^

Salute

Oli per inalazione

, Editor medico
Ultima recensione: 31.07.2022
Fact-checked
х

Tutti i contenuti di iLive sono revisionati o verificati da un punto di vista medico per garantire la massima precisione possibile.

Abbiamo linee guida rigorose in materia di sourcing e colleghiamo solo a siti di media affidabili, istituti di ricerca accademici e, ove possibile, studi rivisti dal punto di vista medico. Nota che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili per questi studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri contenuti sia impreciso, scaduto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

Le inalazioni fanno parte della terapia per varie malattie respiratorie e gli oli essenziali naturali per inalazione, contenenti composti bioattivi con proprietà medicinali, sono i più adatti.

Circa tre dozzine di oli essenziali - di comprovata efficacia clinica - sono ufficialmente riconosciuti dalla Farmacopea Europea, e tra questi si trovano oli che spesso vengono utilizzati per curare le malattie respiratorie, non solo nella medicina complementare.

Indicazioni per l'esecuzione

Le principali indicazioni per l'inalazione con oli essenziali comprendono raffreddore e influenza con tosse, rinite e mal di gola, catarro delle prime vie respiratorie, laringiti, tracheiti, laringotracheiti e tracheobronchiti, epiglottiti, faringiti, ascessi peritonsillari; infiammazione dei seni paranasali (sinusite).

Le inalazioni con oli essenziali vengono utilizzate per l'infiammazione delle vie respiratorie inferiori, principalmente come metodo ausiliario per il trattamento della tosse nella bronchite e bronchiolite acuta e cronica, nonché nella broncopneumopatia cronica ostruttiva e nella polmonite.

Gli oli essenziali contengono terpeni e terpenoidi, lattoni sesquiterpenici, esteri di acidi carbossilici, fenilpropanoidi e altri composti. La composizione degli oli essenziali determina i loro complessi effetti: per inalazione - per inalazione - le sostanze biologicamente attive passano attraverso la trachea ai bronchi, e da lì ai bronchioli e agli alveoli dei polmoni (dove il sangue si arricchisce di ossigeno).

Quindi le molecole più piccole, raggiungendo facilmente tutte le parti delle vie respiratorie, aiutano a combattere le infezioni virali e batteriche, alleviano infiammazioni e sintomi come tosse, naso che cola e mal di gola.

Inoltre, le sostanze a base di olio essenziale inalate possono entrare nel flusso sanguigno e avere un effetto calmante o tonificante sul sistema nervoso centrale.

Gli oli per inalazione sono usati per la tosse secca, il naso che cola:

Oli essenziali mucolitici ed espettoranti per inalazione nella bronchite:  Oli per il trattamento della bronchite .

Gli oli per alleviare l'infiammazione per inalazione per la gola sono discussi in dettaglio nel materiale -  L'uso di oli essenziali per il mal di gola .

Quali oli vengono utilizzati per l'inalazione?

Se la tosse è secca, si consiglia di utilizzare oli essenziali di eucalipto, menta piperita, origano (origano), tè e chiodi di garofano, basilico, incenso. Quando la tosse si bagna, aiutano gli oli che fungono da espettoranti: cedro dell'atlante, pino silvestre, rosmarino medicinale, menta piperita, timo (timo strisciante), alloro nobile, melaleuca e lo stesso eucalipto globoso.

Gli oli essenziali per inalazione nasale - abete, cedro, cipresso, eucalipto, menta - non sono solo potenti antisettici, ma funzionano anche come decongestionanti, cioè alleviano il gonfiore delle mucose della cavità nasale. Per maggiori dettagli, vedere -  Trattamento del comune raffreddore con inalazioni .

L'olio di eucalipto  per inalazione è apprezzato per le sue proprietà antivirali e antimicrobiche e per l'attività antinfiammatoria, che sono fornite da un estere ciclico - monoterpene 1,8-cineolo o eucaliptolo (che rappresenta il 73% di tutti i componenti chimici di questo olio). [1]

Le inalazioni con questo olio alleviano e leniscono la tosse in eventuali malattie respiratorie. E molti esperti ritengono che questo sia il miglior olio per inalazione, poiché è stata dimostrata non solo la sua capacità di alleviare il broncospasmo e ridurre l'intensità dei processi infiammatori (bloccando le citochine pro-infiammatorie), ma anche di distruggere il segreto tracheobronchiale accumulato e purificare il sistema respiratorio.

