^

Salute

A
A
A

Crampi alle gambe: cause

 
, Editor medico
Ultima recensione: 05.09.2022
 
Fact-checked
х

Tutti i contenuti di iLive sono revisionati o verificati da un punto di vista medico per garantire la massima precisione possibile.

Abbiamo linee guida rigorose in materia di sourcing e colleghiamo solo a siti di media affidabili, istituti di ricerca accademici e, ove possibile, studi rivisti dal punto di vista medico. Nota che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili per questi studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri contenuti sia impreciso, scaduto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

I crampi alle gambe si verificano quando un muscolo scheletrico si contrae involontariamente ed esercita la sua massima tensione sotto forma di uno spasmo improvviso, spesso molto doloroso, ma di breve durata. Le contrazioni convulsive si verificano più spesso nei muscoli del polpaccio della parte posteriore della gamba, così come nei muscoli del piede, nel muscolo bicipite femorale sopra il tendine del ginocchio o nel muscolo quadricipite davanti alla coscia. [1]

Epidemiologia

Come mostrano le statistiche, quasi sei anziani su dieci spesso hanno crampi alle gambe, principalmente di notte: tre casi su quattro si verificano durante il sonno.

Allo stesso tempo, i crampi alle gambe negli uomini si verificano quasi tre volte meno spesso rispetto ai crampi nelle donne.

Secondo alcune stime, l'arteriopatia periferica (vasi degli arti inferiori) colpisce quasi il 10% delle persone di età superiore ai 55 anni.

Le convulsioni febbrili colpiscono circa il 2-5% dei bambini di età inferiore ai cinque anni.

Le cause crampi alle gambe

Secondo gli esperti medici, in molti casi le cause dei crampi alle gambe sono sconosciute e tali crampi sono chiamati idiopatici.

Tra le cause individuabili, in primis, un carico eccessivo sui muscoli e un sovraccarico delle fibre muscolari del polpaccio o della parte posteriore della coscia (nella zona del tendine del ginocchio) con il verificarsi di crampi alle gambe dopo l'allenamento; sviluppare forti crampi alle gambe dopo la corsa - contrazioni dolorose intense che di solito si verificano con affaticamento e / o surriscaldamento. I crampi locali si osservano quando i singoli gruppi muscolari sono sovraccarichi a causa dell'esecuzione di movimenti veloci e frequentemente ripetitivi, il che, in particolare, spiega i crampi alle gambe durante l'orgasmo durante il sesso.

Crampi muscolari agli arti inferiori o  crampi , non associati ad una maggiore attività fisica, possono essere dovuti a molte ragioni diverse: crampi notturni alle gambe si verificano a causa di una posizione del corpo scomoda, raffreddamento o surriscaldamento nel sonno, letto troppo morbido o duro. Di notte, i crampi alle gambe sono più comuni nelle persone di età superiore ai 50 anni rispetto ai giovani e più spesso nelle persone in sovrappeso rispetto a quelle magre.

La causa principale dei crampi alle gambe al mattino è considerata una posizione lunga e goffa delle gambe durante il sonno, con spremitura dei vasi sanguigni.

I crampi alle gambe tonici si verificano durante il giorno quando una persona cammina a lungo, sta in piedi su una superficie dura per molto tempo o è costretta a sedersi per molto tempo. Spesso provoca crampi ai piedi di chi soffre di piedi piatti o indossa scarpe troppo strette e i tacchi alti non fanno che aumentare il rischio di crampi muscolari ai polpacci e ai piedi.

Molti hanno crampi alle gambe nell'acqua: la piscina o i bacini naturali. Quali sono le cause dei crampi alle gambe durante il nuoto? Gli esperti li associano alla flessione della pianta del piede durante il nuoto, quando tutti i muscoli della gamba formano una linea rigida dalla parte inferiore della gamba alle dita dei piedi, che consente di muoversi nell'acqua. Ma mantenere questa posizione sovraccarica i muscoli e può farli contrarre involontariamente - forti crampi alle gambe. Inoltre, in acqua fredda, a causa della compressione dei vasi sanguigni, la velocità di circolazione sanguigna diminuisce e con un apporto di ossigeno insufficiente ai tessuti muscolari, la conduzione neuromuscolare è disturbata.

