi;
  • nei bambini di dodici anni - nel 3% dei casi.

Circa il 16% dei bambini guarisce quando raggiunge l'adolescenza. La frequenza delle recidive spontanee in molti pazienti rimane piuttosto elevata. [2]

I ragazzi soffrono di bagnare il letto circa 1,8 volte più spesso delle ragazze. [3]

Le cause enuresi

Il verificarsi di bagnare il letto nell'età adulta e nell'infanzia è spesso associato ai seguenti motivi:

  • impreparazione legata all'età del sistema nervoso centrale e del sistema urinario (di solito tutto torna alla normalità entro circa 5 anni);
  • maturazione ritardata della NS (a volte i disturbi neuropsichiatrici, i disturbi comportamentali, ecc. Diventano fattori ritardanti);
  • fattori psicologici e stressanti (trasferimento, perdita dei propri cari, turbolenze familiari);
  • eredità avversa;
  • produzione disturbata dell'ormone antidiuretico;
  • patologie e infezioni del tratto genito-urinario (cistite, prostatite, ecc.).

Le cause meno comuni sono:

  • convulsioni epilettiche di notte;
  • apnea notturna, ostruzione incompleta del tratto respiratorio superiore;
  • patologie endocrine (insufficiente o eccessiva funzionalità tiroidea, diabete);
  • prendendo alcuni farmaci. [4]

Bagnare il letto e alcool

Grandi quantità di alcol etilico sono un peso insopportabile per il corpo. Una grave intossicazione può causare uno svuotamento incontrollato dell'organo urinario: più spesso ciò accade in pazienti con alcolismo cronico.

L'etanolo ha la capacità di entrare rapidamente nel flusso sanguigno, assorbito nel tratto digestivo. L'alcol viene trattenuto a lungo nei tessuti, essendo diviso in acetaldeide e acido acetico. Il primo componente del decadimento è la sostanza tossica più forte, che porta alla morte delle cellule nervose nel cervello. Di conseguenza, la funzione del sistema nervoso è completamente sconvolta, la trasmissione di segnali responsabili di molte funzioni vitali è bloccata.

L'incontinenza urinaria notturna dopo aver bevuto alcolici può anche essere spiegata dal fatto che l'etanolo ha proprietà diuretiche. Inoltre, la necessità di un loro rapido smaltimento diventa una risposta naturale dell'organismo alle sostanze tossiche. Il lavoro del meccanismo renale è accelerato, il fluido urinario inizia a essere prodotto in un volume maggiore.

Con l'uso prolungato di bevande alcoliche, il tono dei muscoli responsabili della ritenzione idrica nella vescica diminuisce. Nel tempo si sviluppano processi atrofici, che portano già all'incontinenza cronica anche dopo aver rifiutato l'alcol.

L'incontinenza urinaria notturna dopo aver bevuto si manifesta di solito dopo essersi addormentati, sullo sfondo di una completa perdita di coscienza, rilassamento muscolare. Nella fase iniziale, il problema può essere di natura episodica, ma successivamente l'incontinenza si nota sempre più spesso, anche durante il giorno. [5]

Incontinenza notturna adenoidea

Abbastanza spesso (specialmente nell'infanzia) l'umidificazione del letto è combinata con altre malattie o condizioni - ad esempio, con processi allergici, sindrome da iperattività, adenoidite. Sembrerebbe che possa legare l'enuresi e le adenoidi dei bambini? Tuttavia, esiste un collegamento indiretto.

Le crescite adenoidi pronunciate interferiscono con il normale processo respiratorio, specialmente di notte. È difficile per il bambino respirare liberamente, russa e dorme irrequieto. Tali disturbi in alcuni bambini provocano un aumento della pressione. In risposta, viene innescata una reazione protettiva del corpo, che stimola la produzione di ormoni volti a stabilizzare questa pressione. Allo stesso tempo, c'è una rimozione attiva del liquido in eccesso dai tessuti e la vescica viene riempita più velocemente del solito.

È necessario risolvere questo problema: prima di tutto, devono essere prese misure per facilitare la respirazione nasale nel bambino. Il trattamento è prescritto da un pediatra dopo aver consultato uno specialista ORL pediatrico e un allergologo.

