^

Salute

A
A
A

Prurito della pelle in un bambino

 
, Editor medico
Ultima recensione: 12.08.2022
 
Fact-checked
х

Tutti i contenuti di iLive sono revisionati o verificati da un punto di vista medico per garantire la massima precisione possibile.

Abbiamo linee guida rigorose in materia di sourcing e colleghiamo solo a siti di media affidabili, istituti di ricerca accademici e, ove possibile, studi rivisti dal punto di vista medico. Nota che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili per questi studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri contenuti sia impreciso, scaduto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

Il prurito della pelle in un bambino può essere dovuto a molte ragioni. Il provocatore più comune è la dermatite atopica, un po 'meno frequente: orticaria, dermatite erpetiforme di Dühring, eczema, mastocitosi e varie malattie infettive e autoimmuni. Come puoi vedere, il prurito non è un sintomo così innocuo come sembra a prima vista. Pertanto, non può essere ignorato o atteso fino a quando il problema "si risolve da solo". Ti consigliamo di leggere attentamente l'articolo e trarre le giuste conclusioni su cosa fare con il prurito dei bambini.

Epidemiologia

Il prurito nei bambini sta diventando sempre più comune. Quindi, negli ultimi trent'anni, si sono registrate frequenti visite dal medico su questo argomento: vengono curati circa il 17-18% dei bambini in età prescolare e fino al 20% degli adolescenti e degli studenti delle scuole primarie. Le ragioni di questa impennata non sono state ancora determinate. Nel frattempo, una tale tendenza si osserva non in tutto il mondo, ma solo nei paesi dell'Europa occidentale, del Sud e del Nord America e praticamente in tutto il territorio dello spazio post-sovietico.

Le statistiche affermano inoltre che i problemi di prurito nei bambini compaiono nell'80% dei casi se i genitori sono inclini a manifestazioni allergiche o hanno malattie croniche della pelle. Un sintomo patologico colpisce fino al 60% dei bambini in cui uno dei genitori è soggetto ad allergie.

Le cause pelle pruriginosa in un bambino

Immunità debole, abbondanza di allergeni, virus, funghi, batteri: tutto ciò può causare prurito in un bambino, da lieve a intenso e debilitante. Naturalmente, ogni genitore vuole aiutare il bambino il prima possibile. Ma l'aiuto sarà incompleto o addirittura inefficace se la causa iniziale dello stato di disagio non viene eliminata, quindi è molto importante rilevarla in modo tempestivo, prima che la malattia peggiori.

Le cause del disagio pruriginoso possono essere le seguenti malattie e condizioni:

