^

Salute

Trattamento per prurito alle orecchie

, Editor medico
Ultima recensione: 22.07.2022
Fact-checked
х

Tutti i contenuti di iLive sono revisionati o verificati da un punto di vista medico per garantire la massima precisione possibile.

Abbiamo linee guida rigorose in materia di sourcing e colleghiamo solo a siti di media affidabili, istituti di ricerca accademici e, ove possibile, studi rivisti dal punto di vista medico. Nota che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili per questi studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri contenuti sia impreciso, scaduto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

Quando l'orecchio prude, è impossibile lavorare e riposare completamente. Tuttavia, solo un medico può suggerire come alleviare il prurito all'orecchio, prescrivere farmaci efficaci dopo l'esame, dopo aver stabilito la causa del disagio.

La causa più comune di sensazione di prurito nel canale uditivo è l'accumulo di zolfo associato alla sua ipersecrezione o all'uscita insufficientemente efficace (tappo di zolfo). Attualmente, per il loro scioglimento e prevenzione dell'istruzione, ci sono gocce speciali per il prurito alle orecchie: i cerumenolitici. Differiscono nella composizione chimica, tuttavia hanno un'efficienza comparabile, il che amplia la scelta.

A-Cerumen neo+ è disponibile sotto forma di soluzione confezionata in flaconi contagocce, il cui contenuto deve essere consumato entro 24 ore dall'apertura. Il farmaco contiene tensioattivi (idrolizzato di collagene, coco-betaina, PEG-120 metilglucosio dioleato), che trasformano delicatamente gli accumuli di cerume compattato ed essiccato, idratandone e allentandone la struttura, ma senza causare gonfiore. Il tappo solforico si dissolve gradualmente, mentre non ci sono disturbi dell'udito e disturbi nel funzionamento dell'apparato vestibolare. Idratanti e coloranti inclusi nella soluzione sono di origine naturale. Le gocce non influenzano il lavoro delle ghiandole ceruminose. Dopo aver pulito il condotto uditivo, la cera viene nuovamente secreta in modo naturale.

Gli effetti collaterali durante l'applicazione si verificano molto raramente e sono nella natura dell'irritazione locale. Le donne in gravidanza e in allattamento possono usare cerumenolytics.

La durata del trattamento e il dosaggio sono prescritti dal medico. Le gocce vengono utilizzate indipendentemente solo con la piena certezza che il prurito nell'orecchio è causato da un tappo di zolfo. Se c'è anche il minimo dubbio sull'origine del prurito, sospetto di infezione, perforazione del timpano e altre cause patologiche, è controindicato l'uso di A-Cerumen.

Per liberare il condotto uditivo dagli accumuli di zolfo, il farmaco viene instillato in ciascun orecchio al mattino e alla sera, dopo aver riscaldato il flacone contagocce nella mano alla temperatura corporea. Utilizzare completamente il contenuto del flaconcino, instillando metà della dose di confezionamento (1 ml) nel condotto uditivo di ciascun orecchio. Non è consigliabile inserire la punta in profondità nel condotto uditivo.

Non sono state riscontrate interazioni farmacologiche con farmaci sistemici. Se utilizzato contemporaneamente ad altre gocce auricolari, è necessario mantenere l'intervallo di tempo tra le instillazioni.

Le gocce di Remo-Vax hanno un effetto simile. I principi attivi della soluzione (feniletanolo, allantoina, benzetonio cloruro, acido sorbico, butilidrossitoluene) penetrano nello spessore dei depositi di cerume nel condotto uditivo e li dissolvono gradualmente. La lanolina liquida e l'olio di visone hanno un effetto emolliente e idratante sulla superficie della pelle del condotto uditivo, aiutano a esfoliarne lo strato morto e purificano. Il farmaco è ipoallergenico. Non sono state osservate sovradosaggio e interazioni farmacologiche con altri farmaci.

