^

Salute

A
A
A

Prurito alle orecchie: cause, diagnosi

 
, Editor medico
Ultima recensione: 20.07.2022
 
Fact-checked
х

Tutti i contenuti di iLive sono revisionati o verificati da un punto di vista medico per garantire la massima precisione possibile.

Abbiamo linee guida rigorose in materia di sourcing e colleghiamo solo a siti di media affidabili, istituti di ricerca accademici e, ove possibile, studi rivisti dal punto di vista medico. Nota che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili per questi studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri contenuti sia impreciso, scaduto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

Il desiderio di grattarsi l'orecchio non è così raro. Ce ne rendiamo quasi subito involontariamente conto, a volte senza nemmeno attribuire importanza a questa azione. Molto spesso, una tale reazione è causata da un pezzo di zolfo che è arrivato fino al bordo del condotto uditivo. È abbastanza accettabile rimuoverlo con la punta del dito, dopodiché il disagio passa immediatamente. Ma a volte il prurito alle orecchie diventa invadente, si sente in profondità, accompagnato da congestione dell'orecchio e provoca un disagio costante. Questi sono già segni patologici. Non cercare di eliminarli usando tamponi di cotone o altri dispositivi, sciacquare l'orecchio con un getto d'acqua da una grande siringa. In questi modi, puoi solo aggravare la situazione e persino perdere l'udito. Devi consultare un medico e scoprire l'origine del disagio.

Epidemiologia

Le statistiche dell'OMS mostrano che oltre il 5% della popolazione mondiale è riconosciuto come disabile a causa di perdita dell'udito acquisita o completa per motivi, la stragrande maggioranza dei quali potrebbe essere prevenuta. Più di un terzo di tutti i casi di malattie dell'orecchio sono otite - orecchio esterno e medio, un quarto - infezioni fungine. Circa il 5% della popolazione di diverse età visita periodicamente le istituzioni mediche per la rimozione dei tappi solforici nel mondo. Inoltre, l'orecchio può prudere per altri motivi. Quindi il problema è abbastanza comune.

Le cause prurito alle orecchie

Abbiamo ghiandole speciali (ceruminose) nelle nostre orecchie che secernono zolfo, una sostanza marrone chiaro che è un lubrificante naturale che svolge funzioni protettive. Lo zolfo protegge il canale uditivo dall'essiccamento, polvere, sporco, gocce d'acqua, vari microrganismi e anche piccoli insetti che entrano dall'esterno vengono eliminati con esso. Deponendosi sul lubrificante, non penetrano ulteriormente, ma si spostano gradualmente verso l'uscita, facilitata dalla masticazione, dalla deglutizione e dal parlare. È questo grumo di zolfo persistente sul bordo che può essere periodicamente sentito come un prurito all'ingresso del condotto uditivo. Ma tutto ciò che accade nell'ambito dell'autodepurazione naturale di solito non ci infastidisce. Ma il fastidioso prurito nel profondo del canale uditivo, dal quale è impossibile liberarsi e astratto, porta notevoli disagi.

Le ragioni di ciò possono essere molto diverse. Ad esempio, una violazione della produzione di lubrificazione dell'orecchio. Il fatto che lo zolfo si accumuli intensamente nelle orecchie, ostruendo i passaggi auricolari, formando tappi di zolfo e provocando prurito, è causato dalla sua eccessiva secrezione e/o insufficiente autopulizia, che sono a rischio per le persone che utilizzano apparecchi acustici, non rimuovere cuffie dalle orecchie, anziani, nonché coloro che si puliscono regolarmente le orecchie con tamponi di cotone. Inoltre, una caratteristica anatomica come un canale uditivo ristretto o curvo contribuisce anche alla formazione di accumulo di zolfo anche con la sua normale secrezione.

Una bassa produzione di zolfo porta all'essiccazione eccessiva dell'epitelio del condotto uditivo, alla formazione di microfessure al suo interno, che di per sé possono causare disagio e, inoltre, aumentare il rischio di infezione.