Fattori di rischio

Le cause indirette e i fattori predisponenti per lo sviluppo della bagnatura sono i seguenti:

  • disturbi digestivi, costipazione frequente e prolungata;
  • infestazioni elmintiche;
  • peso in eccesso;
  • predisposizione ereditaria (la presenza di un problema simile in uno dei genitori);
  • nascite complesse che potrebbero causare lo sviluppo di problemi neurologici nel bambino;
  • ambiente familiare psicologico ed emotivo difficile;
  • vivere in condizioni igieniche insoddisfacenti;
  • abuso di alcool.

Patogenesi

Un bambino appena nato non può controllare determinati processi - in particolare, come i movimenti intestinali e la minzione. Man mano che invecchiano, viene istituito il meccanismo della minzione arbitraria e il bambino inizia a visitare il bagno da solo, anche di notte: di solito questo accade a circa 4 anni, a volte alle cinque. Se l'incontinenza notturna continua in un bambino più grande, allora parlano di patologia.

La pipì a letto è un problema serio, sia per i bambini che per gli adulti. È importante capire che stiamo parlando di una malattia e non della mancanza di educazione, testardaggine o tratti della personalità di una persona. L'incontinenza deve essere trattata: specialisti come urologi, neuropatologi, psicoterapeuti, terapisti e pediatri aiutano in questo. [6]

Le cause del problema possono essere molte. Nell'infanzia è più probabile che si verifichi l'incontinenza primaria: questa è una patologia associata all'imperfezione del sistema nervoso. In una tale situazione, il bambino non sente la pienezza della vescica e gli impulsi urinari, che alla fine porta a un "incidente" durante il riposo notturno.

L'incontinenza secondaria è più spesso diagnosticata negli adolescenti e nei pazienti adulti. Si forma sullo sfondo di altre patologie congenite o acquisite e spesso si manifesta non solo di notte, ma anche di giorno. [7]

Di grande importanza nella patogenesi è il ritardo nella maturazione del sistema nervoso nella stadiazione ritardata delle capacità di regolazione urinaria. Secondo gli esperti, l'imperfezione del sistema nervoso centrale provoca un disturbo nelle funzioni regolatorie di molti sistemi nel corpo. In particolare, le contrazioni della vescica potrebbero non essere controllate durante il sonno. Poiché l'umidificazione è una patologia multifattoriale, i disturbi organici e psicogeni, che sono spesso combinati tra loro, svolgono un ruolo significativo nel suo sviluppo.

Il problema è spesso causato anche da una serie di altre condizioni dolorose, ad esempio diabete, insufficienza renale neoligurica, infezioni genitourinarie, costipazione, vescica neurogena, difetti del tratto urinario, apnea o russamento. [8]

Studi indipendenti hanno dimostrato che una ridotta formazione di liquido urinario durante i periodi di riposo notturno è dovuta all'aumento della produzione di vasopressina. Pertanto, alcuni pazienti con bagnare il letto vengono trattati con successo con Desmopressin. Tuttavia, ci sono prove di casi di ridotta sensibilità renale a questi ormoni, che richiede un approccio terapeutico fondamentalmente diverso. [9]

Sintomi enuresi

Il sintomo principale di bagnare il letto è evidente: si tratta di uno svuotamento involontario della vescica durante il riposo notturno.

Se il problema si verifica sullo sfondo di altre patologie, potrebbero essere rilevati altri primi segni:

  • con disturbi neurologici si possono notare iperattività, nevrosi, tic, depressione, balbuzie;
  • con lesioni infettive e infiammatorie del tratto genito-urinario, si nota un aumento o altri cambiamenti nella diuresi, dolore durante la minzione, dolore addominale, temperatura corporea elevata.

L'incontinenza del sonno durante l'uretra diurna normale è chiamata enuresi monosimpatica. Si dice che la patologia polisimpatica sia se il paziente combina l'incontinenza notturna con altri disturbi urinari - questa può essere urgenza, pollakiuria, enuresi diurna, ecc. Tutti questi sintomi indicano la presenza di sindrome della vescica iperattiva.

Se episodi di incontinenza si verificano in un paziente meno di tre volte a settimana, allora parlano di patologia periodica. Se le notti bagnate si verificano più spesso di questo indicatore, i medici diagnosticano l'incontinenza urinaria notturna stabile.

Bagnare il letto nei bambini

Uno dei fattori dell'insorgenza dell'incontinenza urinaria notturna nei bambini è l'ereditarietà, l'altro è l'instabilità dello stato psicologico. L'incontinenza improvvisa può verificarsi dopo una forte paura, una situazione stressante, ecc. Tipicamente, il problema si verifica nella fase del sonno profondo, con sonnambulismo o in presenza di fobie notturne.