La cerumenolisi si effettua instillando circa 20 gocce nell'orecchio con una soluzione riscaldata a temperatura corporea nel palmo della mano. Quindi è necessario sdraiarsi con l'orecchio trattato in alto per 20-30 minuti. Se si sono formati dei tappi in entrambe le orecchie, la procedura viene ripetuta sull'altro lato. In presenza di grandi depositi di zolfo possono essere necessari fino a cinque trattamenti al giorno. Di solito ci vogliono dai tre ai cinque giorni per pulire il condotto uditivo.

I cerumenolitici sono anche usati per prevenire la formazione di tappi solforici, il verificarsi dei sintomi dell '"orecchio del nuotatore". Tali gocce dal prurito alle orecchie non creano dipendenza e tossiche. Possono essere usati a lungo, ma è necessario seguire il dosaggio e le raccomandazioni del medico.

Evitare il contatto con occhi, naso e bocca. Se ciò accade, gli organi interessati vengono lavati con abbondante acqua.

Spesso la causa del prurito alle orecchie è l'otite, un'infiammazione dell'orecchio esterno e medio di varia origine, che è fondamentale nella scelta di un farmaco.

Nelle prime fasi dell'otite, viene data la preferenza ai farmaci che hanno un effetto locale. I più convenienti per il trattamento delle orecchie sono le forme liquide. Le gocce da prurito e dolore sono disponibili con vari principi attivi. Con una diagnosi correttamente stabilita, l'effetto terapeutico si fa sentire letteralmente subito dopo l'applicazione.

Otinum - è prescritto per l'otite media acuta - orecchio esterno e medio, sensazioni di congestione, dopo lesioni, rimozione di corpi estranei e per eliminare i tappi di zolfo. Il principale ingrediente attivo della soluzione di colina è il salicilato, che inibisce l'attività enzimatica delle ciclossigenasi, impedendo la sintesi dei mediatori dell'infiammazione e del dolore. Le gocce hanno un moderato effetto antimicotico e antibatterico. La presenza di glicerina nella composizione delle gocce aiuta ad ammorbidire gli accumuli secchi di zolfo, facilitandone la rimozione dal condotto uditivo. Il farmaco è controindicato nei pazienti con la triade dell'aspirina, note reazioni di ipersensibilità ad altri FANS. Non prescritto per la perforazione del timpano. La presenza di salicilato rende questo rimedio indesiderabile per le donne in gravidanza e in allattamento, i bambini piccoli, poiché non ci sono dati ragionevoli sui risultati del trattamento di queste categorie di pazienti. Si deve usare cautela nei pazienti con rinite vasomotoria e poliposi nasale.

Una soluzione viene instillata nell'orecchio, riscaldata nel palmo della mano al livello della temperatura corporea. Tre o quattro gocce vengono dosate per qualsiasi scopo nel canale uditivo esterno di ciascun orecchio, mentre il paziente si sdraia con l'orecchio trattato e si gira dall'altro lato 10 minuti dopo l'instillazione. A scopo terapeutico, durante il giorno, le orecchie vengono instillate tre o quattro volte, per sciogliere i tappi - due volte. La durata del corso del trattamento non deve superare i dieci giorni. Se il quarto giorno non ci sono cambiamenti positivi nelle condizioni del paziente, il medico dovrebbe scegliere un altro farmaco.

Otipax: un farmaco complesso (fenazone + lidocaina) sotto forma di gocce per le orecchie è prescritto per l'otite media del raffreddore, origine barotraumatica, nonché per le complicanze dell'influenza e della SARS. Anestetizza, riduce la temperatura, rimuove i sintomi dell'infiammazione. L'azione si fa sentire già cinque minuti dopo che le gocce sono entrate nell'orecchio, dopo un quarto d'ora il dolore scompare quasi completamente. L'effetto principale è analgesico, quindi le gocce vengono prescritte ai pazienti in cui il prurito all'orecchio è accompagnato da dolore. Controindicato nelle persone sensibili agli ingredienti. Non è raccomandato l'uso in caso di violazione dell'integrità del timpano. Non è stato identificato un effetto sistemico clinicamente significativo dall'instillazione di Otipax, pertanto questo farmaco può essere utilizzato da donne in gravidanza e in allattamento, bambini dall'età di un mese. Effetti collaterali dell'uso di gocce: irritazione, iperemia, gonfiore, orticaria, aumento del prurito nel condotto uditivo. Sepolto indipendentemente dall'età in un orecchio dolorante, quattro gocce due o tre volte durante il giorno. Il corso massimo di trattamento è di dieci giorni.

