^

Salute

A
A
A

Schizofrenia negli uomini: sintomi, segni caratteristici del comportamento

 
, Editor medico
Ultima recensione: 04.05.2022
 
Fact-checked
х

Tutti i contenuti di iLive sono revisionati o verificati da un punto di vista medico per garantire la massima precisione possibile.

Abbiamo linee guida rigorose in materia di sourcing e colleghiamo solo a siti di media affidabili, istituti di ricerca accademici e, ove possibile, studi rivisti dal punto di vista medico. Nota che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili per questi studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri contenuti sia impreciso, scaduto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

I primi segni di schizofrenia sono generalmente percepiti dall'ambiente circostante come eccentricità: il cattivo umore, l'impoverimento delle emozioni, l'isolamento non sono segni specifici della sola schizofrenia, e anzi della malattia mentale in generale. Inoltre, la malattia può svilupparsi in diverse forme ea velocità diverse. Se la malattia si manifesta violentemente e si manifesta con una psicosi acuta, i parenti non hanno dubbi sul fatto che lo stato mentale richieda una correzione. Il paziente riceve rapidamente aiuto e un tale sviluppo di eventi è spesso più favorevole di un aumento graduale prolungato delle manifestazioni di sintomi negativi: un aumento della passività, del deficit emotivo ed energetico. [1]

I principali sintomi della psicosi negli schizofrenici e in altre malattie mentali sono deliri o allucinazioni percettive; idee e punti di vista persistenti che non sono legati alla realtà - sciocchezze; disturbi affettivi maniacali e/o depressivi; disturbi del movimento (catatonia).

Spesso il primo segno di una malattia negli uomini è l'agitazione psicomotoria, che si manifesta in varie forme. La schizofrenia e le sindromi schizofreniformi sono caratterizzate da :

  • l'agitazione psicomotoria catatonica si manifesta con movimenti costanti, ritmici, monotoni, la coordinazione può essere compromessa, inoltre, il paziente parla incessantemente - manierismi, smorfie, imita gli altri, le azioni sono impulsive, insignificanti, ripetitive, il linguaggio è incoerente, contiene rime, ripetizioni di le stesse parole o frasi, lo stato è accompagnato da emozioni violente: il paziente può essere arrabbiato, aggressivo, patetico, cadere nell'estasi, a volte i lampi di emozioni sono sostituiti dall'indifferenza;
  • l'agitazione psicomotoria ebefrenica si manifesta con comportamenti sciocchi e azioni impulsive insensate, che in molti casi sono di natura aggressiva;
  • forma maniacale - caratterizzata dall'attività e da un irresistibile desiderio di attività, l'umore è elevato, le azioni e le idee sono assurde, incoerenti, pensiero associativo, possono esserci delusioni e allucinazioni;
  • con agitazione psicomotoria sullo sfondo di allucinazioni, il paziente è solitamente concentrato e teso, fa movimenti impulsivi a scatti, spesso di natura aggressiva o difensiva, il linguaggio è incoerente con intonazioni minacciose;
  • quando delirano, i pazienti sono irritati e viziosi, sono diffidenti, possono improvvisamente attaccarsi o ferirsi.

Ma un debutto così brillante non si trova sempre. A volte una delle prime manifestazioni della schizofrenia è un cambiamento nel carattere del paziente, questo è particolarmente evidente se ha caratteristiche precedentemente assenti. Ad esempio, una notevole diminuzione della capacità lavorativa, dell'attività, una diminuzione dell'interesse per le attività che erano precedentemente amate; un uomo socievole può diventare un casalingo, smettere di incontrare amici, la sua ragazza; il suo atteggiamento nei confronti dei suoi parenti può cambiare: sua moglie, i suoi figli, sua madre, diventerà indifferente o addirittura scortese e irritabile. Allo stesso tempo, nel tempo libero, "rimarrà bloccato" a lungo in un posto con vista assente, si limiterà a sdraiarsi o sedersi sul divano, ovviamente senza fare nulla, preferendo la solitudine a qualsiasi attività. Tale inattività può riguardare ambiti diversi: i compiti e le cosiddette "uscite - a teatro, ospiti, mostre", studio o lavoro. Gli intervalli di isolamento aumentano, l'uomo smette di monitorare il suo aspetto: cambia i vestiti, si fa la doccia, si lava i denti e preferisce chiaramente la propria compagnia.