Questi sono i tipi benigni più comuni di crampi alle gambe.

Leggi anche -  Perché mi vengono i crampi alle dita dei piedi

Tuttavia, ci sono molte condizioni e patologie in cui crampi alle gambe sinistra, destra o crampi a entrambe le gambe sono uno dei loro sintomi. Cioè, sono considerati secondari e, in questi casi, le cause dei crampi alle gambe sono associate a condizioni o malattie specifiche.

I crampi alle gambe dopo l'intervento chirurgico sono considerati un effetto collaterale dei farmaci antidolorifici per l'anestesia locale e l'anestesia generale.

Le convulsioni in una frattura della gamba si verificano quando l'osso ha un danno traumatico alle fibre muscolari che lo circondano e la compressione delle terminazioni dei nervi motori.

A causa dell'effetto tossico dell'etanolo sul sistema nervoso centrale con inibizione dei segnali nervosi, diminuzione del livello degli elettroliti a causa della disidratazione, nonché disturbi della circolazione sanguigna regionale, dopo aver bevuto alcolici si verificano crampi alle gambe (soprattutto da alcolisti). [2]

Spasmi muscolari sotto forma di convulsioni possono verificarsi per cause iatrogene: con l'uso prolungato di farmaci come agonisti beta-adrenergici selettivi (broncodilatatori), antidepressivi del gruppo SSRI, barbiturici, litio, statine, acido nicotinico, contraccettivi ormonali, citostatici ( farmaci antitumorali). Dopo l'uso prolungato di diuretici, cioè dopo i diuretici, i crampi alle gambe sono associati a una maggiore escrezione di magnesio dal corpo e allo sviluppo di  ipomagnesiemia .

Tirare gambe e crampi alle gambe durante la gravidanza (soprattutto nelle fasi successive) - a causa della diminuzione della quantità di magnesio e calcio nel sangue - ipocalcemia. I crampi ai piedi notturni si verificano spesso nel terzo trimestre di gravidanza a causa della pressione dell'utero sulle vene e del deterioramento del deflusso del sangue; questo spesso provoca crampi alle gambe e all'inguine. Per maggiori dettagli, vedere -  Perché unisce le gambe durante la gravidanza . E i crampi alle gambe dopo il parto sono il risultato della compressione dei vasi sanguigni e della tensione muscolare nella regione pelvica e nelle cosce.

I crampi alle gambe in un bambino possono verificarsi quando il corpo è disidratato (con vomito e / o diarrea); con carenza di vitamine; a causa di problemi alla tiroide. In condizioni febbrili associate a malattie infettive, nei bambini di età inferiore ai cinque anni, si combinano crampi alle gambe e febbre. Tali convulsioni sono chiamate febbrili.

Aumento del rischio di crampi alle gambe con parassiti - invasioni parassitarie: ascariasis, trichinosi, echinococcosi.

I frequenti crampi alle gambe negli anziani possono essere dovuti al naturale accorciamento dei tendini (dovuto alla perdita di liquidi) e alla diminuzione dell'elasticità delle fibre muscolari; anche in età avanzata si possono notare crampi dolorosi ai polpacci (a riposo) e alla parte anteriore del muscolo tibiale (dopo aver camminato), che sono sintomi di  neuropatia idiopatica delle gambe .