L'infezione più comune che provoca prurito nell'orecchio è un fungo. Molto spesso, è interessata la parte esterna del condotto uditivo. Nell'uomo, l'otomicosi, nella maggior parte dei casi, è causata da funghi del genere Aspergillus (aspergillosi dell'orecchio)  [1] e  Candida  (candidosi dell'orecchio). Altri agenti patogeni si trovano molto meno frequentemente. Puoi essere infettato quando l'acqua contaminata entra nell'orecchio, graffiandolo con le mani sporche o un oggetto duro (fiammifero, forcina). Gli agenti causali del fungo vivono con noi ovunque, quindi il trauma all'epitelio del condotto uditivo, la presenza di microfessure al suo interno aumenta significativamente la probabilità di infezione, specialmente in combinazione con una massiccia invasione. Spesso, la micosi si verifica dopo un trattamento prolungato con gocce auricolari antibatteriche sullo sfondo della distruzione della microflora batterica benefica. [2]

Gli agenti infettivi non sono solo di origine fungina, ma anche batterici, virali. Spesso c'è prurito nell'orecchio dopo l'otite media, che è sorta come complicanza di influenza, SARS, tonsillite, sinusite. Può essere un sintomo di erisipela - infezione della pelle del viso nella zona dell'orecchio con streptococco β-emolitico-A. [3]

Le persone con un'immunità ridotta sono più suscettibili alle infezioni con varie infezioni.

Il prurito nel condotto uditivo può manifestare allergia o  dermatite da contatto , può verificarsi in pazienti con dermatosi non infettive (psoriasi, eczema).

Le malattie sistemiche croniche possono manifestarsi con un sintomo come il prurito alle orecchie. La secchezza della superficie cutanea nel condotto uditivo si verifica nelle persone con ridotta funzionalità tiroidea. Il disturbo dell'equilibrio ormonale comporta l'interruzione del lavoro di altri organi e, di conseguenza, il metabolismo.

La xerosi può indicare il  diabete mellito . In questa malattia, la pelle si secca a causa di disturbi trofici causati da intossicazione associata all'iperglicemia. Gli organi escretori non possono far fronte allo smaltimento delle tossine e la pelle è collegata a questo processo.

Con il prurito alle orecchie, il corpo può segnalare una carenza di vitamine e sostanze minerali, che si verifica dopo un'adesione prolungata alle restrizioni dietetiche nella dieta.

Spesso è il prurito alle orecchie che diventa la manifestazione più evidente e dolorosa del precoce aumento dell'intossicazione. Inoltre, l'accumulo di tossine nella pelle e il desiderio di grattarsi nell'orecchio possono essere innescati da insufficienza renale e/o epatica cronica.

Anche le invasioni parassitarie, ad esempio la giardiasi complicata da discinesia o infiammazione dei dotti biliari, possono manifestarsi come tale sintomo.

Otocariasi: l'infezione da un acaro dell'orecchio nella nostra zona climatica si verifica raramente. Una persona non può essere infettata da quelle zecche che parassitano nelle orecchie di cani e gatti. Un acaro dell'orecchio nell'uomo è un insetto portato più spesso da un viaggio nei paesi asiatici (India, Thailandia e altri), dove piccoli parassiti aspettano le loro vittime, nascondendosi su frutta e verdura, foglie degli alberi. Le zecche più grandi vivono alle nostre latitudini, ma è impossibile escludere completamente la loro penetrazione nell'orecchio, come qualsiasi altro insetto, ad esempio una formica. Anche se questo non accade molto spesso.

Demodex  , un acaro che parassita le ghiandole sebacee (Demodex brevis) e i follicoli piliferi (Demodex folliculorum) della pelle del viso, può anche depositarsi all'ingresso del condotto uditivo e causare prurito al padiglione auricolare. Questo parassita si nutre di sebo e predilige le zone della pelle ricche di ghiandole sebacee. Le orecchie non lo sono, quindi è improbabile che il desiderio di grattarle sia il primo sintomo della demodicosi.