Le violazioni del processo di pensiero nella schizofrenia e nei disturbi dello spettro della schizofrenia si esprimono nella perdita della sequenza dell'attività mentale, nella sua determinazione e logica. La connessione logica tra i pensieri scompare, spesso si interrompono (sperrung), con il decorso della malattia, il paziente spesso non è più in grado di esprimere coerentemente il suo pensiero, che si manifesta nel fatto che il discorso del paziente si trasforma in un insieme caotico di frammenti di frasi che non sono collegati tra loro.

Nei casi più lievi, il discorso del paziente è dominato da una tendenza all'astrazione e al simbolismo, compaiono associazioni insolite e assurde.I pensieri "scivolano", il paziente, senza accorgersene, passa da un argomento all'altro. I disturbi del pensiero di uno schizofrenico si manifestano nella creazione di parole, i "neologismi" sono pretenziosi e comprensibili solo per il paziente stesso, in discussioni infruttuose su argomenti astratti e nella perdita dell'opportunità di generalizzare le informazioni ricevute. Il mentismo è caratteristico: un flusso incontrollato di pensieri. Tuttavia, nelle affermazioni e nelle azioni si osserva una certa logica, nota solo al paziente, e spesso è una sorta di comprensione e integrazione dei fatti che tradisce uno schizofrenico.

Formalmente, il livello di intelligenza nei pazienti, acquisito prima della malattia e nelle fasi iniziali, rimane intatto per lungo tempo, tuttavia, nel tempo, vengono danneggiate le funzioni cognitive, la capacità di confrontare e analizzare fatti, pianificare azioni, comunicare in la società è compromessa, quindi diventa sempre più problematico per il paziente utilizzare le conoscenze accumulate. Quasi sempre, le difficoltà sorgono nei pazienti quando è necessario raggiungere obiettivi e risolvere problemi legati alla necessità di attrarre nuove conoscenze e abilità.

I disturbi del pensiero in alcuni casi accompagnano solo periodi di ricaduta e quando la condizione si stabilizza, scompaiono. Alcune persistenti violazioni del processo di pensiero persistono nel periodo di latenza, costituendo un crescente deficit cognitivo.

I sintomi della schizofrenia e dei disturbi schizofreniformi sono piuttosto diversi e possono essere rilevati in varia misura a seconda della forma e della gravità della malattia.

Per sollevare la questione della diagnosi di "schizofrenia", secondo la Classificazione Internazionale delle Malattie della decima revisione, il paziente deve avere almeno un sintomo cosiddetto "maggiore" o due "piccoli".

È sufficiente uno dei seguenti:

  • la fiducia del paziente che i suoi pensieri sono completamente aperti alla lettura, che possono essere rubati, cancellati o, al contrario, "messi" in testa dall'esterno (eco dei pensieri);
  • la fiducia del paziente di essere controllato dall'esterno, chiaramente correlato con azioni, movimenti, pensieri e sensazioni (deliri di influenza e percezione delirante);
  • allucinazioni uditive - una o più voci, provenienti da diverse parti del corpo, commentano le azioni del paziente, impartiscono istruzioni o semplicemente comunicano;
  • la presenza di idee folli che vanno contro le credenze e le regole di comportamento generalmente accettate per una determinata società.

O almeno due sintomi "minori" devono essere presenti in qualsiasi combinazione:

  • idee costantemente sopravvalutate o allucinazioni - immagini visive e intere trame, tocchi, odori, combinati con l'apparizione regolare di idee deliranti spesso incomplete, senza una componente affettiva pronunciata;
  • sperrung e mentismo, confusione e impoverimento del linguaggio e/o neologismi;
  • catatonia, sue manifestazioni individuali e altri disturbi motori;
  • disturbi del pensiero - incapacità di costruire conclusioni logiche, generalizzare, concentrarsi su un pensiero;
  • sindrome apatoabulica, impoverimento delle emozioni, loro inadeguatezza;
  • una progressiva perdita di interesse per il mondo esterno e dei legami sociali, un aumento della passività e dell'isolamento.

I sintomi psicotici schizofreniformi dovrebbero essere osservati per almeno un mese in presenza di una diminuzione a lungo termine (almeno sei mesi) delle funzioni umane di base legate al lavoro, alle relazioni familiari e alle amicizie.