L'atmosfera all'interno della famiglia - scandali regolari, incomprensioni tra genitori, divorzio, comparsa di un secondo figlio, cambio di residenza - influenza spesso la formazione di bagnare il letto.

Un altro fattore comune è i problemi urologici. I sintomi tipici sono frequenti impulsi urinari, disturbi del processo di minzione, ecc. La fonte del problema dovrebbe essere ricercata nello stato degli organi genito-urinari.

Se durante la gravidanza è stata registrata ipossia fetale o si è verificata una lesione alla nascita, successivamente ciò può influire sulla salute del cervello del bambino. Le patologie neurologiche si manifestano spesso con la bagnatura del letto.

Si scopre che ci sono molte ragioni per la comparsa di un problema simile nei bambini. Pertanto, ogni bambino deve essere attentamente esaminato, ad eccezione non solo dei fattori urologici, ma anche neurologici e somatici. [10]

Incontinenza urinaria adolescenziale

Quando si parla di bagnare il letto, spesso significano bambini piccoli. Tuttavia, questo problema può manifestarsi nell'adolescenza. Ecco un elenco delle cause alla radice del problema:

  • sindrome della vescica iperattiva;
  • processi infiammatori nel sistema genito-urinario;
  • predisposizione ereditaria;
  • caratteristiche di regolazione nervosa, ecc.

I fattori psicologici hanno un effetto indiretto sulla formazione dell'incontinenza urinaria notturna:

  • custodia eccessiva (un adolescente eccessivamente istruito continua a sentirsi un bambino e quindi si comporta di conseguenza);
  • mancanza di attenzione (inconsciamente, un adolescente compie azioni che, in un modo o nell'altro, attirano l'attenzione su se stesso);
  • stress, situazioni traumatiche (l'incontinenza urinaria può essere una specie di reazione ai litigi dei genitori, alla perdita dei propri cari, ecc.).

Spesso l'enuresi si combina con l'enuresi diurna. Un problema così complesso richiede un approccio speciale al trattamento, con una visita obbligatoria a uno psicologo.

Bagnare gli adulti

Le cause dell'enuresi notturna nell'età adulta sono completamente diverse rispetto ai bambini. La violazione può indicare un cambiamento nella funzione ormonale, un malfunzionamento del funzionamento dei reni, malattie degli organi interni, del sistema nervoso o può essere il risultato dell'assunzione di determinati farmaci. In generale, le cause del problema negli adulti sono suddivise nelle seguenti categorie:

  • neurologico (a causa di lesioni, ictus, ecc.);
  • urogenitale (vescica iperattiva, incontinenza urgente o da stress).

L'incontinenza urinaria notturna nelle donne si manifesta particolarmente spesso durante l'aggiustamento ormonale, in particolare durante la menopausa. Si noti inoltre che l'incontinenza femminile si verifica più spesso dell'incontinenza maschile. Altri fattori nella comparsa di questo problema nelle donne possono essere il parto difficile, l'aborto, i disturbi neurologici.

Ma la pipì a letto negli uomini appartiene più spesso al tipo urgente - cioè è associato alla neurogenicità urinaria. Esistono diversi motivi per questo problema:

  • danno traumatico alla colonna vertebrale;
  • trauma cranico (trauma cranico);
  • ha avuto un infarto.

Nella maggior parte dei casi, l'incontinenza urgente colpisce gli uomini più anziani che presentano questi ulteriori sintomi dolorosi:

  • minzione frequente incontrollata;
  • fuoriuscita di liquido urinario (incontinenza).

La pipì a letto negli anziani non è sempre correlata alla vescica neurogena. Il problema può essere innescato da una lesione infettiva del sistema urinario (infiammazione della prostata, cistite, ecc.), Processi tumorali di varia origine (incluso un adenoma o un tumore della ghiandola prostatica).

L'enuresi da stress è spesso causata da insufficienza della vescica uretrale o urinaria, che provoca una maggiore mobilità dell'uretra o insufficienza dello sfintere.

Se il problema è associato a un riempimento eccessivo della vescica, l'incontinenza è più spesso dovuta alla pervietà uretrale compromessa o alla contrazione impropria dell'urea. Ci sono cause meno comuni:

  • restringimento della stenosi dell'uretra;
  • assumere medicinali antiallergici e diuretici;
  • diabete mellito;
  • sclerosi multipla.