Spesso c'è prurito nell'orecchio dal morso di una zanzara o di un altro succhiasangue. È dubbio che l'insetto voli in profondità nell'orecchio, ma il suo morso può causare allergie e pruderà non solo nel punto del morso dall'esterno, ma in profondità nel condotto uditivo.

Potrebbe esserci prurito alle orecchie con malattie neurologiche. La sua natura psicogena si presume se l'esame non indica alterazioni patologiche associate a infezioni, processi infiammatori, lesioni, desquamazione o tappi solforici non si trovano nelle orecchie.

Le infezioni virali respiratorie acute sono accompagnate da tosse e naso che cola. Tuttavia, è anche possibile il prurito alle orecchie con il raffreddore (come spesso chiamiamo SARS). L'orecchio, la gola e il naso sono strettamente correlati e non per niente vengono curati dallo stesso specialista. Il condotto uditivo è ricco di recettori riflessogeni. Molte persone hanno un innesco del riflesso della tosse lì, sono loro che iniziano a tossire quando cercano di "scavare" in profondità nell'orecchio. Il feedback può essere tracciato con un raffreddore: tosse e prurito all'orecchio.

Un naso che cola porta anche a congestione e prurito nel condotto uditivo. Il gonfiore e l'accumulo di muco nei passaggi nasali e nei seni comprimono la tromba di Eustachio, che collega il rinofaringe e l'orecchio medio, causando disagio. Inoltre, con un raffreddore nell'orecchio aumenta la produzione di un segreto protettivo, il sistema immunitario reagisce con un aumento dei linfonodi nasofaringei, che contribuisce anche alla congestione e al prurito alle orecchie.

È già chiaro che i fattori di rischio per il prurito nel guscio dell'orecchio possono essere variati, così come la patogenesi dell'aspetto di questo sintomo, quindi, comprendere la natura della sua insorgenza aiuterà a sbarazzarsi del disagio lancinante, per il quale è necessario per contattare specialisti. Dopotutto, senza una diagnosi e un trattamento qualificati, molte malattie possono portare a problemi di udito fino alla sua completa perdita.

Sintomi prurito alle orecchie

Un costante desiderio di grattarsi nel condotto uditivo, solitamente accompagnato da altre manifestazioni: ronzio nelle orecchie, rumore, congestione, dolore, perdita dell'udito, è un motivo serio per l'esame in un istituto medico, poiché varie patologie possono manifestarsi con tali sintomi. Solo uno specialista può rispondere con precisione alla domanda sulla causa del disagio.

Tuttavia, i primi segnali di disturbo possono suggerire in quale direzione è consigliabile cercare la causa del disagio.

Il costante forte prurito delle orecchie all'esterno, forse, indica una reazione allergica al contatto con un nuovo shampoo, un cappello fatto di materiale inappropriato, una nuova tintura per capelli, biancheria da letto scarsamente risciacquata, un morso di un insetto succhiasangue. Tali sintomi alla fine di una giornata di sole trascorsa all'aperto possono indicare che ti sei bruciato la pelle sulle orecchie e se la giornata era ventosa, allora era ventoso. Le orecchie possono anche congelarsi, in una stanza calda inizieranno a prudere. Oltre al prurito, appariranno altri sintomi, in particolare arrossamento e gonfiore della pelle. L'allergia non può essere solo contatto. La pelle pruriginosa ovunque può provenire da un cibo o una droga sconosciuti.

Se sei costantemente in una stanza con maggiore secchezza dell'aria e allo stesso tempo bevi poca acqua, la tua pelle inizierà a seccarsi. Le orecchie, invece, possono prudere di più perché di solito non sono protette da nulla e, oltre alla secchezza nella stanza, sono esposte agli influssi ambientali avversi. In questo caso, è improbabile che la pelle delle orecchie "brucia", a meno che non le pettini. Piuttosto, ci sarà il peeling, la pelle diventerà sottile e "pergamena". Inoltre, quando sei disidratato, avrai spesso sete.