La base  dell'olio di menta piperita  sono i terpenoidi mentolo e mentone (in totale - 65-87% della composizione); c'è anche 1,8-cineolo (5-12%). Il mentolo, se inalato, crea una sensazione di freschezza che può lenire la gola irritata e irritata e alleviare la congestione nasale. L'olio di menta piperita per inalazione aiuta nella lotta contro le infezioni virali, migliora la clearance mucociliare delle vie respiratorie e rilassa i muscoli della trachea, facilitando la respirazione quando si tossisce. Il mentone (terpene chetone) neutralizza l'azione dei radicali liberi, cioè è un antiossidante. [2]

L'olio dell'albero del tè  per inalazione con mal di gola o tosse non è molto inferiore all'olio di eucalipto (sebbene contenga 4,5 volte meno 1,8-cineolo) e in termini di attività antivirale e antibatterica supera di gran lunga l'olio di menta, poiché contiene quasi 30 % terpinen-4-olo. [3]

Nella bronchite acuta con tosse improduttiva, l'olio di abete per inalazione indebolisce i suoi attacchi e, con una tosse produttiva, facilita lo scarico dell'espettorato e allevia il broncospasmo. [4]

L'olio essenziale di cedro dell'Atlante, utilizzato per l'inalazione durante la tosse, aiuta a diluire l'espettorato e, con il naso che cola, un denso segreto nasale. Un effetto simile, dovuto all'alto contenuto di 1,8-cineolo (quasi il 45% della composizione totale), ha l'olio essenziale di rosmarino.

Come le piante stesse, gli oli essenziali di origano e timo contengono potenti componenti antibatterici: i terpeni derivati dal fenolo carvacrolo e timolo. Molti rimedi erboristici per la tosse contengono estratti di queste erbe medicinali.

L'olio essenziale di salvia per inalazione, contenente circa il 15% di eucaliptolo, oltre a tujone (22-60%), alfa-pinene, borneolo e canfora, è un efficace espettorante. Tuttavia, la predominanza del monoterpene chetone tujone, che colpisce negativamente il sistema nervoso centrale, limita l'uso di questo olio essenziale, in quanto può causare convulsioni. Pertanto, questo olio può essere utilizzato solo per le cosiddette inalazioni fredde, quando alcune gocce di olio vengono lasciate cadere su un tampone e i suoi vapori vengono inalati. [5]

Una miscela di oli essenziali del marchio Olbas e del suo sinonimo (prodotto nella Federazione Russa) - olio Dyshi per inalazione - contiene oli di menta piperita, eucalipto, ginepro, chiodi di garofano, cajeput (un tipo di tea tree) e gualteria, oltre a L-mentolo. L'olio è destinato alla prevenzione delle infezioni respiratorie: si usa per inalazione fredda. Le istruzioni per l'olio Dyshi indicano che può essere utilizzato dai bambini dai 12 mesi di età, ma l'olio di chiodi di garofano è controindicato per i bambini di età inferiore ai due anni e l'olio di menta e L-mentolo - fino a cinque anni.

Alcune fonti consigliano l'uso dell'olio di olivello spinoso per inalazione per il mal di gola, ma questo olio non è un olio essenziale e non contiene composti volatili volatili (contiene acidi grassi omega e carotenoidi). È più razionale lubrificare le tonsille infiammate con questo olio. Per saperne di più -  Olio di olivello spinoso per l'angina . [6]

L'olio di pesca per inalazione non è meno problematico da usare - per gli stessi motivi, ma può essere usato per lubrificare i passaggi nasali con mucosa nasale secca o per ammorbidire le croste nel naso con il naso che cola nei bambini. [7]

Oli per inalazione durante la gravidanza

Gli oli essenziali per inalazione come ginepro, chiodi di garofano e cajuput sono controindicati per le donne in gravidanza. Inoltre, durante il periodo di gravidanza non vengono utilizzati oli di menta piperita, origano, timo, salvia, abete, cedro, tea tree (a causa dell'effetto ormonale e degli effetti neurotonici), cipresso (nella prima metà della gestazione).

Maggiori informazioni nel materiale -  Inalazione durante la gravidanza .

L'elenco degli oli essenziali controindicati per le donne che allattano è un po' meno, ma va ricordato che l'olio essenziale di salvia riduce l'allattamento.

Oli per inalazione per bambini

La capacità di utilizzare oli per inalazione per i bambini dipende dalla loro età, poiché i lobi dei polmoni continuano a crescere fino all'età di tre anni e il sistema broncopolmonare è completamente formato solo all'età di sette anni.

Gli oli essenziali sono sostanze estremamente potenti e il loro uso nei bambini richiede cure speciali. Per motivi di sicurezza, è controindicato l'uso dell'olio di eucalipto per inalazione - fino all'età di un anno (in alcune raccomandazioni, anche fino a tre anni); fino a due anni - chiodi di garofano; fino a tre anni - abete; fino a cinque anni - olio di timo; fino a cinque anni - olio di menta e rosmarino; olio dell'albero del tè - fino a 10 anni e oli di origano e cedro - fino a 12 anni.

Come inalare con oli essenziali

Le proprietà medicinali delle sostanze contenute nelle molecole degli oli essenziali compaiono durante l'evaporazione, quindi vengono eseguite inalazioni di vapore caldo

Tra l'assunzione di cibo e farmaci e l'inizio della procedura, dovrebbe essere osservato un intervallo di due ore. Tutta la preparazione consiste nel riempire il contenitore con acqua calda (per adulti t + 60°C, per bambini t + 40°C), aggiungendovi un numero adeguato di gocce di olio essenziale e quindi inalando i vapori (inclinando la testa sopra il contenitore e coprendolo con un asciugamano). Quando tossisci, inspira attraverso la bocca ed espira attraverso il naso; con la rinite, è vero il contrario.