In alcuni casi, i medici diagnosticano la bagnatura idiopatica. Questo termine significa che non è stato possibile stabilire la causa principale della violazione.

Forme

Di quali tipi di bagnanti parlano di solito gli esperti?

  • L'incontinenza imperativa (è anche urgente, imperativa) si manifesta nell'incapacità di trattenere l'urina nel punto di picco del bisogno urinario. Tale malfunzionamento è di solito causato da una maggiore attività della muscolatura delle pareti della vescica a causa di patologie del cervello o del midollo spinale, disturbi ormonali, processi infiammatori o altri processi dannosi nella vescica.
  • L'incontinenza da stress durante la notte può verificarsi al momento della tosse, dello starnuto, ovvero di un improvviso aumento della pressione nella cavità addominale. Il problema è dovuto a disturbi dello sfintere dovuti a disturbi ormonali, anatomici o nervosi.
  • L'incontinenza inconscia (nota anche come riflesso) è spiegata dalla condotta scorretta di un segnale nervoso alla vescica: una persona non sente l'impulso di andare in bagno anche con la vescica piena. Di conseguenza, questo porta allo svuotamento riflesso dell'organo.
  • La minzione continua sotto forma di perdite è spiegata da un disturbo della conduzione nervosa o da una regolazione incompleta degli sfinteri. A volte i muscoli della vescica perdono la capacità di contrarsi adeguatamente: di conseguenza, si accumula troppo liquido nel corpo, che inizia a perdere.
  • La bagnatura diretta è qualsiasi tipo di minzione involontaria che si verifica durante il sonno notturno nei pazienti adulti o nei bambini di età superiore ai 5 anni. Tale patologia può essere primaria (si verificano dalla nascita) o secondaria (appare già sullo sfondo di un riflesso urinario adeguatamente formato).

Complicazioni e conseguenze

Gli esperti affermano che esiste una netta connessione tra bagnare il letto nei ragazzi e ulteriori problemi di potenza in un maschio adulto. Per le ragazze, l'incontinenza urinaria durante l'infanzia può alla fine trasformarsi in frequenti infezioni del sistema genito-urinario, in particolare la cistite.

Molti bambini con enuresi hanno una qualità di vita significativamente peggiore: la formazione della personalità è compromessa, si sviluppa una grave nevrosi. L'insicurezza, la scarsa autostima possono trasformarsi in un disordine, causando disorientamento sociale. Secondo i dati personali dei pazienti che hanno avuto la possibilità di affrontare l'incontinenza urinaria notturna, la violazione ha avuto un effetto estremamente negativo sulla loro vita.

L'incontinenza urinaria è uno stress psicologico sia per i pazienti stessi che per il loro ambiente. Diventa difficile per una persona comunicare con amici e colleghi, è difficile fare un viaggio o anche andare a visitare. Per un bambino che soffre di enuresi, un viaggio in un campo per bambini o in un'escursione diventa un problema. Gli estranei, e talvolta le persone vicine, sono spesso molto crudeli con i malati, ricorrendo non solo al ridicolo, ma anche alle punizioni. I pazienti (in particolare i bambini) hanno un senso prevalente di vergogna, paura, che nel tempo si sviluppa in un complesso di inferiorità, si sviluppano stati depressivi.

Diagnostica enuresi

Qualsiasi misura diagnostica inizia con la raccolta dei reclami dei pazienti. Il medico chiarisce le possibili cause della violazione, il grado e la frequenza della bagnatura, ascolta i relativi reclami. Inoltre, è consigliabile intervistare i parenti del paziente su segni dolorosi simili al fine di escludere l'origine ereditaria della malattia.

Alcuni specialisti suggeriscono che i pazienti compilano un cosiddetto elenco "questionario" di problemi relativi all'incontinenza urinaria. Il "questionario" standard comprende i seguenti elementi:

  • Per quanto tempo il paziente mostra segni di incontinenza?
  • Ci sono cambiamenti nella quantità di urina prodotta?
  • I casi di bagnare il letto stanno diventando più comuni?
  • Che cosa associa il paziente alla comparsa di episodi di enuresi (sforzo fisico, tosse, corsa, risate o starnuti, trasporto di oggetti pesanti, cambiamento della posizione del corpo, suono di spruzzi d'acqua, stress, ipotermia, ecc.)?
  • Ci sono altri problemi con la minzione?
  • Quanto spesso devi frenare la minzione?
  • Il fluido urinario perde (con o senza impulsi)?
  • Il paziente si sveglia per andare in bagno la sera?
  • L'incontinenza urinaria notturna influenza la qualità della vita di tutti i giorni?