  • Il rispetto insufficiente o, al contrario, eccessivo delle norme igieniche può portare allo sviluppo della dermatite atopica, una malattia che si verifica in presenza di determinati fattori irritanti. Oltre al desiderio ossessivo di grattarsi, in una situazione simile si possono osservare eruzioni cutanee sotto forma di bolle, gonfiore della pelle e arrossamento. La dermatite atopica, secondo le statistiche, si trova in un bambino su dieci, e questo è parecchio. Ma non in tutti i casi, l'intero complesso sintomatico si manifesta immediatamente nei bambini: spesso prurito ed eruzioni cutanee diventano l'unico segno iniziale di un problema.
  • Le allergie sono più spesso rilevate durante l'infanzia. Il prurito e le eruzioni cutanee possono indicare una scarsa tolleranza a cibi, medicinali, presenza di ipersensibilità a pollini o polvere, lana, prodotti chimici e detergenti, ecc. L'eruzione cutanea può essere diversa, locale o focale, oppure può essere del tutto assente. Lo scenario peggiore è lo shock anafilattico, che può trasformarsi in conseguenze estremamente negative, quindi al primo segno dovresti chiamare immediatamente "cure di emergenza".[1]
  • Un'eruzione cutanea da farmaci è una reazione dolorosa del sistema immunitario di una persona all'assunzione di determinati farmaci e gli antibiotici spesso diventano tali farmaci. Il prurito dopo gli antibiotici in un bambino ha quasi sempre un'origine allergica e può manifestarsi a livello focale o in tutto il corpo. Con l'uso ripetuto dell'antibiotico, il prurito può aumentare, compaiono eruzioni cutanee, gonfiore, fino a una reazione anafilattica. Ma non è sempre così: in alcuni bambini, il prurito diventa l'unica manifestazione di una tale risposta immunitaria.[2]
  • La scarlattina è una malattia caratterizzata dalla comparsa di una caratteristica eruzione cutanea scarlatta, che è una reazione specifica del corpo al rilascio di eritrotossina. Il prurito con la scarlattina in un bambino è moderatamente espresso e solo con un decorso grave e moderato può disturbare abbastanza intensamente. Entro la fine del periodo acuto della malattia, l'eruzione cutanea si asciuga, ma per qualche tempo possono essere presenti desquamazione e prurito.[3]
  • La varicella è una malattia estremamente spiacevole, classificata come un'infezione infantile. Il prurito da varicella nei bambini è particolarmente doloroso: un'infezione virale acuta viene trasmessa da goccioline nell'aria ed è provocata da un virus specifico appartenente alla famiglia degli Herpesviridae. La varicella colpisce spesso i bambini di 4-5 anni, ma anche i bambini più grandi possono ammalarsi.[4]
  • Ognuno di noi ha sperimentato punture di insetti, quindi si ritiene che il prurito delle zanzare in un bambino sia, da un lato, un fenomeno normale. Ma abbastanza spesso, i morsi banali si trasformano in una reazione allergica a tutti gli effetti e persino in un processo infiammatorio (ad esempio, se un bambino ha pettinato il sito del morso e ha portato un'infezione). Pertanto, i morsi di insetti - non solo zanzare, ma anche vespe, api, moscerini, cimici, zecche - non dovrebbero essere ignorati. Devono essere curati e persino consultare un medico. A proposito, il prurito prevalentemente notturno nei bambini è spesso correlato alla presenza di insetti come cimici, acari o pidocchi (pulci).
  • Un forte prurito in un bambino può essere causato dalla spremitura di una certa parte del corpo con vestiti, scarpe, tenendo e fissando bende (compresi i calchi di gesso). Spesso, un luogo legato con un elastico o un pizzo inizia a disturbare. Il prurito sotto un gesso in un bambino si verifica a causa di una violazione della circolazione sanguigna locale nei tessuti oa causa della maggiore secchezza della pelle causata dall'uso costante di una benda. Meno comunemente, la dermatite da contatto diventa la causa: questa è una sorta di reazione cutanea all'irritazione cutanea prolungata con componenti di gesso (ad esempio solfato di calcio). Se le sensazioni sotto il gesso diventano insopportabili, allora dovresti assolutamente visitare un medico: ci sono frequenti casi di malattie della pelle e allergiche che si sviluppano sotto la benda, che richiedono cure e interventi medici tempestivi.
  • Gli ossiuri spesso causano prurito nell'ano. L'attività di questi parassiti si attiva di notte, quando escono all'aperto e depongono le uova nell'area specificata. Per chiarire la diagnosi, dovresti fare un esame delle feci per le uova di vermi, oltre a raschiare, che aiuterà a determinare con precisione la causa del disagio. Tale diagnosi è necessaria, poiché il sintomo del prurito perianale può essere associato non solo alla presenza di ossiuri, ma anche alla formazione di microfessure nell'ano, ad esempio a causa della stitichezza prolungata in un bambino.[5]
  • La diatesi non è una malattia, come molti credono, ma solo una tendenza del corpo del bambino a sviluppare processi allergici e infiammatori. Se la causa di tale tendenza viene eliminata, il prurito scomparirà da solo. Pertanto, tutti gli sforzi devono essere diretti alla ricerca di un allergene: molto spesso si "nasconde" dietro l'uso di determinati alimenti.[6]
  • L'orticaria è la comparsa di eruzioni cutanee pruriginose di una tinta rossastra o rosata, come le vesciche, che di solito accompagnano le ustioni dell'ortica. Le eruzioni cutanee possono apparire e scomparire da sole entro una o due ore. La causa dell'orticaria può essere il freddo o l'esposizione al sole o un allergene direttamente nel corpo.[7]
  • Il morbillo è una pericolosa patologia virale, una delle cause di morte più comuni tra i bambini piccoli. Il prurito con il morbillo nei bambini non è il sintomo principale, poiché di solito non è molto pronunciato e non richiede l'uso di agenti antipruriginosi, tuttavia, in alcuni casi, ad esempio sullo sfondo della febbre, il disagio può aumentare.[8]

Fattori di rischio

L'intensità del prurito in un bambino può variare, da un leggero graffio a un forte disagio che disturba il benessere e il sonno del bambino. Nella maggior parte dei casi, la sensazione patologica è associata a processi allergici nel corpo del bambino, ma in circa un terzo dei casi si parla di patologie come diabete, disturbi della tiroide, squilibrio elettrolitico, disfunzioni dell'apparato digerente o nervoso. Inoltre, non è esclusa l'ipersensibilità a determinati medicinali, cibo, ecc.