Oltre all'inattività fisica e alle alterazioni degenerative della natura muscolare legate all'età, nelle persone di età superiore ai 50 anni si verificano crampi alle gambe dovuti a  disturbi circolatori alle gambe . Una condizione comune con scarsa circolazione sanguigna associata ad aterosclerosi o insufficienza venosa sono i crampi alle gambe quando si cammina con la comparsa di dolore e persino zoppia temporanea. Nel primo caso, la scarsa circolazione sanguigna nelle arterie delle gambe in età avanzata è spesso correlata a problemi di alterazioni aterosclerotiche nei vasi cerebrali e gli esperti considerano i disturbi del sonno, mal di testa persistenti, frequenti capogiri e crampi alle gambe come il primo segnale del rischio di sviluppare una condizione così pericolosa in futuro come ictus ischemico.

Le persone che lamentano crampi e piedi freddi, oltre al fatto che le gambe fanno male a riposo, crampi la sera, dovrebbero essere esaminate per  la malattia vascolare periferica delle gambe  (che si sviluppa a causa dei depositi di colesterolo nelle arterie degli arti inferiori ).

Nel secondo caso, si tratta di crampi alle gambe con vene varicose - espansione varicosa delle vene superficiali, che è accompagnata da un deterioramento del deflusso del sangue venoso dalle gambe e da una violazione del trofismo muscolare. Questi tipi di crampi di solito colpiscono i muscoli del polpaccio e il quadricipite femorale, che sono allungati attraverso due articolazioni, cioè i crampi alle gambe si notano sopra il ginocchio, la coscia.

Reclami di crampi e piedi freddi sono associati a problemi endocrinologici: presenza di diabete o ipotiroidismo.

Se ci sono sintomi come convulsioni e  intorpidimento delle gambe  (parestesie), allora c'è il sospetto che questo sia il risultato della compressione delle terminazioni nervose e che l'osteocondrosi nella regione lombare con lo sviluppo di radicolopatia possa essere il colpevole.

Molto spesso, tali crampi alle gambe si osservano nel diabete a causa di disturbi neurologici -  neuropatia diabetica . Un altro fattore di rischio causale per le convulsioni nei diabetici è  l'angiopatia degli arti , che si sviluppa a seguito di una diminuzione dell'intensità del flusso sanguigno capillare e arterioso nelle gambe.

Se il paziente si lamenta di crampi e bruciore alle gambe, ciò può indicare neuropatia periferica - una violazione della trasmissione degli impulsi nervosi, osservata nel diabete, cancro, malnutrizione, infiammazione infettiva, chemioterapia di tumori maligni. Nelle persone sane, il bruciore alle gambe dopo i crampi è associato all'acidosi lattica, cioè all'accumulo nel sangue di acido lattico, un sottoprodotto della scomposizione del glucosio, la cui scomposizione (per energia) si verifica durante un allenamento intenso.

I crampi alle gambe e alla schiena, accompagnati da intorpidimento e formicolio alle gambe, possono dare un'ernia intervertebrale o intervertebrale (a causa di cambiamenti distrofici nei muscoli e disturbi della loro innervazione). E i crampi alle gambe con ernia del disco sono associati a nervi pizzicati o stenosi della colonna lombare; la compressione della radice nervosa è considerata dai neurologi come uno dei fattori predisponenti ai crampi notturni alle gambe. [3]

Se, oltre al verificarsi di convulsioni, le gambe falliscono, il paziente non esclude patologie come la sclerosi multipla (una malattia autoimmune del sistema nervoso, in cui i processi nervosi perdono la guaina mielinica e le funzioni muscolari sono compromesse con lo sviluppo di spasticità) o  malattia del motoneurone .

Accompagnata da contrazioni involontarie delle fibre muscolari - fascicolazioni - paresi flaccida periferica, cioè una diminuzione del tono muscolare di una o entrambe le gambe, può indicare problemi neurologici come sclerosi laterale amiotrofica o danni ai motoneuroni del midollo spinale (neuropatia motoria ).