Inoltre, il medico inizia spesso il paziente a mantenere un diario speciale. In esso, il paziente deve annotare quotidianamente la quantità di liquido bevuto, la frequenza e il volume della minzione, la qualità della tentazione, gli episodi di incontinenza urinaria (giorno e notte). [11]

Le donne che soffrono di bagnare il letto ricevono inoltre un esame vaginale, principalmente per escludere malattie di fondo. Patologie come l'atrofia della mucosa vaginale, il prolasso degli organi pelvici, ecc. Possono influenzare direttamente la comparsa di un problema.

Inoltre, durante l'esame, viene eseguito un test della tosse (quando si tossisce, si nota il fluido urinario dall'uretra).

I test delle urine sono sempre prescritti per qualsiasi malattia associata al sistema urinario. Per raccogliere un'analisi generale, è necessario:

  • Prima di raccogliere il biomateriale, sciacquare a fondo (lavare) i genitali esterni;
  • per raccogliere l'urina alla prima visita mattutina alla toilette (raccolta dalla porzione centrale del flusso).

La diagnostica strumentale di solito consiste nella risonanza magnetica, nell'ecografia degli organi pelvici. Inoltre, viene prescritta una diagnosi urodinamica per aiutare a determinare il tipo di incontinenza. [12]

Diagnosi differenziale

La diagnosi differenziale, prima di tutto, viene eseguita con convulsioni epilettiche notturne. Inoltre, l'incontinenza prima di coricarsi è spesso un sintomo della sindrome dell'apnea notturna con ostruzione incompleta del tratto respiratorio superiore. Alcune malattie endocrine (diabete, ipotiroidismo, gozzo endemico) sono spesso associate a disturbi genito-urinari. Presumibilmente, l'incontinenza notturna tra problemi endocrini si verifica a causa di innervazione autonomica della vescica compromessa. Nei processi allergici si osserva una maggiore eccitabilità dell'organo urinario. Un'eccezione sono le allergie alimentari.

La bagnatura viene rilevata dopo l'ipotermia, nonché con allergie fredde, criotrauma. Per escludere determinate malattie e condizioni, viene effettuato un esame approfondito di tutto l'organismo, in particolare dell'area pelvica. [13]

Chi contattare?

Trattamento enuresi

Sebbene in alcuni pazienti (in particolare i bambini), l'umidificazione nel tempo scompaia anche senza alcun trattamento, non ci possono essere garanzie chiare su questo. Ecco perché il trattamento è prescritto in ogni caso in caso di incontinenza episodica ma persistente.

Il regime di trattamento è determinato in base al fattore eziologico di un caso particolare della malattia. In generale, i metodi terapeutici possono essere i seguenti:

  • farmaci (con l'uso di droghe);
  • non farmacologico (psicoterapico, fisioterapico, ecc.);
  • regime, ecc.

Molti praticano la tecnica dei "risvegli" notturni. Questa tecnica consiste nel risvegliare un paziente con la pipì a letto ogni ora dopo la mezzanotte. Dopo circa una settimana, la frequenza di “sveglia” si riduce, scegliendo la modalità più ottimale. Se gli episodi si ripetono, il ciclo si ripete.

Anche la terapia dietetica svolge un ruolo significativo nella guarigione. La dieta viene cambiata, a partire dalla restrizione dei liquidi (bevande e piatti liquidi). Esiste anche una dieta specifica Krasnogorsky, che aiuta ad aumentare la pressione osmotica del sangue e a trattenere l'umidità nei tessuti, che generalmente provoca una diminuzione del volume delle urine. [14]

Tutte le attività del regime sono le seguenti:

  • Assunzione di liquidi estremamente limitata nel pomeriggio. Dopo cena, il bere viene generalmente cancellato.
  • Il letto per dormire una notte non dovrebbe essere troppo morbido.
  • Se il paziente dorme troppo in profondità, è consigliabile trasformarlo più volte in un sogno.
  • Il paziente deve essere protetto da stress, sovraccarico psico-emotivo, superlavoro e ipotermia.
  • Durante il giorno, dovresti evitare cibi e piatti con caffeina, bevande gassate, frutta e bacche succose.