Il prurito al di fuori del condotto uditivo, combinato con una sensazione di pienezza e una certa ipertermia locale, può essere il primo segno di otite esterna ("orecchio del nuotatore"). Di solito, quando entra acqua sporca infetta da batteri, viene colpito un orecchio, in cui l'epitelio è stato danneggiato, tuttavia è possibile anche un'infiammazione bilaterale del canale uditivo esterno. L'otite esterna non è sempre di origine infettiva. L'infiammazione può svilupparsi dopo che l'acqua clorata della piscina entra nell'orecchio (come reazione alla presenza di cloro). Bagni lunghi e aria fredda a terra possono causare ipotermia generale, che in totale si concluderà con un'otite media esterna. Con lo sviluppo della malattia, sono possibili alcuni problemi di udito, ipertermia e dolore.

La xerosi (pelle secca) di qualsiasi eziologia che si verifica con disordini metabolici cronici può manifestarsi come un forte prurito costante della superficie esterna delle orecchie, canale eccitante e uditivo. Allo stesso tempo, i sintomi di accompagnamento suggeriscono in quale organo sta maturando il processo patologico. Il prurito renale è accompagnato da dolore sordo nella parte bassa della schiena o da disturbi disurici leggermente inferiori; epatico: un sapore di amarezza in bocca, nausea, eruttazione con odore di uova marce, una tinta giallastra della pelle e sclera degli occhi, pesantezza o dolore sotto la costola destra, comparsa di macchie di fegato brunastre sulla pelle. I diabetici possono manifestare debolezza dopo aver mangiato, sete, variazioni di peso e visione offuscata. I frequenti raffreddori e altre infezioni si aggrappano semplicemente ai diabetici. Con l'ipotiroidismo, c'è gonfiore delle mucose dell'orecchio, della gola e del naso e deterioramento della loro pervietà, ingrossamento della voce, lentezza - il paziente semplicemente "dorme in movimento", una diminuzione di tutte le funzioni - frequenza cardiaca, motilità del tratto gastrointestinale, ipotermia, ipotensione, anemia. Vale la pena notare che con patologie sistemiche, il prurito alle orecchie può essere e sarà più evidente che in altri luoghi, ma l'intera superficie della pelle ne risentirà, inoltre la qualità delle unghie e dei capelli si deteriorerà. Perderanno elasticità e diventeranno opachi, fragili. L'onnipresente debolezza ricorderà il deterioramento dello stato di salute generale.

Il prurito psicogeno può essere in un punto o può essere osservato in più punti. Il paziente può lamentare vari sintomi clinici, ma gli esami e le analisi fisiche e strumentali di solito non confermano la presenza di un processo patologico corrispondente ai disturbi.

Il prurito alla gola e alle orecchie può essere un sintomo di micosi del rinofaringe. Allo stesso tempo, nella gola si nota un rivestimento biancastro, dalla bocca si sente un odore acre e possono comparire perdite di liquido dalle orecchie. Un'infezione fungina della gola è anche chiamata mal di gola fungina - mentre la gola è dolorante, la temperatura può aumentare e il benessere del paziente può peggiorare in modo significativo.

La cavità orale, la gola e l'orecchio possono essere infettati da vari agenti patogeni. Molto spesso, l'infezione si verifica nell'acqua, in particolare nell'acqua stagnante. In questo caso si avverte spesso prurito al cielo e alle orecchie. Il cielo diventa iperemico edematoso o con un rivestimento biancastro, a seconda dell'agente patogeno. Per identificarlo, è necessario passare una macchia per l'analisi.

Una reazione allergica dagli organi respiratori di solito non è limitata a una, tutti soffrono in un modo o nell'altro: prurito, gonfiore delle mucose, secrezione chiara e persino un aumento della temperatura corporea possono essere nelle complesse manifestazioni di una reazione di ipersensibilità.

A volte il prurito alla gola e alle orecchie accompagna l'insorgenza di ARVI, con disidratazione dovuta alla secchezza, la pelle e le mucose prudono in punti diversi, tuttavia una localizzazione così chiara suggerisce che la causa sia anche associata a danni agli organi ENT.