Oltre alla causa di base, va notata anche la presenza di fattori provocatori che influiscono direttamente o indirettamente sulle manifestazioni del prurito. Questi fattori includono:

  • pelle secca (associata alla disidratazione o alla stagione fredda);
  • aumento della durezza dell'acqua, uso di prodotti da bagno "per adulti", vestiti e biancheria da letto selezionati in modo improprio (ad esempio sintetici);
  • sistema nervoso immaturo, instabilità dello stato mentale ed emotivo (eccessiva eccitabilità, fobie, nevrosi, ecc.);
  • alimentazione irrazionale, cibo povero e monotono;
  • uso improprio di medicinali, automedicazione;
  • il mancato rispetto delle norme igieniche, o viceversa, il rispetto eccessivo.

La determinazione del fattore provocante è di competenza del medico curante. L'automedicazione può solo peggiorare il problema sorto e impedire al bambino di ottenere sollievo il prima possibile.

Patogenesi

Abbastanza spesso, un problema pruriginoso nei bambini è associato alla dermatite atopica o appare sullo sfondo di altri disturbi sistemici. Nella maggior parte dei casi, il sintomo si presenta parossistico, ad esempio ti dà fastidio solo durante il sonno.

Le cause sistemiche del prurito nei bambini sono:

  • ipersensibilità del corpo;
  • cambiamenti ormonali durante la pubertà;
  • reazioni ai farmaci (antibiotici, etanolo, ecc.);
  • alcuni tipi di terapia (fisioterapia);
  • invasioni parassitarie (oncocercosi, echinococcosi, trichinosi);
  • patologie infettive (varicella, roseola);
  • malattie del fegato o dei reni (ostruzione, colestasi);
  • patologie ematologiche (leucemia, anemia, eritremia);
  • malattie endocrine, disturbi neurologici, intossicazione.

Esistono anche varianti del problema come solare, prurito da stress.

Il prurito allergico in un bambino è particolarmente comune. Un ruolo importante nella patogenesi della sua comparsa è svolto dai mastociti: il loro numero aumenta, vengono rilasciati alcuni mediatori dell'infiammazione (ad esempio istamina, triptasi, proteoglicani, eicosanoidi, ecc.). I mastociti provocano prurito a causa dei mediatori e dell'NGF, che promuove i cambiamenti iperplastici nelle fibre nervose. Gli agenti inattivanti sono agenti con attività antistaminica, ormoni glucocorticoidi, antagonisti beta-adrenergici.

Il prurito nervoso nei bambini è associato a un sovraccarico del sistema immunitario: si verifica un fallimento in cui il sistema immunitario attacca le proprie cellule in risposta allo stress. L'equilibrio tra i meccanismi di difesa e aggressività è disturbato. I recettori sensoriali della pelle vengono attivati e inviano un segnale al midollo spinale e quindi al cervello. Di conseguenza, a seconda del grado di attivazione delle terminazioni nervose, si verifica prurito o addirittura dolore.

Sintomi pelle pruriginosa in un bambino

Il prurito dei bambini si trova spesso in combinazione con altri sintomi dolorosi - ad esempio, a volte si tratta di arrossamento e desquamazione, pelle secca, gonfiore, formazione di croste, eruzioni cutanee, nonché malessere generale, febbre, mal di testa, ecc.

Se il desiderio di grattarsi è l'unico sintomo presente, i suoi primi segni possono essere espressi in una maggiore attività motoria del bambino, ansia costante, irritabilità, pianto, capricciosità. Il bambino può giocherellare con i vestiti, graffiare gli arti e il corpo, strofinare contro oggetti, piangere senza motivo. Spesso c'è un cambiamento nell'appetito, instabilità dell'umore, insonnia.