Farmaci che il medico può prescrivere

Se l'umidificazione è associata a processi infettivi nel tratto urinario, al paziente viene prescritto un ciclo completo di terapia antibiotica sotto il controllo del conteggio delle urine (viene anche presa in considerazione la sensibilità della microflora ai farmaci antibatterici e urosepici).

Se necessario, prescrivi tranquillanti con sonniferi - per stabilizzare la profondità del sonno (Eunoktin, Ramedorm). Se la resistenza a questi farmaci si sviluppa sullo sfondo di una forma di malattia simile alla nevrosi, poco prima del sonno vengono utilizzati stimolanti (Sydnocarb) o timolettici (Milepramin, Amitriptilina).

L'amitriptilina viene assunta normalmente in un dosaggio da 12,5 a 25 mg fino a tre volte al giorno (forma di compresse di rilascio di 10, 25 o 50 mg). Durante l'assunzione del medicinale, possono verificarsi effetti collaterali come aumento della pressione intraoculare, aumento della frequenza cardiaca, midriasi e costipazione.

Se l'incontinenza non ha alcun legame con i processi infiammatori, allora è ottimale prescrivere l'imipramina. È usato per il trattamento di adulti e bambini di età superiore ai sei anni (dosaggio da 0,01 a 0,05 g al giorno). Alcuni esperti praticano un tale schema terapeutico: un'ora prima di dormire una notte, al paziente vengono somministrati 25 mg di farmaco, ma se non ottengono l'effetto desiderato, dopo 4 settimane il dosaggio viene raddoppiato. Inoltre, la quantità del farmaco viene gradualmente ridotta e cancellata. Possibili effetti collaterali durante il trattamento: vertigini, aumento della sudorazione, secchezza delle fauci, disturbi dell'alloggio. [15]

Se stiamo parlando di enuresi nevrotica, al paziente vengono prescritti tranquillanti:

  • Idrossizina in compresse da 0,01-0,025 g o sciroppata (5 ml corrispondono a 0,01 g);
  • Medazepam in compresse da 0,01 go in capsule da 0,005 o 0,001 g;
  • Compresse di trimetosina 0,3 g ciascuna;
  • Meprobamato in compresse da 0,2 g, un corso della durata di 1 mese. [16]

Considerando che in molti casi la comparsa di un problema nei bambini è associata all'imperfezione del sistema nervoso del bambino, per il trattamento vengono utilizzati farmaci nootropici, come Glitsesed, Nootropil, Phenibut, Instenon, ecc. Tali farmaci sono prescritti per un uso a lungo termine - entro 1-2 mesi, in combinazione con altri tipi di terapia.

Se l'umidificazione è causata da instabilità della vescica urinaria, disturbi neurogeni o disturbi idiopatici del detrusore, al paziente può essere prescritta l'ossibutinina g / x sotto forma di compresse da 0,005 g (può essere utilizzata nei bambini di età superiore ai cinque anni).

I più usati con successo sono Desmopressin, un analogo artificiale dell'ormone Vasopressin, un regolatore dell'escrezione e dell'assorbimento del liquido libero nel corpo. Il farmaco più comune chiamato Adiuretin SD, disponibile in gocce. Il farmaco viene gocciolato nel naso (nell'area del setto nasale) 2-3 gocce al giorno per una settimana. Dopo aver raggiunto le notti senza "incidenti", il trattamento continua per altri 3 mesi, dopodiché le gocce vengono annullate. Se non si osserva un effetto positivo, il dosaggio viene aumentato di una goccia a settimana, fino al raggiungimento del risultato. I bambini di età superiore agli otto anni vengono sgocciolati fino a 12 gocce al giorno. [17]

Vitamine

Nonostante il fatto che una carenza di vitamine nel corpo non influisca direttamente sulla comparsa dell'incontinenza urinaria notturna, l'introduzione di preparati vitaminici nel corpo spesso aiuta a far fronte a questa violazione. Quindi, nel 2018, gli scienziati hanno condotto uno studio in cui hanno offerto alcune dosi di vitamine ai bambini con enuresi. Dopo un'attenta analisi dei risultati, sono state tratte le seguenti conclusioni:

  • gli integratori contenenti vitamina D e olio di pesce aiutano a prevenire l'umidificazione infantile (dai 7 ai 15 anni);
  • i dosaggi ottimali per i bambini sono 1000 UI / die di vitamina D e 1000 mg / die di olio di pesce.