Il dolore e il prurito nell'orecchio sinistro, destro, cioè chiunque, escludono almeno malattie sistemiche. Molto probabilmente potrebbe trattarsi di un'otite media acuta, che è spesso complicata da una precedente malattia infettiva. Dolore intenso lancinante, congestione, perdita dell'udito si avvertono solitamente su un lato. L'edema del condotto uditivo contribuisce all'accumulo di zolfo, la cui secrezione aumenta. L'orecchio prude in profondità, i tentativi di toccarlo causano un aumento del dolore. L'infiammazione acuta dell'orecchio medio nella maggior parte dei casi è accompagnata da un aumento della temperatura fino a 39 ℃ e oltre.

Dolore e prurito in un orecchio possono essere sintomi di otomicosi. Prurito e congestione si verificano nella fase iniziale della malattia. Il processo infiammatorio porta al gonfiore del canale uditivo, allo sgrassaggio del suo epitelio superficiale, alla perdita dell'udito. Nella fase acuta, si uniscono dolore e secrezione dall'orecchio con un odore specifico, contenente croste desquamate dell'epidermide e frammenti di micelio fungino. I linfonodi possono gonfiarsi sotto la mascella, le clavicole e la parte posteriore del collo. I sintomi generali si uniscono: debolezza, disturbi del sonno, ipertermia.

Il dolore e il prurito in un orecchio possono essere il risultato di lesioni traumatiche: punture di insetto, ingestione di corpi estranei, disturbi vascolari legati all'età, esposizione unilaterale costante al rumore e anche di natura psicogena.

Prurito e secchezza alle orecchie, oltre alla xerosi sopra descritta, associata a malattie croniche o disidratazione, possono indicare lo stadio iniziale di un'infezione fungina. I funghi, depositandosi sulla pelle, contribuiscono al suo sgrassaggio, la secchezza porta al peeling. Successivamente si uniranno altri segni di micosi, in particolare appariranno le secrezioni, attraverso le quali il corpo eliminerà le particelle di pelle morta e i frammenti di micelio fungino dal condotto uditivo.

Prurito alle orecchie e desquamazione possono essere un sintomo di dermatosi: psoriasi, eczema. La dermatite seborroica è spesso localizzata nel canale uditivo esterno e dietro le pieghe dell'orecchio. Anche il cuoio capelluto è più spesso colpito, ma a volte l'unica manifestazione di questa malattia è l'otite media esterna. La malattia è caratterizzata da un lungo decorso recidivante. Nella stagione calda, i pazienti di solito vanno in remissione e con il primo freddo autunnale si verifica un'esacerbazione. Le forme lievi sono caratterizzate da desquamazione, arrossamento moderato e prurito. Nei casi più gravi, la ricaduta inizia con un'eruzione cutanea di piccoli follicoli, che si fondono in un eritema più grande con confini chiari, rotondi o ovali, su cui si formano croste spesse e grasse. Nei punti di eruzioni cutanee, la pelle prude.

La celiachia (intolleranza al glutine) è una rara malattia autoimmune che presenta molti sintomi, che a volte si manifestano come prurito lancinante alle orecchie e loro desquamazione.

Se nelle orecchie compaiono croste e prurito, il motivo potrebbe essere completamente innocuo, correlato all'igiene, inoltre, sia con la completa negligenza della cura dell'orecchio, sia con l'esecuzione parziale delle procedure igieniche.

Prurito alle orecchie e congestione: l'otomicosi può iniziare con tali sintomi, altri segni appariranno un po 'più tardi. In presenza di un tappo di zolfo nell'orecchio, di solito si avvertono proprio questi sintomi e altri di solito non compaiono. Prurito nel condotto uditivo e congestione possono indicare lo sviluppo di otite esterna. Inoltre, diventa caldo nell'orecchio, in seguito c'è dolore durante la masticazione, perdita dell'udito, febbre.