Il prurito in un bambino senza eruzione cutanea si verifica con allergie (nella fase iniziale del processo patologico), nonché con malattie infettive e di altro tipo, comprese le lesioni parassitarie. Pertanto, questo sintomo non deve essere ignorato, perché può indicare lo sviluppo di gravi patologie che richiedono un intervento medico il più presto possibile.

Se sulla pelle si trovano piccoli elementi vescicolari pruriginosi con contenuto torbido, inclini al raggruppamento, che di tanto in tanto si aprono, formando ulcere e croste, si può sospettare una dermatite erpetiforme. Di solito tale prurito appare sui gomiti del bambino, così come sul viso o sul coccige. La dermatite erpetiforme è di origine virale ed è altamente contagiosa.

Un'eruzione cutanea rossastra e un prurito in un bambino che si manifesta all'improvviso sono molto probabilmente di natura allergica: le eruzioni cutanee sembrano piccole macchie, protuberanze o vescicole. Tale reazione è una conseguenza dell'assunzione di determinati farmaci, vitamine, del consumo di determinati alimenti o del contatto diretto con allergeni. I sintomi spiacevoli compaiono in qualsiasi area del corpo, mentre gli elementi pruriginosi nei bambini sono molto spesso pettinati e guariscono a lungo.

È estremamente raro che un processo allergico combini sintomi come eruzioni cutanee, prurito e febbre in un bambino. La presenza di temperatura con allergie è l'eccezione piuttosto che la regola. Se si osserva una tale triade sintomatica, nella maggior parte dei casi si tratta di una malattia infettiva concomitante. Le infezioni non sono sempre accompagnate da tosse, naso che cola e altri sintomi rilevanti. Il decorso della patologia infettiva viene cancellato, manifestato solo da un aumento della temperatura.

Le allergie alimentari sullo sfondo dell'intossicazione possono anche essere accompagnate da ipertermia. Tuttavia, "indovinare" la diagnosi è inutile e pericoloso: è meglio visitare un medico, diagnosticare e determinare la causa del problema. È possibile che una tale causa sia la varicella, la rosolia - malattie virali comuni che colpiscono principalmente i bambini.

Arrossamento e prurito in un bambino sono il risultato di processi allergici e infiammatori: esternamente, le eruzioni cutanee appaiono come macchie rossastre, elevazioni o vescicole, localizzate sul viso o sui glutei o in altre aree atipiche del corpo. Durante la pettinatura, tali elementi si ricoprono rapidamente di croste, mentre il prurito non scompare e si intensifica.

Se un bambino ha prurito e desquamazione, si può sospettare seborrea o micosi. Per fare una diagnosi accurata è sufficiente un attento esame della pelle. Con la micosi, non c'è solo desquamazione, ma anche distacco della pelle, formazione di piccole bolle e aree di irritazione. Con la seborrea c'è la pelle secca, il prurito del bambino è intenso ed è accompagnato da arrossamento, formazione di croste nell'area delle sopracciglia, delle palpebre, dell'ombelico, ecc.

Il prurito notturno della pelle in un bambino associato a una puntura di insetto richiede un attento esame della pelle al mattino: ad esempio, dopo le punture di insetto si possono trovare caratteristici dossi pruriginosi rossi e con i morsi delle pulci si trovano piccoli elementi rosati in stretta vicinanza l'uno all'altro (mentre l'insetto si muove lungo la copertura della pelle).

L'acne e il prurito riscontrati in un bambino sono un motivo per contattare un dermatologo o un parassitologo: se è necessario l'aiuto di un altro specialista ristretto, il medico darà un rinvio per ulteriori consigli medici.

Forme

Non esiste una classificazione medica generalmente accettata del prurito in un bambino. Ciò è dovuto principalmente al fatto che il disagio pruriginoso di per sé non è una malattia: è solo uno dei sintomi indicativi di eventuali disturbi del corpo, tra i quali sono particolarmente frequenti le reazioni di ipersensibilità.

Nella terminologia medica, un sintomo può essere suddiviso in allergico o non allergico, locale o focale, minore e intenso.