Un elenco delle cause più probabili di crampi alle gambe e alle braccia include:

  • insufficienza delle ghiandole paratiroidi - ipoparatiroidismo, a causa del quale il livello di calcio nel sangue diminuisce;
  • forma cronica di insufficienza renale, che porta ad un aumento del contenuto di fosfati nel sangue;
  • mancanza di potassio;
  • disidratazione o mancanza di liquidi;
  • epilessia (con crisi tonico-cloniche);
  • delirio alcolico;
  • anemia (carenza di ferro o emolitica);
  • sclerosi multipla;
  • ipoglicemia;
  • infezioni, tumori primari o aneurisma cerebrale;
  • effetti collaterali dei farmaci.

Fattori di rischio

Riassumendo l'eziologia dei crampi alle gambe, i medici chiamano i seguenti fattori di rischio per il loro verificarsi:

  • sovraccarico dei muscoli degli arti inferiori;
  • stile di vita sedentario e obesità;
  • lesioni muscoloscheletriche;
  • alterazioni degenerative legate all'età nei tessuti muscolari e nei tendini;
  • disidratazione (disidratazione) associata sia a un'assunzione insufficiente di liquidi che a sudorazione eccessiva;
  • alcolismo;
  • piedi piatti, indossando scarpe non adatte;
  • bassi livelli di elettroliti (magnesio, calcio o potassio) nel sangue;
  • carenza di vitamine (B6, D, E);
  • gravidanza;
  • colesterolo alto nel sangue;
  • la presenza di disturbi neurologici o metabolici;
  • malattie endocrine (diabete mellito, ipotiroidismo, ipoparatiroidismo);
  • disturbi neuromuscolari, in particolare neuropatie, miopatie, malattie dei motoneuroni;
  • compressione dei nervi spinali;
  • cirrosi epatica;
  • insufficienza renale cronica ed effetti della dialisi renale (durante la quale viene rimosso troppo liquido dal corpo, il che sconvolge l'equilibrio degli elettroliti);
  • morbo di Parkinson, morbo di Huntington;
  • l'uso di determinati farmaci.

Le persone anziane hanno un rischio maggiore di crampi alle gambe: più vicino ai 50 anni, inizia la perdita di massa muscolare e, se una persona conduce uno stile di vita sedentario, questo processo progredisce.

Patogenesi

La biochimica della contrazione muscolare è molto complessa e non è ancora del tutto chiaro come si verificano i disturbi nella trasmissione degli impulsi nervosi. Il meccanismo di sviluppo dei crampi degli arti inferiori durante la notte, cioè la loro patogenesi, è spiegato dal fatto che i crampi si verificano quando il muscolo gastrocnemio - con le gambe in sogno con le ginocchia semipiegate e i piedi rivolti verso il basso - è in una posizione accorciata e può essere spasmodico ad ogni tentativo di cambiare posizione.

Inoltre, periodi prolungati nella stessa posizione durante il sonno sono accompagnati da un rallentamento della circolazione sanguigna e da una diminuzione dei livelli di ossigeno nei tessuti muscolari, che porta a crampi.

Esistono diverse versioni della patogenesi delle convulsioni durante lo sforzo fisico eccessivo. Tradizionalmente, si pensa che questi spasmi derivino da disidratazione, squilibri elettrolitici (inclusi magnesio, potassio e calcio), accumulo di acido lattico o bassi livelli di energia cellulare (sotto forma di ATP). Ad esempio, se il corpo manca di magnesio, il contatto dei neuroni afferenti ed efferenti nelle sinapsi colinergiche neuromuscolari viene interrotto: i canali delle membrane presinaptiche cessano di aprirsi e questo porta ad un aumento del livello di acetilcolina libera, un mediatore degli impulsi nervosi nei muscoli, nella fessura sinaptica.

Si presume che il meccanismo delle convulsioni sia associato ad una maggiore attività dell'arco riflesso neuromuscolare del SNC, dovuto, da un lato, all'effetto inibitorio degli organi tendinei del Golgi e, dall'altro, all'iperattivazione del muscolo mandrini. [4]

Sintomi crampi alle gambe

I crampi alle gambe si verificano all'improvviso, ma alcuni pazienti affermano di poter sentire i primi segni dello sviluppo di crampi sotto forma di fascicolazioni: contrazioni delle fibre muscolari.