In alcuni casi, il dosaggio può aumentare, che deve essere monitorato dal pediatra presente. È consentito assumere olio di pesce, sia in forma pura, sia in capsule o pastiglie masticabili, che non è di fondamentale importanza.

Trattamento fisioterapico

Tra i metodi di trattamento aggiuntivi, la fisioterapia, rappresentata da tali procedure, è abbastanza comune:

  • agopuntura (riflessologia, che provoca la comparsa nel corpo di correnti bioelettriche che influenzano positivamente il lavoro della vescica);
  • magnetoterapia (il metodo si basa sull'influenza dei campi magnetici a bassa frequenza con un effetto variabile o costante su un'area dolorosa del corpo);
  • trattamento laser (comporta l'esposizione a un fascio di luce concentrato sul corpo);
  • trattamento musicale (metodo psicoterapico musicale specifico), ecc.

L'efficacia di tali tecniche dipende dalle caratteristiche del corpo, dalle cause dell'incontinenza urinaria notturna, nonché dall'età e dalla presenza di altre malattie nel paziente. La fisioterapia è sempre prescritta in combinazione con farmaci e altri tipi di trattamento.

Trattamento alternativo

I guaritori alternativi offrono i propri metodi, a volte straordinari, di correzione della funzione urinaria. Ad esempio, durante l'umidificazione, si consiglia di eseguire la seguente procedura: per un breve periodo di tempo, immergere i piedi del paziente in acqua molto fredda (letteralmente ghiaccio), quindi pulirli accuratamente con un asciugamano morbido e riscaldarli rapidamente.

Inoltre, per i pazienti con enuresi, si consigliano altri metodi per trattenere i liquidi nel corpo per prevenirne l'eliminazione. Ad esempio, prima di andare a letto, al paziente è permesso mangiare un pezzo di aringhe salate o pane integrale con sale. La condizione più importante è che una tale "cena" non debba essere lavata con alcun liquido.

Invece del sale, alcuni esperti consigliano di usare il miele - circa 1 cucchiaino ciascuno. Tutti i giorni prima di andare a letto a lungo. Come funziona esattamente il miele in questo caso non è noto. Tuttavia, molti pazienti riportano un significativo miglioramento del benessere e il sollievo dei sintomi dolorosi associati alla bagnatura del letto.

Trattamento a base di erbe

Per eliminare l'incontinenza urinaria notturna, vengono utilizzate con successo infusioni e decotti a base di iperico e aneto.

  • 1 cucchiaio. L. I semi di aneto vengono preparati in 200 ml di acqua bollente, insistendo sotto un coperchio per 2,5 ore e vengono usati un po 'all'interno per bere l'intero volume al giorno. Il trattamento viene continuato ogni giorno per 7-10 giorni.
  • 40 g di materia prima secca di iperico vengono versati in un thermos e riempiti con 1 litro di acqua bollente. Insistere per 2,5 ore e bere tutto il giorno invece del tè.

Il volume dominante di qualsiasi liquido, comprese varie infusioni, dovrebbe essere bevuto al mattino. Alcune ore prima di andare a letto, l'assunzione di liquidi deve essere interrotta.

In molte ricette per bagnare il letto è presente piantaggine - o meglio, semi di piante. Si scopre che non devono assolutamente essere precotti. Basta prendere ½ g di semi tre volte al giorno, lavati con acqua. La durata di tale trattamento è di un mese. In assenza di semi, è consentita l'infusione di foglie di piante: viene bevuta in 1 cucchiaio. L. Quattro volte al giorno.

Omeopatia

Tra i vari metodi di trattamento alternativo per bagnare il letto, gli esperti più spesso raccomandano l'omeopatia. Questo tipo di terapia è attivamente utilizzato sia nella pratica pediatrica che in quella adulta. Tuttavia, la scelta indipendente di farmaci non è benvenuta: sono selezionati da uno specialista, tenendo conto non solo dei sintomi, ma anche delle caratteristiche individuali del corpo. Ad esempio, con l'incontinenza da stress, Gelsemium è raccomandato per molti pazienti, ma il medico prescrive il dosaggio individualmente.

Per le nature piene di lacrime e lunatiche che richiedono maggiore attenzione, Pulsatilla è adatto. Se l'incontinenza notturna è associata a fobie, viene prescritto Argentum nitricum.

L'incontinenza dovuta ai tumulti familiari richiede la nomina di Natrium muriaticum o Causticum.