Prurito e secrezione purulenta dall'orecchio sono caratteristici dell'otite media batterica, esterna e secondaria, senza perforazione del timpano. Anauran - gocce contenenti antibiotici ad ampio spettro, polimixina B e neomicina, nonché lidocaina anestetica. La combinazione di farmaci antibatterici assicura la morte della maggior parte dei microrganismi presenti nell'otite media. La lidocaina elimina il dolore e allevia le condizioni del paziente durante il trattamento. L'effetto delle gocce correttamente prescritte arriva rapidamente: lo scarico dall'orecchio scompare, il prurito si interrompe, quindi, se non ci sono miglioramenti entro i primi giorni, è necessario consultare un medico per cambiare il farmaco. Il trattamento non dovrebbe durare più di dieci giorni. Un trattamento più lungo può causare lo sviluppo di superinfezione, effetti ototossici fino alla completa perdita dell'udito.

Donne in gravidanza, in allattamento e bambini di età inferiore ai sei anni, il farmaco è controindicato. Gli effetti collaterali sono nella natura dell'irritazione cutanea locale. A seconda della gravità dell'otite media, il medico può prescrivere da due a quattro gocce. Per i pazienti adulti, una singola dose è da quattro a cinque gocce in ciascun orecchio, per i bambini che hanno raggiunto l'età di sei anni interi, possono essere instillate due o tre gocce alla volta.

Otofa - gocce antibatteriche a base dell'antibiotico antitubercolare rifamicina, che inibisce l'attività enzimatica della RNA polimerasi dei cocchi gram-positivi e gram-negativi, in particolare - piogenici: stafilococchi, streptococchi e alcuni altri batteri che infettano l'esterno e orecchio medio. L'inattivazione del catalizzatore di sintesi dell'RNA dei microrganismi patogeni blocca questo processo, che porta alla loro rapida morte. Le gocce di Otof possono essere utilizzate anche per la perforazione del timpano.

Una controindicazione all'appuntamento è l'ipersensibilità al principio attivo o ai componenti aggiuntivi delle gocce. Le donne in gravidanza e in allattamento sono prescritte in casi eccezionali. Gli effetti collaterali sono nella natura dell'irritazione locale: eruzione cutanea, iperemia, gonfiore.

La dose singola raccomandata per i pazienti adulti è di cinque gocce, la frequenza delle procedure è di tre al giorno. Ai bambini vengono instillate tre gocce due volte. Le gocce vengono lasciate nell'orecchio per alcuni minuti, quindi la testa viene inclinata in modo che fuoriescano per gravità. Il periodo massimo di applicazione delle gocce di Otofa è di sette giorni. Un periodo di trattamento più lungo è possibile solo su prescrizione medica.

La diossina (idrossimetilchinoxalina diossido) può essere prescritta nei casi di inefficacia di altri agenti antibatterici per l'otite media purulenta grave. Le gocce per le orecchie con un tale principio attivo non vengono rilasciate: il contenuto della fiala della farmacia viene diluito (possono contenere lo 0,5% o l'1% del principio attivo) indipendentemente con una soluzione ipertonica a una concentrazione dello 0,1-0,2%. Il trattamento ambulatoriale deve essere completamente supervisionato da un medico. Il farmaco è tossico, parte di esso penetra nella circolazione sistemica, quindi è necessario seguire rigorosamente le raccomandazioni per il dosaggio e la preparazione delle gocce. Eseguire un test di tolleranza prima dell'uso. Le gocce con diossina sono controindicate nelle donne in gravidanza, nelle donne che allattano, nelle persone con ridotta funzionalità surrenale. Per i bambini, il medico può prescrivere tali gocce solo in casi eccezionali.