Acquisite nel processo della malattia, i nuovi disturbi (deliri, allucinazioni, idee sopravvalutate) sono chiamati produttivi o positivi, sottolineando la loro aggiunta allo stato pre-morboso della psiche. I disturbi dello spettro autistico, l'impoverimento delle emozioni e il tono energetico sono indicati come perdite o sintomi negativi.

Comportamento di un uomo con schizofrenia

Prima dell'inizio dei sintomi evidenti del disturbo schizofreniforme, alcune stranezze possono essere osservate nel comportamento di un uomo: un impegno per la solitudine, l'isolamento, un eccessivo entusiasmo per alcune attività che sembrano inutili agli altri, lunghe discussioni infruttuose su argomenti selezionati, abbandono dell'apparenza, studio lavoro. Tuttavia, fintanto che queste manifestazioni non hanno la gravità del disturbo dello spettro della schizofrenia, nessuno sarà in grado di prevederne lo sviluppo solo dalla loro presenza e, ancor di più, prescriverà un trattamento preventivo. Alcune stranezze sono inerenti a molte persone che non si ammaleranno mai di schizofrenia. Tale diagnosi viene effettuata secondo criteri abbastanza specifici.

Tuttavia, il successo del trattamento dipende in gran parte dal suo inizio tempestivo. Il comportamento di un uomo con schizofrenia differisce dalle norme generalmente accettate anche al di fuori della psicosi. I sintomi produttivi hanno una grande influenza sull'atteggiamento del paziente e, di conseguenza, le deviazioni comportamentali diventano evidenti. [2]

In presenza di allucinazioni, solitamente uditive, potresti notare che il tuo parente dialoga spesso con un interlocutore invisibile, come se rispondesse a domande o commentasse qualcosa, spesso tacendo improvvisamente e ascoltando. A volte puoi sentire risate, pianti o pianti arrabbiati. Un paziente che soffre di allucinazioni di solito ha un'espressione facciale preoccupata o ansiosa che non corrisponde alla situazione attuale. È difficile per lui concentrarsi sullo svolgimento di un particolare lavoro o argomento di conversazione, come se qualcosa lo distraesse. In breve, sembra che il paziente senta (veda, senta) qualcosa di inaccessibile agli altri. Gli esperti consigliano in nessun caso di ridere del paziente e ovviamente di non aver paura di ciò che sta accadendo. Inoltre, non è consigliabile dissuadere il paziente dalla natura illusoria delle sue sensazioni e chiedere in dettaglio il loro contenuto. Tuttavia, puoi lasciarlo parlare se lo desidera e provare a convincerlo a consultare un medico. Ma devi agire il più delicatamente possibile, cercando di non ferire i sentimenti del paziente. Molti di loro nella fase iniziale comprendono l'irrealtà di ciò che sta accadendo e un supporto tempestivo può aiutare a iniziare il trattamento.

L'aggressività nella schizofrenia negli uomini è molto spesso una manifestazione di un disturbo delirante. Con il delirio, il paziente diventa sospettoso, il suo atteggiamento diffidente, il più delle volte, nei confronti delle persone più vicine, è chiaramente tracciato. A volte, il delirio di influenza riguarda la vita o la salute dei propri cari, poi il paziente li circonda di divieti e di tutele ipertrofiche. La riluttanza a obbedire ai requisiti provoca aggressività in uno schizofrenico, in generale, qualsiasi opposizione al paziente può causare rabbia inadeguata. L'aspetto del delirio può essere indicato da improvvisi sospetti o ostilità irragionevoli, spesso verso parenti o buoni conoscenti, a volte verso perfetti sconosciuti, manifestazioni visibili di paura - chiudere accuratamente finestre e porte, tirare le tende alle finestre, tagliare serrature aggiuntive, controllare il cibo per avvelenamento e altre azioni difensive. Il paziente può affermare di essere perseguitato, minacciato di rapire se stesso o i propri cari, leggere i suoi pensieri o irradiato con raggi invisibili. I persecutori possono provenire dal regno della fantasia: alieni o agenti di intelligence stranieri. Può convincersi della sua grande missione. Ma a volte le storie di fantasia sono abbastanza realistiche: adulterio, intrighi dei concorrenti, lamentele sui vicini rumorosi, i loro figli che danneggiano, danneggiano la proprietà, dipendenti negligenti che interferiscono con l'attuazione di qualsiasi progetto, ecc.