Le reazioni allergiche all'inalazione di sostanze irritanti possono manifestarsi come prurito al naso e alle orecchie. Questi possono essere fumi e polvere di detersivo, odore di profumo o acqua di colonia, cosmetici e altre sostanze volatili. Allo stesso tempo, il naso di solito giace, appare un'abbondante scarica trasparente, gli occhi diventano rossi, acquosi e pruriginosi in gola. Anche il prurito alle orecchie e agli occhi è molto probabilmente una manifestazione di un'allergia alle sostanze volatili. Sintomi simili possono accompagnare lo sviluppo di un'infezione virale. Saranno seguiti da tosse, naso che cola, febbre. Anche l'infezione da un fungo o un'infezione batterica con tali sintomi non può essere esclusa.

Prurito e secrezione nelle orecchie possono essere segni di varie patologie. Macchie torbide, grigiastre o giallo-verdi sono molto probabilmente segni di un'infezione fungina o batterica. Possono essere di consistenza diversa, a volte, con un processo più acuto e avanzato, semplicemente "scorrono" dall'orecchio. Succede che lo scarico viene rilevato solo quando si pulisce l'orecchio con un batuffolo di cotone o un turunda. Inoltre, il paziente di solito inizia a sentire peggio nell'orecchio colpito, c'è del rumore e potrebbe esserci dolore. Con otite purulenta - dolore lancinante, febbre alta, gonfiore. La palpazione nelle posizioni dei linfonodi più vicini di solito provoca dolore.

Lo scarico trasparente si osserva con allergie al canale uditivo esterno o danni all'integrità della membrana timpanica. Nel secondo caso, i reclami sono caratteristici della presenza di liquido nelle orecchie e prurito. Questi sintomi indicano l'accumulo di essudato nella cavità dell'orecchio medio (otite media senza segni di infiammazione).

Se la base del cranio è fratturata, il liquido cerebrospinale può fuoriuscire dal condotto uditivo, sebbene in questi casi i sintomi siano molto gravi (è improbabile che prurito e liquido nelle orecchie siano le sue manifestazioni principali).

Lo scarico sanguinante dall'orecchio di solito indica una lesione o una neoplasia.

A volte lo zolfo ha una consistenza molto liquida, una copiosa scarica brunastra può essere un segno della sua ipersecrezione.

Prurito e acufene possono essere osservati in quasi tutti i casi descritti. Ciò è dovuto al fatto che il condotto uditivo è ostruito da zolfo o pus, un corpo estraneo o è notevolmente ristretto dall'edema. Il rumore può assomigliare al suono di una conchiglia premuta contro l'orecchio, oppure può essere molto forte e sembrare un fischio del vento, uno squillo o un ruggito, ed essere accompagnato da altri sintomi già menzionati.

Prurito alla testa e alle orecchie: tali segni clinici possono essere dati dalla pelle eccessivamente secca per vari motivi: dai frequenti shampoo con shampoo essiccanti alle patologie sistemiche. In questo caso si osserva desquamazione secca della pelle, forfora sulla testa. Può essere secco: con umidità insufficiente, beriberi, psoriasi. Allo stesso tempo, i capelli sbiadiscono, perdono la loro sana lucentezza e diventano fragili, tagliati alle punte. Possono comparire eruzioni cutanee.

La forfora può essere grassa. La dermatite seborroica, causata da una sovrapproduzione di sebo, è caratterizzata dalla formazione di spesse croste cornee e prurito. Molto spesso localizzato sul cuoio capelluto, catturando il meato uditivo esterno e l'area dietro le orecchie.

Il prurito alla testa e alle orecchie può indicare una dermatite allergica. Qualsiasi prodotto per la cura dei capelli, una permanente, un nuovo cappello, una federa poco risciacquata, cibo esotico, un farmaco e molto altro possono causare una tale reazione.

Parassiti: pidocchi, acari (Demodex folliculorum), eczema batterico, fungino, allergico, abbandono dell'igiene, anche in assenza di invasione parassitaria, porta al fatto che la testa e le orecchie prudono.

Il prurito alle orecchie è più pronunciato di notte e, in quasi tutti i casi, e soprattutto allergico. L'ora del giorno non è un marker diagnostico e non è un sintomo caratteristico.

Nelle donne in gravidanza, letteralmente dai primi giorni, inizia a verificarsi una potente ristrutturazione del corpo. Prima di tutto, l'immunità si indebolisce e, in questo contesto, puoi "raccogliere" un'infezione fungina o batterica.