La durata della procedura, che viene eseguita una volta per pigrizia, per gli adulti non deve superare i cinque minuti, per i bambini di età inferiore a sette anni - due minuti, di età inferiore a sette anni - un minuto. E il corso del trattamento non deve superare i tre o cinque giorni (a seconda delle condizioni e delle raccomandazioni del medico).

Una singola dose di olio essenziale aggiunta all'acqua (basata su un bicchiere) è indicata nelle loro istruzioni e di solito è: per l'olio di eucalipto - 4/2 gocce (adulti / bambini); oli di abete o cedro - 4/2; tea tree o timo - 2/1; olio di menta piperita - 3/2; origano -2/1; cipresso - 2/1.

Nonostante tutta la primitività di questa "tecnologia", è efficace, anche se è sicuramente più comodo eseguire tali procedure usando un inalatore.

A proposito, l'inalatore per oli essenziali deve essere vapore o evaporazione termica, oppure può essere un inalatore Makholda (inalatore Makholda), progettato per tali procedure.

Gli esperti consigliano di diffidare delle raccomandazioni incompetenti sull'utilizzo di oli essenziali per un compressore o un nebulizzatore ad ultrasuoni: non sono adatti per l'inalazione con oli essenziali, poiché non si verifica l'evaporazione delle sostanze volatili. Maggiori informazioni nella pubblicazione -  Inalazioni per bronchite con nebulizzatore , nonché nel materiale -  Inalazioni per il raffreddore .

Per disperdere gli oli essenziali nell'aria interna (in modo che possano essere liberamente inalati), esistono diffusori domestici caldi (che riscaldano l'olio rilasciandone i principi attivi) e diffusori freddi - dispositivi elettro-pneumatici come il Nebulizzante Diffusore di Oli Essenziali.

Controindicazioni per l'esecuzione

Le inalazioni con oli essenziali hanno controindicazioni:

  • aumento della temperatura corporea;
  • ipersensibilità del corpo e una storia di allergie;
  • epistassi;
  • tosse con espettorato sanguinante;
  • malattie cardiologiche e polmonari di natura cronica;
  • stato post-ictus.

L'inalazione è controindicata:

  • con olio di eucalipto - per asma bronchiale, pertosse, ipertensione, malattie del fegato e delle vie biliari;
  • con olio di menta - per broncospasmo, asma e disturbi del sonno;
  • con olio di abete - per ulcere allo stomaco, angina pectoris, infiammazione dei reni, epilessia;
  • con olio dell'albero del tè - per l'ipotensione e i disturbi del sistema nervoso autonomo, nonché per i tumori ormono-dipendenti;
  • con olio di cedro - per nefrite e nevrosi;
  • con olio di salvia - con tosse molto forte, problemi renali ed epilessia;
  • con oli di origano e timo - con aritmia cardiaca e ischemia miocardica.

Conseguenze dopo la procedura

La maggior parte degli oli essenziali viene assorbita rapidamente dopo l'inalazione, può attraversare la barriera ematoencefalica e interagire con i recettori del SNC e quindi influenzare altre funzioni. Sebbene, secondo gli esperti, il metabolismo accelerato e una breve emivita dei composti attivi degli oli essenziali minimizzino il rischio del loro accumulo nei tessuti delle vie respiratorie.

Conseguenze negative dopo la procedura - se gli oli essenziali vengono utilizzati in modo improprio - possono verificarsi sotto forma di mal di testa, nausea, irritazione delle mucose delle vie respiratorie e reazioni allergiche, broncospasmo e attacco d'asma, nonché lo sviluppo di un sedativo effetto.

Pericolose complicazioni respiratorie sono possibili dopo una procedura che utilizza olio di menta piperita nel trattamento inalatorio del catarro o della bronchite delle vie respiratorie superiori nei bambini. Inoltre, i problemi di respirazione e del sistema nervoso centrale nei bambini possono essere causati dall'inalazione di olio di eucalipto.

Cura dopo la procedura

Dopo l'inalazione con oli essenziali, sciacquare bene la bocca con acqua tiepida e lavare il viso.

Mangiare è possibile non prima di un'ora e mezza dopo l'inalazione. Inoltre, durante lo stesso periodo di tempo, non è consigliabile bere acqua, parlare ad alta voce (sforzando le corde vocali), fare esercizio e camminare (con tempo fresco).

Nonostante le recensioni positive sull'elevata efficienza di tali procedure, è necessario ricorrere all'uso di olio essenziale per inalazione dopo aver consultato un medico e secondo la sua prescrizione.  

Translation Disclaimer: The original language of this article is Russian. For the convenience of users of the iLive portal who do not speak Russian, this article has been translated into the current language, but has not yet been verified by a native speaker who has the necessary qualifications for this. In this regard, we warn you that the translation of this article may be incorrect, may contain lexical, syntactic and grammatical errors.

You are reporting a typo in the following text:
Simply click the "Send typo report" button to complete the report. You can also include a comment.