Non dobbiamo dimenticare che l'umidificazione può avere natura sia funzionale che organica. Solo uno specialista può capire le ragioni. Pertanto, non automedicare. È meglio consultare immediatamente, senza perdere tempo, un medico che selezionerà il regime di trattamento più ottimale, avendo precedentemente determinato l'origine del problema.

Trattamento chirurgico

La chirurgia per bagnare il letto è una procedura seria, con il possibile sviluppo di complicanze. L'efficacia di tali operazioni è stimata all'80% circa.

Molto spesso, i chirurghi suggeriscono i seguenti interventi:

  • sospendere l'operazione (imbracatura);
  • plastica vaginale;
  • stadiazione di un impianto di sfintere;
  • iniezione di preparati volumizzanti nel sito periuretrale.

Le indicazioni per l'intervento chirurgico sono:

  • enuresi da stress acquisita;
  • perdita combinata di urina con una componente di stress dominante;
  • rapida progressione della violazione;
  • mancanza di efficacia dal trattamento farmacologico.

Ciascuna delle operazioni ha le proprie indicazioni e controindicazioni aggiuntive. Prima di decidere su un passo così cruciale, è necessario valutare attentamente tutti i possibili rischi, condurre un esame diagnostico completo e consultare un numero di specialisti medici.

Prevenzione

Le misure preventive per prevenire l'insorgenza dell'incontinenza urinaria notturna si basano sulle seguenti azioni:

  • igiene personale, formazione nelle abilità di base di ordine;
  • controllo del volume del liquido potabile in base al tasso medio di consumo;
  • trattamento tempestivo di malattie urologiche infettive e altre;
  • elusione della pressione morale su una persona, eliminazione dello stress, lotta contro le fobie.

Se il paziente ha già avuto casi di bagnare il letto, è necessario adottare misure per prevenire la ricaduta di questo problema:

  • stabilire un regime di consumo, con la limitazione dell'uso di bevande nel pomeriggio e soprattutto la sera;
  • avere pazienza con il paziente, evitare il ridicolo, la maleducazione, in nessun caso non punire e non concentrarsi sul problema;
  • limitare non solo il consumo di liquidi, ma anche l'uso di alimenti liquidi (zuppe, frullati, verdure e frutta succose);
  • fornire accesso all'aria fresca nella camera da letto;
  • evitare stress, situazioni stressanti psico-emotive, affaticamento eccessivo;
  • evitare l'ipotermia;
  • Non mangiare cibi e piatti con proprietà diuretiche (caffè, cacao, cioccolato, anguria, ecc.).

Si consiglia di svegliare i bambini che soffrono di bagnare il letto circa 3 ore dopo essere andati a letto - per andare in bagno e svuotare la vescica. [18]

Previsione

La pipì a letto può scomparire da sola, tuttavia, questo scenario è caratteristico solo per polmoni, patologie non gravi del sistema nervoso e del midollo spinale. Problemi simili dell'infanzia spesso scompaiono all'età di circa 12-14 anni. Se inizi il trattamento in modo tempestivo, il recupero arriverà molto prima.

Con un'assistenza medica tempestiva e competente, la prognosi della malattia è abbastanza buona: dopo un paio di corsi terapeutici, il bambino è completamente guarito. [19]

Un'altra domanda è che se c'è una persona in famiglia che soffre di incontinenza notturna, questo problema riguarda tutti i suoi membri. Quasi tutti i pazienti, e in particolare i bambini, iniziano ad affrontare notevoli problemi psicologici. È una costante sensazione di colpa, vergogna, paura del sonno notturno. Il sonno diventa irrequieto, superficiale e il paziente stesso diventa irascibile, irritabile, capriccioso, insicuro. Spesso i pazienti diventano isolati, depressi, il che aggrava ulteriormente la situazione. Se a una persona non viene fornita l'assistenza medica necessaria per un lungo periodo, l'umidificazione del letto può diventare un problema per la vita. Pertanto, alle prime "chiamate" spiacevoli è molto importante visitare un medico e trattare il problema.

Translation Disclaimer: The original language of this article is Russian. For the convenience of users of the iLive portal who do not speak Russian, this article has been translated into the current language, but has not yet been verified by a native speaker who has the necessary qualifications for this. In this regard, we warn you that the translation of this article may be incorrect, may contain lexical, syntactic and grammatical errors.

You are reporting a typo in the following text:
Simply click the "Send typo report" button to complete the report. You can also include a comment.