La futura mamma diventa più sensibile a molte sostanze irritanti e il prurito alle orecchie durante la gravidanza può essere una manifestazione di una reazione allergica.

Nell'ultimo trimestre di gravidanza, il prurito della pelle può essere causato dalla stasi biliare.

I motivi potrebbero essere diversi: lo stesso tappo di zolfo o beriberi. Ma l'automedicazione di una donna incinta è almeno miope. Devi discutere del tuo problema con un medico, magari sottoporti a un esame ed essere curato sotto la sua supervisione.

Il prurito alle orecchie di un bambino è spesso causato da un grumo di zolfo, che deve essere rimosso dal bordo del condotto uditivo, ma solo dove può essere visto con gli occhi. In nessun caso un bambino dovrebbe pulirsi le orecchie con tamponi di cotone, anche i cosiddetti bambini.

Le orecchie sono un sistema autopulente, anche l'acqua che entra nelle orecchie dei bambini sani durante il bagno si riversa da sola. Il massimo che si può fare dopo aver fatto il bagno è tamponare l'esterno dell'orecchio con un asciugamano.

Un bambino può essere morso da un insetto nell'orecchio. In questo caso, puoi trovare il sito del morso e trattarlo con bepanthen o un soccorritore.

I parassiti come i pidocchi possono benissimo comparire in un bambino, specialmente uno che frequenta un asilo nido. Non complicarti troppo. Nel mondo civilizzato, hanno già escogitato un termine speciale "pidocchi prosperosi". I pidocchi moderni si sono adattati all'igiene e all'igiene. Dicono di preferire anche i capelli puliti e non troppo folti. Dopotutto, non è vano che le farmacie offrano una serie di rimedi per la pediculosi, compresi quelli importati.

Il prurito costante alle orecchie di un bambino può essere un sintomo di infezione, errori nutrizionali, lesioni, otite media e malattie completamente adulte. Quindi, se non trovi un grumo di zolfo, pidocchi o una puntura di zanzara, dovresti consultare un medico.

Complicazioni e conseguenze

È impossibile ignorare il prurito costante alle orecchie. Tale disagio porta troppi disagi alle nostre vite. Inoltre, può essere un sintomo di gravi malattie, sia direttamente alle orecchie che ad altri organi vitali.

È particolarmente pericoloso rimuovere il tappo di zolfo con mezzi improvvisati: forcine per capelli, stuzzicadenti, cotton fioc, che sono spesso chiamati auricolari. Le azioni non professionali spesso portano a varie complicazioni. Con un batuffolo di cotone, puoi spesso spingere l'accumulo di zolfo in profondità nel condotto uditivo o renderlo ancora più denso, rompere il timpano e danneggiare i legamenti della catena ossiculare.

Il prurito alle orecchie, causato da aria secca, ipersecrezione di zolfo, cause psicogene, non minaccia direttamente gli organi dell'udito, ma crea disagio e provoca un costante desiderio di grattarsi l'orecchio. Vale a dire, questa azione aumenta la probabilità di microtraumi e infezioni. Quindi anche innocente, a prima vista, le cause del prurito richiedono un atteggiamento serio.

Trattamento prematuro o errato dell'otite media, le infezioni fungine dell'orecchio possono portare alla perforazione del timpano e alla perdita dell'udito parziale o completa. Le infezioni delle strutture esterne all'inizio sembrano più innocue e possono essere curate completamente. Tuttavia, se le misure non vengono prese in tempo, il processo infiammatorio si diffonde alle strutture interne dell'orecchio: l '"orecchio del nuotatore" si trasforma in otite media. Nel condotto uditivo si creano condizioni favorevoli per la riproduzione della flora fungina. È caldo, buio e umido. L'infezione può diffondersi ad altri organi ORL, ossa del cranio (mastoidite acuta), strutture cerebrali.

Una patologia sistemica non rilevata in tempo, la cui manifestazione era il prurito nel condotto uditivo, può diventare una grave malattia cronica, causa di disabilità e persino di morte prematura.