Va notato che la soluzione preparata è adatta solo per un giorno. Vengono utilizzate solo poche gocce (una o due gocce in ciascun orecchio per i bambini, tre o quattro per gli adulti), il resto viene versato e ne viene preparato uno nuovo il giorno successivo. Prima dell'instillazione, è necessario pulire il canale uditivo esterno dal pus con un turunda di cotone imbevuto di perossido di idrogeno (3%). Il farmaco agisce rapidamente. L'effetto si manifesta entro tre o quattro giorni o il trattamento viene interrotto. Lo sviluppo di effetti collaterali è anche motivo di interruzione del trattamento.

Nei casi di otite media purulenta grave, viene utilizzata la terapia antibiotica sistemica. Gli antibiotici più utilizzati per il dolore e il prurito all'orecchio sono la serie delle penicilline (amoxicillina: flemoxin, augmentin; amoxil) e le cefalosporine (cefodox, cefotaxime). Spesso prescrivono farmaci dal gruppo di macrolidi: spiramicina, rositromicina. Sono considerati meno tossici. In caso di otite media cronica prolungata, possono essere utilizzati fluorochinoloni - ciprofloxacina, norfloxacina -.

L'infezione fungina del canale uditivo esterno viene trattata con agenti antimicotici locali. Viene prescritto il trattamento della pelle con antisettici con attività antimicotica: Castellani, liquido di Burov, soluzioni di anfotericina, coloranti all'anilina, chinosolo, ioduro di potassio (2%) e altri. Prima di iniziare la procedura, la superficie cutanea del canale uditivo viene pulita da secrezioni, zolfo, croste desquamate, frammenti di micelio fungino.

Gli unguenti antimicotici sono prescritti per il prurito alle orecchie: nistatina, clotrimazolo.

L'unguento alla nistatina è particolarmente efficace per la candidosi dell'orecchio, tuttavia può anche essere prescritto per l'aspergillosi. L'antibiotico polienico nistatina è in grado di legarsi agli ergosteroli, che costituiscono le pareti cellulari del microrganismo. La distruzione della membrana cellulare comporta il rilascio di componenti citoplasmatici nello spazio intercellulare e interrompe la vitalità della cellula. Se applicato localmente, l'assorbimento praticamente non si verifica, tuttavia, l'unguento non è raccomandato per l'uso nella pratica pediatrica e per il trattamento delle donne in gravidanza e in allattamento. Controindicato in caso di allergia agli ingredienti. Applicare uno strato sottile sulla superficie della pelle interessata una o due volte al giorno. La durata del corso non deve superare i dieci giorni. È possibile ripetere il ciclo di trattamento con un intervallo di tempo da due a tre settimane.

Il clotrimazolo, oltre a distruggere la membrana cellulare del fungo, ha un ulteriore effetto tossico attraverso l'interazione con gli enzimi mitocondriali e perossidasi con la formazione di perossido di idrogeno, un aumento della cui concentrazione crea ulteriori condizioni per la cessazione dell'attività vitale di cellule fungine. Questo rappresentante degli imidazoli è attivo contro vari funghi, in particolare Aspergillus e Candida, nonché contro agenti patogeni comuni di infezioni purulente come stafilococchi e streptococchi. Il farmaco non viene praticamente assorbito nella circolazione sistemica. La sua embriotossicità non è stata confermata da studi, tuttavia, il clotrimazolo è prescritto con cautela alle donne in gravidanza e in allattamento. Nel primo trimestre non è generalmente prescritto, così come i pazienti ipersensibili.

La crema viene applicata in uno strato sottile sulla pelle del condotto uditivo due o tre volte al giorno. Il trattamento è lungo, in media - un mese. I possibili effetti collaterali sono nella natura delle reazioni locali. Non è raccomandato l'uso in combinazione con altri agenti antimicotici (nistatina, amfotericina B, natamicina), poiché l'efficacia del trattamento è ridotta.

Con micosi ricorrente, danno alle strutture interne dell'orecchio, viene prescritta una terapia sistemica. Nell'aspergillosi, l'itraconazolo è il farmaco di scelta, la candidosi dell'orecchio viene trattata con successo con fluconazolo o ketaconazolo. Il trattamento combinato è particolarmente efficace: una combinazione di compresse e agenti esterni.