I medici spesso descrivono il problema in base alla sua localizzazione:

  • prurito della pelle - indica la presenza di problemi di natura psichiatrica, dermatologica, endocrina, nonché la presenza di allergie;
  • prurito anale - spesso un segno di patologia rettale, invasione da elminti;
  • prurito genitale, inguinale - indica problemi ginecologici, andrologici, urologici, parassiti e dermatologici.

Di norma, il prurito nell'area intima di un bambino, il prurito alle estremità o all'ano richiedono approcci terapeutici diversi, pertanto il medico si concentra sempre sulla questione della localizzazione della lesione.

Localizzazione del prurito

Il prurito in un bambino su tutto il corpo con eruzioni cutanee richiede una diagnosi aggiuntiva, poiché non esiste un'unica ragione per questo fenomeno. La causa può essere sia un processo allergico che malattie infettive (batteriche, fungine o virali), patologie sistemiche (ad esempio intossicazione o malattie del fegato). Le allergie nell'infanzia sono particolarmente comuni, a causa della protezione immunitaria imperfetta e di molti fattori provocatori (sia esterni che interni). Pertanto, quando un'eruzione cutanea pruriginosa appare su tutto il corpo, il medico, prima di tutto, deve escludere una reazione allergica.

Il prurito nell'area intima di un bambino può disturbare sia i maschi che le femmine. Inoltre, ci sono segni di ansia, irritabilità e sintomi locali come bruciore, secrezione e un odore sgradevole. I motivi possono essere una violazione delle norme igieniche (igiene insufficiente degli organi genitali o attività igienica eccessiva), ragadi anali, processi allergici, pidocchi pubici, candidosi, ecc. Il prurito periodico all'inguine nei bambini può indicare un'ipersensibilità cutanea a determinati materiali e sostanze - ad esempio se si verifica disagio quando si indossano biancheria intima sintetica o quando si utilizzano determinati detersivi.

Il prurito della vagina nei bambini può indicare varie patologie, ad esempio:

  • candidosi, infezione fungina;
  • processi infiammatori nella vagina;
  • invasioni elmintiche;
  • processi tumorali;
  • patologie endocrine (ad esempio diabete mellito).

A volte il prurito dei genitali in un bambino è causato da fattori banali: mancanza o insufficienza dell'igiene personale, indossare biancheria intima sintetica o attillata, che diventa un ambiente favorevole alla diffusione di microrganismi patogeni. Molti sottovalutano questi fattori, ma possono provocare non solo la comparsa di prurito, ma anche un odore sgradevole e persino processi infiammatori.

Se un bambino ha perdite e prurito, questo è un motivo per consultare un medico e questo dovrebbe essere fatto il prima possibile. Con secrezioni di natura cagliata, è possibile sospettare un'infezione fungina e i processi tumorali sono spesso nascosti dietro secrezioni sanguinolente. E la comparsa di tali sintomi durante la pubertà attiva indica forti cambiamenti ormonali nel corpo. La consultazione di un medico è necessaria in una qualsiasi delle situazioni di cui sopra.

Il prurito in un bambino sulle mani, i palmi delle mani è un sintomo comune che accompagna la malattia del fegato. Quando la circolazione biliare è disturbata, il contenuto di acidi biliari nel flusso sanguigno aumenta. Questi acidi mostrano un effetto tossico sulla rete di recettori della pelle. Di conseguenza, il bambino prova sensazioni pruriginose. Un'altra causa comune è il diabete mellito: questa malattia è caratterizzata non solo dal fallimento dell'apparato insulinico, ma anche da disturbi metabolici, circolazione sanguigna e processi trofici nei tessuti.

Il prurito tra le dita delle mani del bambino, così come in altre pieghe della pelle (sotto le ascelle, all'inguine) diventa spesso un segno di scabbia, una patologia parassitaria che si sviluppa quando un acaro della scabbia è danneggiato. Perché la pelle prude durante la scabbia? Il fatto è che il parassita femminile, prima di deporre le uova, compie interi labirinti di passaggi negli strati cutanei. La pelle, ovviamente, è danneggiata, gli acari strisciano nei loro stessi passaggi, il che dà una sensazione così spiacevole.