Spesso allo stesso tempo, un uomo inizia a mostrare negligenza nei vestiti, trascurare l'igiene. La componente emotiva è persa, di solito il paziente non riesce a entrare in empatia con la sofferenza reale, tuttavia non smette di esprimere emozioni, può ridere e piangere, del tutto inappropriato, incompatibile con la situazione, ma con alcuni suoi pensieri e sentimenti. La visione dei pazienti diventa inespressiva, rivolta verso l'interno, sono caratterizzati da strane, secondo l'opinione degli altri, affermazioni, reazioni inadeguate. Gli schizofrenici non sopportano assolutamente le critiche alle loro opinioni, comportamenti, idee e credenze sopravvalutate. Nessuna conclusione logica non può convincere il paziente nelle sue fantasie morbose.

Un'improvvisa fascinazione maniacale per le scienze occulte, la religione, l'esoterismo, accompagnata da una crescente separazione dalla realtà, è anche caratteristica dei disturbi schizofreniformi.

Le funzioni motorie cambiano. In alcuni pazienti nella fase prodromica, appare improvvisamente la lentezza, tutto è fatto con accordi, accenti, ad esempio, le cose sono disposte in un certo ordine in un appartamento o su un tavolo. Le braccia o le gambe possono iniziare a tremare per la tensione. Attività motoria insolita - improvvisa pignoleria, espressioni facciali più intense possono anche precedere l'esordio della malattia. Gli schizofrenici sono caratterizzati da uno strano linguaggio artistico, incoerente, con ripetizioni, accenti, creazione di parole.

Il comportamento di un uomo con schizofrenia non è coerente con la situazione attuale, o con l'esperienza di vita, e spesso con standard di comportamento socialmente accettati. Vive nel suo mondo illusorio. Per la maggior parte, assolutamente senza senso, dalla posizione di una persona normale, lo schizofrenico considera le azioni le uniche giuste e non ha senso convincerlo. Inoltre, molti pazienti non si riconoscono come tali e non vogliono chiedere aiuto, vedendo nella persuasione le macchinazioni dei malvagi. Gli schizofrenici, nonostante la loro apparente amorfa, sono estremamente sensibili anche a eventi minori, osservazioni e varie sciocchezze riguardanti le loro fantasie e credenze. In generale, le persone con una psiche malata sono solitamente egoiste, si preoccupano solo dei propri problemi che appaiono in un mondo inverosimile. Si consiglia ai parenti di agire con attenzione, di non esercitare pressioni sul paziente, di non discutere con lui, poiché la coercizione può causare aggressività.

Dopo l'inizio del trattamento, la maggior parte dei pazienti torna rapidamente sana di mente. E senza trattamento, arriva il turno dei cosiddetti sintomi negativi. Il crescente isolamento nelle proprie esperienze, l'ansia, la dissociazione dal mondo esterno attenua le emozioni, poiché non ci sono abbastanza informazioni esterne per la loro produzione. Questo è accompagnato da abulia: la perdita degli impulsi volitivi e della motivazione per le azioni più elementari e l'apatia. [3]

Segni di schizofrenia lieve negli uomini

Come notato sopra, quando la malattia si manifesta sotto forma di una vivida psicosi, non c'è dubbio che il paziente abbia bisogno dell'aiuto di uno psichiatra. È molto più difficile riconoscere il graduale sviluppo della malattia o le sue forme lievi. La schizofrenia lenta si manifesta spesso in giovane età e i suoi primi segni coincidono con la crisi puberale. In questo momento, tutti i giovani sono caratterizzati dalla ricerca del significato della vita, dal desiderio di indipendenza e dal relativo rifiuto delle autorità e dal fascino per i vari insegnamenti filosofici. Gli adolescenti sono maleducati e irritabili, spesso cercano di esprimersi, si vestono in modo stravagante o deliberatamente sciatto, evitano le faccende domestiche e "avviano" i loro studi, quindi anche le persone più vicine potrebbero non notare lo stadio iniziale della malattia. [4]

Ma, se ci provi, puoi prestare attenzione ad alcuni segni. Nella schizofrenia, le connessioni reciproche tra le caratteristiche della personalità individuale si perdono con la completa conservazione dell'intelligenza, della memoria e delle capacità, specialmente con un decorso lieve della malattia. Si può vedere che i sentimenti e le emozioni del paziente, dal punto di vista di una persona sana, non corrispondono a stimoli esterni, alla situazione attuale oa interessi soggettivi, lo stesso accade con il pensiero e altri tipi di attività cerebrale. Tutte le funzioni sono preservate: una persona pensa, parla, ascolta, si arrabbia, ride o piange per qualcosa, tuttavia, la corrispondenza reciproca di queste azioni è difficile da cogliere dall'esterno.