Ai pazienti con infezione mista o con un tipo sconosciuto di patogeno vengono prescritti preparati multicomponenti - candibiotici, che hanno contemporaneamente un effetto battericida, fungicida, antinfiammatorio e analgesico.

Candibiotici, le cosiddette gocce auricolari, che hanno recentemente guadagnato popolarità tra pazienti e medici. La composizione della soluzione comprende quattro principi attivi che forniscono un ampio spettro di azione del farmaco.

L'antibiotico cloramfenicolo, meglio noto al grande pubblico con il nome commerciale di levomicetina, che inibisce l'attività enzimatica del principale catalizzatore per la sintesi proteica nella cellula della maggior parte dei batteri presenti nell'otite media.

L'effetto antimicotico è fornito al farmaco dal componente clotrimazolo già menzionato sopra.

Il beclometasone dipropionato è un ingrediente ormonale nelle gocce per le orecchie che fornisce un potente effetto antinfiammatorio che allevia una reazione allergica non solo agli irritanti esterni, ma anche ai prodotti metabolici di agenti infettivi fungini e / o batterici. Elimina rapidamente prurito e otorrea.

Lidocaina cloridrato - allevia quasi immediatamente il dolore e allevia le condizioni del paziente durante il trattamento.

Le gocce sono controindicate nei pazienti con intolleranza ai loro componenti, non vengono utilizzate per lesioni con virus dell'herpes e per sospetta perforazione del timpano. L'assorbimento sistemico è minimo, tuttavia, per evitare effetti collaterali ad esso associati, gli adulti vengono trattati per non più di una settimana, i bambini non più di cinque giorni. È vietato utilizzare gocce per bambini di età inferiore ai due anni, donne in gravidanza e in allattamento. Gli effetti collaterali registrati in conformità con le dosi raccomandate e la durata del trattamento sono di natura irritativa locale.

Ai pazienti di età compresa tra due e 11 anni interi vengono instillate in ciascun orecchio due gocce quattro volte al giorno. Dall'età di dodici anni, il numero di gocce aumenta a tre o quattro e la frequenza dell'instillazione è di tre o quattro volte al giorno. Prima della procedura, il paziente inclina la testa verso la spalla con l'orecchio malato rivolto verso l'alto e, dopo l'instillazione, mantiene questa posizione per qualche tempo, assicurandosi che le gocce penetrino in profondità nel condotto uditivo.

Se la causa del prurito alle orecchie è una carenza di vitamine, componenti minerali, una diminuzione dell'immunità, si consiglia al paziente di introdurre alimenti nella dieta che possono ricostituire la carenza risultante. Il medico può prescrivere al paziente vitamine e complessi vitaminico-minerali.

Le malattie sistemiche, manifestate da un sintomo come il prurito alle orecchie, sono trattate da specialisti del profilo appropriato.

Il trattamento fisioterapico delle malattie dell'orecchio diventa spesso una buona aggiunta al trattamento medico, aiutando non solo ad eliminare il processo infiammatorio e il dolore, ma anche a stimolare il sistema immunitario.

Il metodo più popolare è l'uso di campi magnetici ad alta frequenza (terapia UHF). Viene anche utilizzata l'elettroforesi medicinale, che contribuisce a un assorbimento più rapido ed efficiente dei farmaci. Nella lotta contro il disagio dell'orecchio vengono utilizzati fototerapia, pneumomassaggio, diadinamica. Il trattamento fisioterapico trarrà beneficio solo se le procedure vengono eseguite da uno specialista qualificato su raccomandazione di un medico che tenga conto dello stato di salute del paziente. Di solito, dopo un ciclo di procedure di una settimana, si sente già un significativo miglioramento del benessere.

Trattamento alternativo

Medici contro l'autotrattamento per il prurito alle orecchie. Il loro negativismo si basa sul fatto che dopo un trattamento così apparentemente innocuo, i pazienti, nella maggior parte dei casi, devono ancora consultare un medico, ed è molto più difficile eliminare le conseguenze dell'autotrattamento dopo.