Diagnostica prurito alle orecchie

Per determinare la causa di questo disagio, è necessario esaminare in modo completo, prima di tutto, gli organi dell'udito. Il medico ascolta i reclami del paziente, prescrive i test necessari: viene necessariamente presa una macchia di scarico dal condotto uditivo per escludere / confermare la presenza di flora fungina o batterica. Un esame del sangue clinico può indicare la presenza di un processo infiammatorio (aumento della VES), una reazione allergica o invasione parassitaria (eosinofili), alterazioni dello stato immunitario (linfociti, leucocitosi). Un cambiamento in altri indicatori può indicare la presenza di problemi nel corpo. Se si sospettano malattie croniche, possono essere prescritti esami del sangue per zucchero, ormoni tiroidei, esami del fegato, livelli di creatinina e urea. Sono prescritti esami delle urine generali e specifici per sospetta funzionalità renale compromessa.

Un esame dell'orecchio (otoscopia) viene eseguito utilizzando imbuti auricolari che consentono la visualizzazione del canale uditivo esterno (ottico), della membrana timpanica, verificarne l'integrità e la mobilità (imbuto pneumatico Sigle). Per l'ispezione vengono utilizzati anche un riflettore frontale e una sonda auricolare. Se si sospetta la perdita dell'udito, viene eseguita l'audiometria.

L'endoscopia ottica è un metodo moderno per studiare le strutture interne dell'orecchio e l'orifizio nasofaringeo della tromba di Eustachio.

È possibile prescrivere una consultazione di medici di altre specialità e qualsiasi diagnostica strumentale per identificare malattie sistemiche, manifestate da un sintomo come il prurito alle orecchie.

Sulla base dei risultati dell'esame, viene eseguita la diagnostica differenziale per identificare la causa della patologia e prescrivere un'efficace strategia di trattamento.

Chi contattare?

Trattamento prurito alle orecchie

Maggiori informazioni sul trattamento nella pubblicazione Trattamento delle orecchie pruriginose .

Prevenzione

Il metodo principale per prevenire la formazione di tappi di cerume è una corretta igiene dell'orecchio. È un organo autopulente. Non è necessario arrampicarsi nel condotto uditivo con tamponi di cotone e altri dispositivi. È sufficiente lavare la parte esterna dell'orecchio con acqua e sapone (shampoo) e asciugare con un asciugamano.

Per evitare il barotrauma è necessario soffiarsi correttamente il naso, bloccando alternativamente uno dei passaggi nasali e liberando l'altro dal muco.

Trattare tempestivamente le malattie degli organi otorinolaringoiatri, evitare lesioni alle orecchie, impedire che sostanze irritanti entrino nell'orecchio - proteggerle con un cappuccio di gomma individuale dall'acqua clorata nella piscina, indossare un cappello mentre si lavora in una stanza polverosa, fare un test quando si acquista un nuova marca di tinture per capelli e così via.

Proteggi la pelle delle orecchie dal sole, dal gelo e da altre influenze esterne. Non utilizzare costantemente le cuffie, mantenerle pulite, strofinando periodicamente le parti che vengono a contatto con la pelle del condotto uditivo con un antisettico.

Rafforza il tuo sistema immunitario conducendo uno stile di vita sano e mangiando correttamente.

In caso di disagio, consultare un medico e scoprire la causa.

Previsione

Le cause che causano il prurito alle orecchie non sono in gran parte mortali. Con una visita tempestiva dal medico, è del tutto possibile sbarazzarsi di sensazioni spiacevoli.

Nei casi avanzati e complicati, l'udito può deteriorarsi fino alla sua completa perdita.

Translation Disclaimer: The original language of this article is Russian. For the convenience of users of the iLive portal who do not speak Russian, this article has been translated into the current language, but has not yet been verified by a native speaker who has the necessary qualifications for this. In this regard, we warn you that the translation of this article may be incorrect, may contain lexical, syntactic and grammatical errors.

You are reporting a typo in the following text:
Simply click the "Send typo report" button to complete the report. You can also include a comment.