Nei casi lievi, al paziente viene diagnosticato un disturbo schizotipico (precedentemente chiamato schizofrenia lenta). Il paziente ha stranezze nel comportamento, eccentricità ed eccentricità, pretenziosità del linguaggio, pomposità e significato con povertà e inadeguatezza dell'intonazione, manierismi di comportamento. In generale, si osservano gli stessi sintomi schizofreniformi sopra descritti, solo in forme più levigate.

Nelle prime fasi predominano i sintomi della nevrosi. Il paziente lamenta spesso disturbi del sonno, pensieri ossessivi, filosofeggiare, "gomme da masticare mentali", una percezione distorta della realtà, ossessioni astratte. Nemmeno ogni psichiatra esperto può distinguere all'inizio le specificità delle componenti ossessive. Nel disturbo schizotipico sono poco compresi, caratterizzati da un carattere spontaneo e dal rapido sviluppo di rituali persistenti estremamente bizzarri. Anche le fobie nei pazienti con disturbo schizotipico diventano rapidamente abituali. Parlando di loro, i pazienti non esprimono alcuna emozione. Le paure sono assurde: i pazienti hanno paura di vedere, ad esempio, oggetti di una certa forma o colore, di sentire le parole pronunciate da un bambino e così via. A volte all'inizio è possibile stabilire una connessione tra una fobia e un evento traumatico, ma nel tempo la sua trama si complica e l'origine della paura viene cancellata.

Il paziente "acquisisce" rituali ridicoli, interferiscono con la vita normale e talvolta assumono un ruolo di primo piano nel comportamento.

Con il disturbo schizotipico si verifica la depersonalizzazione / derealizzazione, in particolare la dismorfofobia, e i pazienti sono imbarazzati da parti del corpo completamente normali, le nascondono e sono imbarazzati nel mostrarle. Se ci sono vere deformità, i pazienti le ignorano. I reclami ipocondriaci sono bizzarri e irrealistici, vengono seguite diete astruse, il cui obiettivo non è del tutto tipico, ad esempio, in modo che il viso non sia rotondo, ma ovale.

La malattia può manifestarsi in diversi modi. I pazienti "sono impegnati in un lavoro scientifico", facendo per tutto il giorno citazioni inutili e incoerenti da una varietà di letteratura, che è difficile anche unire con un tema comune; disegnare diagrammi e disegni di scopo poco chiaro; sviluppare progetti; parlano di argomenti globali, ma molto astratti, esprimono i loro pensieri in modo incomprensibile e caotico, pronunciano lunghi monologhi, non permettendo loro di inserire una parola o porre una domanda. Alcuni pazienti si sottopongono a esperimenti scientifici: provano varie sostanze tossiche, giacciono in un bagno freddo e così via. Tali "esperimenti" possono sfociare nell'invalidità e persino nella morte.

Con la schizofrenia lenta, entrambi i sessi sperimentano frequenti attacchi isterici, che sono piuttosto forti e non associati a fattori di stress visibili. Gli attacchi isterici si distinguono per caricatura deliberata e dimostratività, aumento del negativismo, ipereccitabilità immotivata. Recitazione, manierismi, smorfie inadeguate, buffonate assumono gradualmente una forma monotona, diventano stereotipati e monotoni, inadeguatezza emotiva, freddezza e insensibilità appaiono in relazione alle persone vicine, specialmente ai genitori. Si sviluppano sintomi negativi.