Pertanto, mezzi alternativi per il trattamento dei problemi di udito dovrebbero essere utilizzati solo dopo che è stata stabilita una diagnosi e con il permesso di un medico.

La medicina alternativa utilizza diversi rimedi per curare le orecchie pruriginose. Inoltre, la stessa preparazione fatta in casa non solo può ammorbidire gli accumuli di zolfo denso secco, ma anche disinfettare il condotto uditivo, distruggendo i microrganismi patogeni.

Un candibiotico naturale molto efficace è l'olio di noci appena spremuto. Ha bisogno di una piccola, letteralmente una o due gocce in ciascun orecchio. Pertanto, è possibile spremere una tale quantità da mezzo nocciolo di noce attraverso un piede di vanga. Per non rompere lo strumento e facilitare l'estrusione, è meglio prima schiacciare il gheriglio in pezzi più piccoli con un coltello, quindi strizzarlo. Se non c'è la pipetta, puoi immergere uno stoppino di garza o una turunda di cotone con olio strizzato e inserirlo nell'orecchio. Secondo le recensioni, il disagio nell'orecchio scompare letteralmente dopo una o due procedure, perché la noce ha potenti proprietà antisettiche.

Un rimedio alternativo abbastanza sicuro per il dolore e il prurito nell'orecchio è una foglia di geranio puro. Viene strappato dalla pianta, arrotolato in un tubo e inserito nell'orecchio dolorante.

Il succo di aloe, l'aglio o la cipolla hanno proprietà antisettiche. La parte spremuta del succo viene mescolata 1: 1 con olio vegetale riscaldato e una garza imbevuta della soluzione (cotone idrofilo) viene inserita nell'orecchio.

I guaritori alternativi consigliano di pulire delicatamente il condotto uditivo con acqua ossigenata, 6% di aceto da tavola o di mele, stendendo tamponi di cotone imbevuti di alcol borico o canfora e strizzati in modo che non scorrano all'interno. In nessun caso soluzioni alcoliche, perossido, aceto, succo d'aglio non diluito, cipolla, aloe devono essere gocciolate nell'orecchio. Puoi danneggiare il timpano e la mucosa del condotto uditivo.

In generale, un'alternativa all'instillazione diretta è questo metodo: inserire uno stoppino di garza nell'orecchio e instillare in esso, e non direttamente nel condotto uditivo.

Metodi alternativi di trattamento includono il trattamento con fitocandle per le orecchie, vendute in farmacia. I medici, per la maggior parte, sono scettici sull'uso di questo metodo, ritenendo che non sia sicuro usarli, puoi scottarti e l'efficacia è discutibile. Ma le fitocandele hanno molti sostenitori, secondo le cui recensioni, con il loro aiuto, il condotto uditivo è perfettamente ripulito dagli accumuli di zolfo, l'otite media e l'otomicosi scompaiono, perché le supposte sono fatte di cera d'api naturale con l'aggiunta di propoli ed erbe medicinali. Una candela a forma di imbuto riscalda l'orecchio quando viene bruciata. Inoltre, i fitoncidi di erbe, oli essenziali, propoli, che fa parte del prodotto, evaporano nel condotto uditivo. A causa di ciò, si ottiene un effetto antinfiammatorio, il prurito e il dolore si calmano, il tappo di zolfo si scioglie, si dissolve e fuoriesce dal condotto uditivo. Le istruzioni per l'uso sono allegate alle candele, devono essere seguite, osservando le precauzioni indicate. C'è un segno sulla supposta, al di sotto del quale non dovrebbe essere consentito bruciare. È meglio mettere le supposte prima di andare a letto, dopo la procedura non è consigliabile bere bevande fresche e lavarsi i capelli.

Per eliminare il prurito nell'orecchio, viene utilizzato un trattamento a base di erbe. Si consiglia di instillare 2-3 gocce di infuso di camomilla calda nel padiglione auricolare. Pochi minuti dopo l'instillazione, l'orecchio viene abbassato in modo che l'infusione scorra liberamente.

All'infuso di calendula (un cucchiaino) vengono aggiunte tre gocce di olio di lavanda. Un batuffolo di cotone è impregnato di questa composizione, strizzato leggermente e posizionato nell'orecchio prima di andare a letto.