Il prurito alle gambe di un bambino provoca non solo un'infezione fungina, ma anche una violazione della circolazione sanguigna negli arti. L'infezione fungina si manifesta con un forte disagio tra le dita e nella zona del piede. Le unghie vengono modificate ed esfoliate, a volte appare un odore sgradevole. La violazione della circolazione sanguigna si osserva a causa di altre malattie, ad esempio funzionalità epatica o renale compromessa, diabete mellito, patologie vascolari, disturbi infettivi ed endocrini.

Solo un medico può rispondere alla domanda se il prurito ai piedi, i talloni in un bambino siano associati a un'infezione o se la causa principale debba essere ricercata tra le malattie sistemiche. Non dovresti ignorare una visita dal medico, poiché la causa del disagio non è sempre innocua.

Il prurito dell'addome in un bambino appare più spesso a causa di una reazione allergica. Una tale reazione può svilupparsi su qualsiasi cosa, anche sul latte artificiale o su qualsiasi prodotto alimentare complementare. Nei bambini piccoli, i segni di allergia si trovano principalmente sull'addome e sul viso (sulle guance, sulla fronte). Quando si effettua una diagnosi, i bambini piccoli dovrebbero anche considerare un problema come il calore pungente, che è caratterizzato dalla comparsa di una piccola eruzione cutanea sull'addome, sulla schiena e sulla zona glutea. Con il caldo pungente, il prurito non è molto pronunciato, ma in alcuni bambini è uno dei sintomi di base (soprattutto con l'uso prolungato di un pannolino bagnato).

Il prurito nell'ano in un bambino è un segno sfavorevole che può essere provocato da diversi motivi. In questa situazione, è necessario contattare un pediatra, un parassitologo o un proctologo pediatrico. Va notato che il prurito dei vermi in un bambino è il caso più comune, i cui provocatori sono ossiuri - parassiti intestinali, una caratteristica dei quali è la deposizione notturna delle uova nell'ano. È con questo che è collegata la comparsa di sensazioni spiacevoli, per sbarazzarsi delle quali è necessario sottoporsi a un trattamento antielmintico e attenersi rigorosamente alle norme igieniche. L'infestazione parassitaria è spesso accompagnata da altri sintomi, come vertigini, mancanza di appetito, mal di testa e disturbi digestivi. Inoltre, si trovano spesso segni di anemia: pallore della pelle, comparsa di occhiaie, disturbi del sonno.

Il prurito alla schiena nei bambini è un fenomeno altrettanto comune associato a tali condizioni patologiche:

  • reazione allergica, dermatite atopica;
  • processi neuroallergici;
  • scabbia, in cui il disagio aumenta la sera e la notte;
  • dermatite, follicolite, impetigine;
  • xeroderma (patologia ereditaria);
  • seborrea (ridotta produzione di secrezione sebacea);
  • lichen planus;
  • psoriasi.

Se la regione interscapolare è particolarmente pruriginosa, è possibile sospettare disfunzioni tiroidee, diabete e patologie epatiche. Il prurito al collo del bambino si verifica dopo le punture di insetti, dopo l'esposizione alle radiazioni ultraviolette o si verifica a causa dell'attrito prolungato della pelle sul colletto degli indumenti, che si verifica particolarmente spesso con i proprietari di pelle sensibile.

Il prurito alla testa, al viso in un bambino è un sintomo caratteristico della pediculosi (infestazione da pidocchi). Se esamini attentamente il cuoio capelluto, puoi vedere segni di morsi, graffi e persino uova di parassiti chiamate lendini. In questa situazione, il disagio nel bambino si verifica a causa del fatto che i pidocchi mordono la pelle, rilasciando il proprio segreto nella ferita, che provoca sensazioni pruriginose piuttosto forti.

Il prurito sulle guance di un bambino è il più delle volte il risultato di un'allergia alimentare o da contatto, ma a volte indica anche una reazione fredda o solare che si sviluppa quando la pelle è sensibile agli sbalzi di temperatura o ai raggi ultravioletti. Nei bambini piccoli, il problema può essere associato alla disbatteriosi, poiché i problemi con l'apparato digerente nei bambini spesso influenzano le condizioni della pelle del viso, delle cosce e dei glutei. A volte, per eliminare completamente il disagio, è sufficiente snellire l'alimentazione, ripristinare l'equilibrio della microflora intestinale.