Caratteristiche dell'età

Con l'età in cui ha debuttato la schizofrenia, alcune caratteristiche del suo decorso e della prognosi del trattamento, sebbene non obbligatorie, sono associate: più tardi, più facile procede la malattia e meno distruttive le sue conseguenze. La prognosi più sfavorevole è caratterizzata dalla schizofrenia congenita ereditaria, sebbene una tale diagnosi possa essere fatta a un bambino dall'età di sette anni. Si ritiene che a questa età sia già possibile stabilire la presenza di deliri e allucinazioni. Gli esperti stanno cercando di trovare criteri con cui la schizofrenia possa essere diagnosticata nel più piccolo. Anche i bambini dovrebbero avere allucinazioni e delusioni. [5]

Un bambino schizofrenico si comporta in modo diverso dai suoi coetanei sani. È possibile sospettare la presenza di una malattia nel più piccolo dalla manifestazione di paura irrazionale: paura di giocattoli e / o altri oggetti di un certo colore, forma, raffiguranti un animale o un personaggio dei cartoni animati. I bambini schizofrenici sono indifferenti, e talvolta anche diffidenti, nei confronti della propria madre, che è la figura chiave più importante per un bambino sano. Il comportamento di un bambino malato è spesso inspiegabile: piange, si arrabbia, è capriccioso senza una ragione apparente e reagisce in modo inadeguato ai tentativi di attirare la sua attenzione.

In età avanzata, quando il bambino inizia a entrare in contatto sociale con altri bambini e adulti, manifestazioni di ossessione, aggressività infondata, mancanza di desiderio di giocare con i coetanei, indifferenza per le passeggiate, le altalene e altri divertimenti preferiti dai bambini attirano l'attenzione.

Un bambino che ha imparato a parlare può raccontare ai genitori o ai bambini più grandi le voci che sente, puoi vedere che risponde loro, ascolta qualcosa. Lo sviluppo della schizofrenia in un bambino può essere indicato da frequenti sbalzi d'umore senza causa, indifferenza per le attività abituali per i bambini dell'età appropriata, linguaggio caotico, reazioni inadeguate, capricci e paure infiniti. Si consiglia ai genitori che hanno notato queste caratteristiche comportamentali di annotare le loro osservazioni in un diario, quindi la consulenza psichiatrica sarà più efficace.

La schizofrenia si manifesta più spesso nell'adolescenza, in particolare nelle sue forme gravi: semplice, catatonica, ebefrenica, sia con decorso continuo che parossistico. Inoltre, nell'adolescenza, si verifica spesso l'insorgenza di una forma a bassa progressione della malattia, il disturbo schizotipico. L'adolescenza è di per sé piuttosto complicata ed è caratterizzata da un elevato stress emotivo, motivo per cui la malattia si manifesta più spesso durante questo periodo. Inoltre, spesso prima dell'inizio della malattia, un adolescente non causa molti problemi ai genitori: studia diligentemente, è caratterizzato come serio e obbligatorio, il suo comportamento non è soddisfacente. All'improvviso, il giovane diventa difficile da controllare, maleducato, indifferente alle persone più vicine. Ha difficoltà con i suoi studi, perde interesse per le attività precedentemente preferite, ma possono apparire di nuove, a cui dedica tutto il suo tempo libero. Gli adolescenti precedentemente socievoli si isolano, mostrano la tendenza a scappare di casa, usano sostanze psicoattive, diventano sciatti, sospettosi e aggressivi.

I segni di schizofrenia in un uomo di 25, 30, 40, 50 anni non hanno praticamente differenze di età. Negli adulti, la forma paranoide si sviluppa più spesso. Lo sviluppo della malattia è graduale, i cambiamenti personali aumentano nel corso degli anni. Caratterizzato dalla progressione di alienazione, segretezza, sfiducia, causata dalla comparsa di delirio e allucinazioni. Quando la malattia si manifesta in età avanzata in una persona che è riuscita a svolgersi professionalmente, avere una famiglia e un certo status sociale, la prognosi in questo caso è la più favorevole.

Nella vecchiaia, la schizofrenia si sviluppa raramente negli uomini, progredisce lentamente. Tali casi sono molto più comuni nelle donne. A volte negli uomini più anziani c'è un'esacerbazione della psicosi schizofreniforme, che si è manifestata in giovane età e, a seguito di un trattamento di successo, non si è manifestata per molto tempo. Non è facile riconoscere che la malattia mentale è proprio la schizofrenia senile, può essere confusa con la demenza, i disturbi nevrotici, il morbo di Alzheimer.

Translation Disclaimer: The original language of this article is Russian. For the convenience of users of the iLive portal who do not speak Russian, this article has been translated into the current language, but has not yet been verified by a native speaker who has the necessary qualifications for this. In this regard, we warn you that the translation of this article may be incorrect, may contain lexical, syntactic and grammatical errors.

You are reporting a typo in the following text:
Simply click the "Send typo report" button to complete the report. You can also include a comment.