Con l'otomicosi, un'infusione di celidonia viene instillata nell'orecchio o, in estate, il condotto uditivo viene lubrificato con il succo appena spremuto della pianta.

Prima di utilizzare rimedi alternativi, devi essere fermamente fiducioso nell'integrità del timpano, altrimenti il trattamento domiciliare può causare danni irreparabili.

Omeopatia

Preparazioni omeopatiche complesse della farmacia del marchio Heel: le compresse di Engystol e le gocce di Schwef-Heel possono aiutare con dermatosi pruriginose di qualsiasi localizzazione e origine, in particolare quelle che sono diventate croniche.

Le gocce contengono un principio attivo Sulfur in diverse diluizioni omeopatiche. È usato come rimedio costituzionale per vari problemi della pelle, inclusa la suppurazione. Aiuta nei casi di connessione di dermatosi con disturbi del tratto gastrointestinale e del sistema epatobiliare. Stabilizza il sistema nervoso. L'azione del farmaco si basa sulla stimolazione delle difese del paziente. Le gocce sono efficaci anche nei casi avanzati con un'infezione secondaria associata.

Nelle compresse, oltre a due diluizioni di zolfo, ci sono tre diluizioni di Vincetoxicum hirundaria, che aiuta a ripristinare l'immunità cellulare dopo le infezioni virali, quindi questo farmaco ha senso da usare in caso di complicazioni alle orecchie dopo il raffreddore.

I medicinali omeopatici dovrebbero essere prescritti da un medico con conoscenze speciali, quindi il trattamento sarà benefico.

L'omeopatia classica dispone anche di un vasto arsenale di rimedi per alleviare il prurito alle orecchie di varia origine.

L'ipersecrezione di zolfo, la tendenza a formare tappi è spesso una delle indicazioni per la prescrizione di medicinali omeopatici al paziente Mercurius solubilis o Ferrum phosphoricum, prurito nel condotto uditivo e desquamazione - Aurum muriaticum, foruncolosi del condotto uditivo - Hydrastis; otomicosi e otite batterica - Pulsatilla.

Nel trattamento dell'otite media, comprese quelle croniche, vengono utilizzati Lachesis, Lycopodium, Graphites, Barita carbonica. Il prurito alle orecchie di origine psicogena può fermare Silicea e Psorinum.

Il trattamento omeopatico non è tanto volto ad eliminare e sopprimere i sintomi, quanto piuttosto a migliorare la salute generale del paziente. I preparativi vengono selezionati tenendo conto di molti fattori, individualmente, in base al tipo costituzionale del paziente.

Chirurgia

Per la maggior parte, i problemi manifestati dal prurito alle orecchie vengono eliminati con metodi conservativi. A meno che non si tratti di una neoplasia in crescita, che nelle fasi iniziali si sviluppa in modo asintomatico, ma occupando un posto nel condotto uditivo, impedisce il libero deflusso di zolfo, che provoca prurito. Si consiglia di trattare i tumori con metodi radicali. Con accesso libero e dimensioni ridotte, criodistruzione, apparecchiature radio e laser, viene utilizzato lo scraping, tuttavia, la chirurgia a cielo aperto rimane il metodo principale.

Con le complicazioni dell'otite media purulenta e la diffusione dell'infezione all'interno, viene praticata un'incisione nel timpano per garantire il libero flusso di pus.

La rimozione strumentale dei tappi di zolfo (curettage, aspirazione sottovuoto) non è un trattamento chirurgico. Tali manipolazioni vengono eseguite in presenza di perforazione del timpano, poiché il lavaggio in questo caso è controindicato.

Translation Disclaimer: The original language of this article is Russian. For the convenience of users of the iLive portal who do not speak Russian, this article has been translated into the current language, but has not yet been verified by a native speaker who has the necessary qualifications for this. In this regard, we warn you that the translation of this article may be incorrect, may contain lexical, syntactic and grammatical errors.

You are reporting a typo in the following text:
Simply click the "Send typo report" button to complete the report. You can also include a comment.