Il prurito agli occhi in un bambino diventa il primo segno di una congiuntivite incipiente o di un'infezione fungina della congiuntiva. In molti bambini, è così che inizia a manifestarsi una reazione allergica, ad esempio se l'allergene è polline, peli di animali o polvere domestica. Di solito, le sensazioni di prurito sono seguite da arrossamento degli occhi, gonfiore e persino dolore, crampi e bruciore.

Con un eccessivo accumulo di secrezione solforica nel canale uditivo, il prurito si verifica nelle orecchie di un bambino. Tale prurito è persistente e può essere accompagnato da una leggera diminuzione della funzione uditiva. Altre probabili cause sono a volte:

  • processi allergici;
  • otomicosi, lesioni fungine della pelle;
  • diabete;
  • la presenza di un corpo estraneo, un insetto nel condotto uditivo;
  • erisipela del canale uditivo.

Sensazioni di prurito e bruciore possono manifestarsi in qualsiasi area del corpo e si manifestano per una serie di motivi. Come diventa chiaro, il prurito non è sempre accompagnato da un'eruzione cutanea, proprio come un'eruzione cutanea può comparire in un bambino senza febbre e prurito. In ogni caso, se c'è un momento di prurito, oltre a desquamazione, infiammazione della pelle, secrezione o dolore, dovresti immediatamente mostrare il bambino a un medico specialista. Potrebbe essere necessaria una terapia farmacologica complessa.

Complicazioni e conseguenze

Il costante prurito intenso in un bambino può portare non solo alla sua ansia e irritabilità. La maggior parte dei bambini graffia le aree interessate, provocando graffi e superfici sanguinanti della ferita. A loro volta, i microrganismi opportunistici e patogeni possono penetrare nelle ferite, che sono piene di infezioni tissutali, lo sviluppo di un'infezione purulenta. Di conseguenza, possono verificarsi complicazioni come piodermite (infiammazione purulenta della pelle), malattie fungine, ascessi, flemmone, ecc.

Nella maggior parte dei casi, l'area interessata diventa rossa, si gonfia, il processo infiammatorio si diffonde in aree sane e appare una secrezione purulenta.

Al fine di prevenire spiacevoli conseguenze, il trattamento dovrebbe essere iniziato in modo tempestivo, sotto la supervisione di un medico specialista.

Diagnostica pelle pruriginosa in un bambino

Le misure diagnostiche per rilevare il prurito in un bambino si riducono alla scoperta delle cause alla radice del problema.

Se ci sono altre manifestazioni cutanee sullo sfondo del prurito, è necessario contattare un dermatologo, con una consultazione obbligatoria di un terapeuta. Questo approccio ti consentirà di valutare la salute della pelle ed escludere la presenza di patologie comuni. Se necessario, questi specialisti assisteranno nelle consultazioni con un ematologo, un allergologo, ecc.

In generale, la diagnosi di solito include i seguenti passaggi:

  • esame esterno della pelle, linfonodi;
  • esami del sangue (generali, biochimici, determinazione del glucosio nel sangue), analisi delle urine generale;
  • se sulla pelle si trovano focolai ed elementi patologici, la diagnostica strumentale viene eseguita sotto forma di dermatoscopia, raschiatura, biopsia;
  • esame ecografico di organi situati nella cavità addominale.

Se il prurito in un bambino è fastidioso nell'area dell'ano, allora, oltre a un esame visivo, sarà necessario testare le feci per uova di parassiti e protozoi. Inoltre, a un piccolo paziente viene assegnato un coprogramma e, se necessario, sigmoidoscopia, colonscopia.

Se il prurito si trova in luoghi intimi, il medico esaminerà visivamente i genitali, prenderà uno striscio per la microflora con coltura e sensibilità agli antibiotici, uno striscio per la presenza di cellule atipiche. Inoltre, diventano obbligatori gli esami clinici generali del sangue e delle urine, il coprogramma e le feci per le uova dei parassiti.

Diagnosi differenziale

La diagnosi differenziale del prurito in un bambino viene solitamente effettuata con malattie come dermatite atopica, scabbia, dermatite seborroica, dermatite allergica da contatto, ittiosi, psoriasi, alcuni stati di immunodeficienza (sindrome di iperimmunoglobulinemia E, sindrome di Wiskott-Aldrich).