I sintomi principali di un crampo sono una forte tensione, cioè una contrazione muscolare che provoca dolore. Allo stesso tempo, il muscolo angusto diventa duro (rigido) ed è impossibile rilassarlo con la forza di volontà.

Non rilascia crampi alle gambe per 20-30 secondi o diversi minuti; il crampo del muscolo quadricipite femorale dura più a lungo.

Dopo che il crampo è passato, per qualche tempo si può avvertire un dolore doloroso nel muscolo.

I crampi nel diabete catturano i muscoli delle gambe e dei piedi e sono accompagnati da parestesia (o iperestesia) e per diverse ore si può osservare un dolore abbastanza pronunciato alla gamba dopo un crampo con incapacità di muoversi normalmente. [5]

Complicazioni e conseguenze

In caso di crampi alle gambe dopo l'esercizio, non ci sono conseguenze negative per la salute o mediche.

I crampi alle gambe durante la notte possono peggiorare la qualità della vita disturbando il sonno.

Non è difficile indovinare quanto siano pericolosi i crampi alle gambe, che possono catturare una persona alla guida di un'auto o nuotare in un fiume...

Le stesse contrazioni muscolari involontarie non hanno nulla a che fare con le conseguenze di malattie, uno dei cui sintomi sono i crampi agli arti inferiori. Sebbene molte di queste condizioni, come la malattia vascolare periferica delle gambe, lo siano

Potenzialmente disabilitante.

Diagnostica crampi alle gambe

Da un punto di vista medico, le convulsioni benigne primarie sono raramente preoccupanti e la diagnosi è necessaria se si verificano costantemente contrazioni muscolari involontarie non correlate all'esercizio.

Esami necessari per crampi alle gambe: esami del sangue generali e biochimici; a livello di zucchero, creatinchinasi, lattato deidrogenasi, elettroliti, ormone paratiroideo, anticorpi specifici contro gli elminti.

Si effettua inoltre la diagnostica strumentale:

  • esame muscolare  (elettromiografia, ecografia);
  • dopplerografia ed ecografia dei vasi delle gambe,  angiografia .
  • La risonanza magnetica del midollo spinale viene eseguita in caso di debolezza muscolare focale o segni neurologici.

Diagnosi differenziale

La diagnosi differenziale è molto importante, poiché alcuni disturbi causano sintomi che ricordano le convulsioni: distonia, spasticità (compresa la miotonia), fascicolazioni, tremore essenziale, miochimia, tetania. Così come convulsioni focali (focali) o parziali alle gambe e convulsioni cloniche, caratteristiche dell'epilessia e dell'ipercinesi, determinate nell'epilessia.

I crampi alle gambe sono diversi da una condizione chiamata sindrome delle gambe senza riposo.

Spesso, la causa esatta dei crampi alle gambe è difficile da individuare e può essere dovuta a una combinazione di vari fattori.

Ad esempio, la dieta del Cremlino a basso contenuto di carboidrati, che, come la dieta Atkins, è una dieta cheto, rimuove i liquidi dal corpo. Di conseguenza, coloro che seguono una tale dieta per la perdita di peso (consumando molte proteine e grassi) sviluppano non solo costipazione, ma anche crampi alle gambe, poiché l'assorbimento del magnesio nell'intestino è ridotto.

Translation Disclaimer: The original language of this article is Russian. For the convenience of users of the iLive portal who do not speak Russian, this article has been translated into the current language, but has not yet been verified by a native speaker who has the necessary qualifications for this. In this regard, we warn you that the translation of this article may be incorrect, may contain lexical, syntactic and grammatical errors.

You are reporting a typo in the following text:
Simply click the "Send typo report" button to complete the report. You can also include a comment.