Va notato che il prurito in un bambino può verificarsi a seguito di situazioni stressanti: nella maggior parte dei casi questo motivo è semplicemente sottovalutato e non preso in considerazione. Innanzitutto, la ricerca delle cause si basa su malattie come scabbia, allergie, dermatiti e infezioni fungine. Il prurito da stress di solito si risolve dopo l'assunzione di sedativi, ma non dovresti provare a diagnosticare il bambino da solo offrendogli determinati farmaci. Un tale approccio non solo danneggerà la salute dei bambini, ma renderà anche difficile per un medico fare una diagnosi successiva.

Trattamento pelle pruriginosa in un bambino

Il trattamento classico per il prurito nei bambini  consiste nell'eliminare le cause del disagio. Ad esempio, in caso di allergie, occorre individuare e neutralizzare un potenziale allergene e, in caso di stress, eliminarne la fonte.

Con leggeri graffi, i sedativi, che il pediatra prescrive su base individuale, aiutano bene. Inoltre, nella quasi totalità dei casi, vengono utilizzati antistaminici, per i quali la rimozione del prurito è una delle aree terapeutiche.

Non devi cercare di risolvere il problema da solo. Non è raro che i genitori corrano immediatamente in farmacia per gli antistaminici, non attribuendo importanza al fatto che il processo allergico è tutt'altro che sempre la causa. In molti pazienti, il colpevole è un'infezione, una malattia sistemica (p. Es., malattia del fegato) o infezioni parassitarie. Pertanto, è meglio non perdere tempo e chiedere aiuto ai medici. Il medico prescriverà il trattamento appropriato una volta identificata la causa sottostante.

Deve essere chiaro che non è sempre possibile per un medico determinare immediatamente il fattore provocante, durante la consultazione iniziale. Probabilmente dovrai eseguire una serie di misure diagnostiche con il bambino: eseguire esami del sangue e delle urine, un test fecale per uova di parassiti intestinali, raschiamento perianale, ecc. Se si sospetta un processo allergico, il medico manderà il bambino a test provocatori, o per un esame del sangue per la presenza di allergeni. Se si sospetta una patologia infettiva, è possibile effettuare colture dalla pelle.

Prevenzione

Il prurito in un bambino è una conseguenza di qualsiasi patologia e non una malattia indipendente. Pertanto, il punto principale della prevenzione è la prevenzione delle cause del prurito. Ecco cosa si intende con questo:

  • appello tempestivo al medico sul trattamento dei disturbi digestivi, disturbi endocrini;
  • rilevamento e trattamento tempestivi delle infezioni della pelle;
  • prevenzione delle lesioni parassitarie, rispetto delle norme igieniche, lavaggio regolare delle mani, nonché verdura, frutta ed erbe aromatiche, utilizzare solo prodotti di origine animale trattati termicamente;
  • visite preventive regolari dal medico;
  • in presenza di allergie, soppressione del contatto con allergeni, aderenza alla nutrizione dietetica, organizzazione di una permanenza ipoallergenica del bambino nella vita di tutti i giorni;
  • prevenzione di situazioni stressanti, fornendo al bambino un sonno sano e salutare, se necessario - consultare uno psicologo;
  • passare a una dieta sana, bere abbastanza liquidi;
  • prevenzione della disidratazione, uso di idratanti per la pelle (ad esempio creme speciali per bambini);
  • se necessario, assunzione di complessi vitaminici e minerali che migliorano i processi metabolici nel corpo del bambino).

Previsione

Solo nella metà dei casi, la causa della comparsa di sensazioni pruriginose nei bambini viene determinata immediatamente. Sfortunatamente, molto spesso la causa non può essere rilevata ed eliminata affatto, quindi il sintomo acquisisce una forma ricorrente ondulatoria. Allo stesso tempo, nel 60% dei casi, il prurito in un bambino viene completamente interrotto nel corso degli anni, mentre in altri bambini può persistere e ripresentarsi periodicamente (un tale decorso è tipico dei processi allergici).

Translation Disclaimer: The original language of this article is Russian. For the convenience of users of the iLive portal who do not speak Russian, this article has been translated into the current language, but has not yet been verified by a native speaker who has the necessary qualifications for this. In this regard, we warn you that the translation of this article may be incorrect, may contain lexical, syntactic and grammatical errors.

You are reporting a typo in the following text:
Simply click the "Send typo report" button to complete the report. You can also include a comment.